BSB Operazione di routine per Taylor Mackenzie

BSB Operazione di routine per Taylor Mackenzie

Taylor Mackenzie, portacolori Bennetts Suzuki, si è sottoposto ad un intervento per risolvere i problemi di sindrome compartimentale: sarà OK per Knockhill.

Se il suo compagno di squadra Sylvain Guintoli è stato convocato dalla Suzuki per correre in MotoGP e suo fratello Tarran esordirà a Le Mans nel Mondiale Moto2, Taylor Mackenzie ha sfruttato la prolungata pausa offerta dal calendario del BSB per risolvere, una volta per tutte, i problemi di sindrome compartimentale agli avambracci che lo hanno attanagliato nelle ultime settimane.

Campione National Superstock 1000 in carica, il figlio d’arte si è sottoposto nei giorni scorsi ad un intervento ad entrambi gli avambracci, al fine di ripresentarsi al 100 % della forma fisica per il ritorno in azione del British Superbike previsto per il 16-18 giugno prossimi a Knockhill.

Mackenzie, di ritorno nel BSB dopo la sfortunata parentesi del 2015 con il Team WD-40 Kawasaki, difende i colori del team Bennetts Suzuki con la nuova GSX-R 1000R, promosso dall’Hawk Racing dopo il titolo nazionale Superstock 1000 conquistato nella passata stagione.

In questo primo scorcio di campionato più volte ha avvicinato le performance del suo (più titolato) compagno di squadra Guintoli, ottenendo finora 4 punti ed un 14° posto a Brands Hatch Indy quale miglior risultato.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy