BSB Brands Hatch Prove 2 Shane Byrne avvicina il record

BSB Brands Hatch Prove 2 Shane Byrne avvicina il record

Shane Byrne nelle seconde libere del BSB a Brands Hatch ad un soffio dal primato della pista, Peter Hickman a 34 millesimi con Leon Haslam quinto.

Ci ha messo soltanto un turno per conquistare la leadership nella “sua” pista. A Brands Hatch, palcoscenico che tra i layout Indy e Grand Prix lo ha visto salire sul gradino più alto in 24 distinte occasioni (22 nel British Superbike più 2 da wild card nel Mondiale 2003), Shane Byrne stacca il miglior riferimento cronometrico in un’avvincente seconda sessione di prove libere a precedere di soli 34 millesimi un combattivo Peter Hickman mentre il suo avversario nella corsa al titolo Leon Haslam, soltanto nel finale, risale fino alla quinta piazza scontando un gap di 0″206. Con sempre un plotone di 15 (!) piloti racchiusi in meno di 1″, la FP2 del conclusivo nonché decisivo appuntamento stagionale premia ‘Shakey‘, con la Ducati Panigale R del Paul Bird Motorsport autore di un superlativo 1’25″523 ad un soffio dal record sul giro in gara siglato nell’ormai lontano 2011 da Joshua Brookes in 1’25″426, all’epoca con regolamentazione pre-centralina unica (senza launch e traction control più antiwheelie…) in vigore nel BSB da un lustro a questa parte.

La prestazione del 39enne ‘Re‘ e recordman della serie assume un ulteriore spessore considerato il livello di competitività degli avversari. Con un guizzo allo scadere il vincitore del Macau Grand Prix 2015 Peter Hickman si è collocato in seconda piazza con la prima di tre Kawasaki GBmoto, meglio rispetto a Dan Linfoot (Honda UK), un John Hopkins (ePayMe THM Yamaha) confermatosi ad alti livelli ed i suoi compagni di squadra Leon Haslam e James Ellison, a braccetto rispettivamente in sesta e settima posizione. Per ‘Pocket Rocket‘, chiamato a recuperare 17 punti nei confronti di Byrne in campionato con più soltanto 75 in palio nelle tre gare in programma, un turno vissuto tutto in salita, ritrovando la via della competitività soltanto nelle battute finali della sessione.

Il 33enne figlio d’arte già due volte ‘runner-up‘ del BSB (e vice Campione del Mondo 2010) sarà pertanto chiamato ad un’impresa nel tentativo di sovvertire i favori del pronostico riposti tutti in Byrne, magari facendo affidamento su qualche possibile outsiders. Oltre ai suoi compagni di squadra (entrambi con obiettivi di classifica tra Showdown e Riders’ Cup), si sono espressi su buoni livelli dopo un inizio altalenante gli alfieri Tyco BMW by TAS con Christian Iddon e Michael Laverty settimo e nono, nel gruppo di Broc Parkes (8° con la seconda R1 del team di Tommy Hill) e Richard Cooper (10° con Buildbase BMW). Se dopo il miglior tempo della FP1 Luke Mossey è dodicesimo complice una scivolata senza conseguenze alla ‘Hawthorn‘, i nostri portabandiera hanno progressivamente migliorato i rispettivi tempi sul giro: Vittorio Iannuzzo (Gearlink Kawasaki, 22°) è passato dall’1’28″438 della FP1 ad un significativo 1’27″409 togliendo in un sol colpo ben 1″, discorso similare per Alex Polita, al secondo gettone di presenza con la Panigale di Moto Rapido Ducati miglioratosi dall’1’28″472 della mattinata all’1’27″841 della FP2.

Aspettando domani le qualifiche ufficiali e la prima (di tre) gare in programma, da segnalare nel corso di questa sessione il problema occorso a Shaun Winfield che ha comportato l’esposizione della bandiera rossa mentre Lee Jackson, al restart, suo malgrado è incappato in una scivolata alla celebre curva intitolata al leggendario Mike Hawthorn.

MCE Insurance British Superbike Championship 2016
Brands Hatch GP
Classifica Prove Libere 2

01- Shane Byrne – Be Wiser Ducati – Ducati Panigale R – 1’25.523
02- Peter Hickman – JG Speedfit Kawasaki – Kawasaki ZX-10R – + 0.034
03- Dan Linfoot – Honda Racing – Honda CBR 1000RR SP – + 0.135
04- John Hopkins – ePayMe Yamaha – Yamaha YZF R1 – + 0.192
05- Leon Haslam – JG Speedfit Kawasaki – Kawasaki ZX-10R – + 0.206
06- James Ellison – JG Speedfit Kawasaki – Kawasaki ZX-10R – + 0.322
07- Christian Iddon – Tyco BMW – BMW S1000RR – + 0.327
08- Broc Parkes – ePayMe Yamaha – Yamaha YZF R1 – + 0.356
09- Michael Laverty – Tyco BMW – BMW S1000RR – + 0.662
10- Richard Cooper – Buildbase BMW Motorrad – BMW S1000RR – + 0.688
11- Tommy Bridewell – Bennetts Suzuki – Suzuki GSX-R 1000 – + 0.691
12- Luke Mossey – Quattro Plant Kawasaki – Kawasaki ZX-10R – + 0.805
13- Glenn Irwin – Be Wiser Ducati – Ducati Panigale R – + 0.833
14- Lee Jackson – Buildbase BMW Motorrad – BMW S1000RR – + 0.835
15- Billy McConnell – FS-3 Racing – Kawasaki ZX-10R – + 0.862
16- Alastair Seeley – Royal Air Force BMW – BMW S1000RR – + 1.013
17- Jakub Smrz – Smiths Racing – BMW S1000RR – + 1.015
18- Jason O’Halloran – Honda Racing – Honda CBR 1000RR SP – + 1.112
19- Martin Jessopp – Riders Motorcycles BMW – BMW S1000RR – + 1.178
20- James Rispoli – Anvil Hire TAG Racing – Yamaha YZF R1 – + 1.214
21- Filip Backlund – Quattro Plant Kawasaki – Kawasaki ZX-10R – + 1.724
22- Vittorio Iannuzzo – Gearlink Kawasaki – Kawasaki ZX-10R – + 1.886
23- Josh Hook – Team WD-40 Kawasaki – Kawasaki ZX-10R – + 2.063
24- Aaron Zanotti – Platform Hire Yamaha – Yamaha YZF R1 – + 2.084
25- Ryuichi Kiyonari – Smiths Racing – BMW S1000RR – + 2.239
26- Alex Polita – Lloyds British Moto Rapido – Ducati Panigale R – + 2.318
27- Jenny Tinmouth – Honda Racing – Honda CBR 1000RR SP – + 2.669
28- Josh Wainwright – Lloyd & Jones PR Racing – BMW S1000RR – + 2.903
29- Shaun Winfield – Anvil Hire TAG Racing – Yamaha YZF R1 – + 3.483

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy