BSB Snetterton Prove 1: Mossey 1°, nuovo scarico Panigale

BSB Snetterton Prove 1: Mossey 1°, nuovo scarico Panigale

Condizioni miste nelle prime libere del BSB a Snetterton con Luke Mossey il più veloce, il team PBM Ducati con il nuovo impianto di scarico per le due Panigale R di Byrne e Irwin.

1 Commento

Cielo coperto, pista con chiazze d’umido lasciate dalla pioggia della primissima mattinata e forte vento, ma con tante novità ai box. Così è andata in archivio l’inaugurale sessione di prove libere del British Superbike a Snetterton 300, teatro di un quinto appuntamento stagionale dalle molteplici tematiche d’interesse, per il momento non propriamente accertate in base ai riscontri di una FP1 poco indicativa in merito ai valori in campo. Con gran parte dei piloti scesi in pista nel finale con gomme slick restando a 7-8 secondi dai primati della pista, in cima alla graduatoria dei tempi svetta il (giovane) poleman di Brands Hatch Indy Luke Mossey, con Ninja ZX-10R del team Quattro Plant TECcare Kawasaki in 1’52″039 davanti di una manciata di millesimi rispetto al convincente Danny Buchan (Moto Rapido Ducati), distacchi superiori al 1″ per quanto concerne il vincitore di Gara 2 ad Oulton Park Richard Cooper (specialista di queste condizioni) con Stuart Easton, Dan Linfoot e Christian Iddon a seguire.

In questa sessione i ‘big‘ se la sono presa con comodo registrando pochi giri al fine di correre rischi inutili come nel caso del capoclassifica Leon Haslam, comprensibilmente quindicesimo in graduatoria ed impegnatissimo questa settimana tra test ufficiali della 8 ore di Suzuka e la tappa di Snetterton del BSB (in pista addirittura 6 giorni su 7!). Oltre a ‘Pocket Rocket’, sono indietro Shane Byrne (11°), James Ellison (problemi al transponder nelle prime uscite, 14°) e Michael Laverty (16°, in pista solo allo scadere), con il nostro Vittorio Iannuzzo che ha saggiato le condizioni dell’asfalto con un best lap personale di 2’03″975 (29°). La sessione chiaramente non ha riservato particolari sussulti se non per la caduta senza conseguenze nel finale di Howie Mainwaring, a 23 minuti dal termine il primo a montare le slick, salvo finire a terra poco più tardi alla curva intitolata a Giacomo Agostini.

Aspettando una seconda sessione di libere certamente più indicativa sui valori in campo, si è parlato molto ai box sulle novità tecniche introdotte al box Paul Bird Motorsport, oggi Be Wiser Ducati e fino alla stagione 2018 compresa struttura di riferimento Ducati Corse nella categoria. Dopo aver consegnato alla Panigale le prime due vittorie nel BSB tra Brands Hatch Indy e Knockhill, registratasi la presenza ai box di Ernesto Marinelli (Project Leader Ducati Superbike) nell’ultimo round, la compagine di Paul Bird ha introdotto per le due Panigale R affidate al recordman della serie Shane Byrne e Glenn Irwin l’ormai celebre nuovo terminale di scarico con passaggio sotto al codino (foto in alto).

Visto nel Mondiale Superbike inizialmente con il team ufficiale Aruba.it Ducati (sviluppo con Akrapovic), questo terminale è stato realizzato da Termignoni che lo ha già fatto debuttare in pista nella tappa del WSBK a Misano con il VFT Racing e Fabio Menghi in sella. Il nuovo impianto di scarico serve soprattutto ad addolcire l’erogazione ai bassi regimi, indispensabile per ben figurare a Snetterton specie nel (nuovo) T1 introdotto dal 2010 in poi. Un aggiornamento tecnico che ribadisce dell’attenzione riposta da Ducati Corse nei confronti del BSB e dei propositi ambiziosi del Paul Bird Motorsport, a caccia dell’ennesimo titolo dopo i precedenti successi conseguiti sotto le insegne di Monstermob Ducati e Rapid Solicitors Kawasaki.

MCE Insurance British Superbike Championship 2016
Snetterton 300
Classifica Prove Libere 1

01- Luke Mossey – Quattro Plant Kawasaki – Kawasaki ZX-10R – 1’52.039
02- Danny Buchan – Lloyds British Moto Rapido – Ducati Panigale R – + 0.122
03- Richard Cooper – Buildbase BMW Motorrad – BMW S1000RR – + 1.175
04- Stuart Easton – ePayMe Yamaha – Yamaha YZF R1 – + 1.533
05- Dan Linfoot – Honda Racing – Honda CBR 1000RR SP – + 1.572
06- Christian Iddon – Tyco BMW – BMW S1000RR – + 1.880
07- Glenn Irwin – Be Wiser Ducati – Ducati Panigale R – + 1.909
08- Jason O’Halloran – Honda Racing – Honda CBR 1000RR SP – + 2.057
09- Ryuichi Kiyonari – Bennetts Suzuki – Suzuki GSX-R 1000 – + 2.306
10- Broc Parkes – ePayMe Yamaha – Yamaha YZF R1 – + 2.404
11- Shane Byrne – Be Wiser Ducati – Ducati Panigale R – + 2.902
12- Jack Kennedy – Team WD-40 Kawasaki – Kawasaki ZX-10R – + 3.699
13- Lee Jackson – Buildbase BMW Motorrad – BMW S1000RR – + 4.077
14- James Ellison – JG Speedfit Kawasaki – Kawasaki ZX-10R – + 4.673
15- Leon Haslam – JG Speedfit Kawasaki – Kawasaki ZX-10R – + 4.866
16- Michael Laverty – Tyco BMW – BMW S1000RR – + 5.304
17- Josh Wainwright – Lloyd & Jones PR Racing – BMW S1000RR – + 5.307
18- Jakub Smrz – Smiths Racing – BMW S1000RR – + 5.501
19- Filip Backlund – Quattro Plant Kawasaki – Kawasaki ZX-10R – + 6.478
20- Martin Jessopp – Ridersmotorcycles.com BMW – BMW S1000RR – + 6.787
21- James Rispoli – Anvil Hire TAG Racing – Yamaha YZF R1 – + 7.453
22- Josh Hook – Team WD-40 Kawasaki – Kawasaki ZX-10R – + 7.730
23- Shaun Winfield – Anvil Hire TAG Racing – Yamaha YZF R1 – + 7.770
24- Peter Hickman – JG Speedfit Kawasaki – Kawasaki ZX-10R – + 8.973
25- Jake Dixon – Briggs Equipment BMW – BMW S1000RR – + 9.874
26- Tommy Bridewell – Bennetts Suzuki – Suzuki GSX-R 1000 – + 10.049
27- Jenny Tinmouth – Honda Racing – Honda CBR 1000RR SP – + 10.806
28- Howie Mainwaring – Smiths Racing – BMW S1000RR – + 11.095
29- Vittorio Iannuzzo – Gearlink Kawasaki – Kawasaki ZX-10R – + 11.936
30- Aaron Zanotti – Platform Hire Yamaha – Yamaha YZF R1 – + 20.342

1 commenti

1 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. davidef_884 - 1 anno fa

    questo è termignoni, mentre la linea di scarico della WSBK è akrapovic. che sotto sotto sia un test?

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy