BSB Luke “Skywalker” Mossey, la nuova (giovane) stella

BSB Luke “Skywalker” Mossey, la nuova (giovane) stella

24 anni compiuti, classe 1992, padre di famiglia e dominatore a Brands Hatch Indy: conosciamo Luke Mossey, l’astro nascente del motociclismo britannico.

Il BSB un campionato per pensionati, per chi non ha più nulla da dire nel Mondiale“. Niente di più sbagliato. Trampolino di lancio per piloti successivamente affermatisi a livello internazionale (da Bayliss a Rea passando per Sykes, Crutchlow, Lowes e tanti altri), quest’anno nel British Superbike si sta mettendo in luce la nuova stella del motociclismo d’Oltremanica: Luke Mossey. Classe 1992, 25 anni il prossimo mese di settembre, l’originario di Cambridge è stato l’effettivo mattatore del secondo round andato in scena sul “budello” da 1.944 metri del circuito Indy di Brands Hatch mettendo a segno una doppietta senza discussioni, il tutto a scapito del più quotato compagno di squadra Leon Haslam.

La storia del ventiquattrenne Mossey è di quelle da raccontare. Figlio d’arte con suo padre John che disputò addirittura una wild card mondiale in 500cc sul finire degli anni ’80, Luke sin da giovanissimo ha sposato la causa delle quattro tempi derivate dalla serie scalando in un lampo le gerarchie nel circus del BSB. Legatosi al team Bournemouth Kawasaki a partire dal British Supersport, da tre anni il buon Mossey compete ad alti livelli nella top class Superbike, crescendo di continuo gara dopo gara.

Vincitore all’esordio nel 2015 della Riders’ Cup (premio di consolazione per i piloti non ammessi allo Showdown), lo scorso anno per Luke sono arrivati i primi podi, le prime pole (proprio a Brands Hatch, circuiti Indy e GP), la qualificazione ai play-off di fine stagione e la gioia più grande: a soli 24 anni diventare papà della sua primogenita Emie Ann.

Questa serie di risultati non sono passati inosservati, con il 2017 che rappresenta per lui l’occasione di carriera più attesa: l’investitura di correre, sempre con Bournemouth Kawasaki, con l’investitura di pilota di riferimento della casa di Akashi nella categoria, trovando tuttavia in Leon Haslam uno scomodo compagno di squadra. Una sfida-nella-sfida per Luke Mossey, il quale ha risposto nel miglior modo possibile: prezioso bottino di punti a Donington Park, dominio totale a Brands Hatch Indy conquistando in Gara 1 la prima vittoria in carriera, bissando questo exploit poche ore più tardi nella seconda manche.

Distante soli 5 punti da Haslam in classifica, “Skywalker” (questo il suo nickname) sembra oltretutto aver limato tutti i suoi punti deboli intravisti nel 2016, dalla gestione degli pneumatici sulla distanza ad un’intelligenza tattica ora a livello degli abituali protagonisti della serie. A 24 anni non diventerà il più giovane Campione di sempre del BSB (Alex Lowes nel 2013 a 23 anni) o vincitore di una gara (Jonathan Rea addirittura 20enne), ma Mossey è a tutti gli effetti l’astro nascente del motociclismo della Terra d’Albione. In barba a tesi di un BSB rivolto prevalentemente a “vecchie volpi” o “dinosauri” delle derivate dalla serie…

VIDEO BSB Brands Hatch Sintesi TV gara 1

VIDEO BSB Brands Hatch sintesi TV gara 2

BSB Brands Hatch Luke Mossey colpo doppio I risultati

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy