BSB Brands Hatch Gara 2: implacabile doppietta di Shane Byrne

BSB Brands Hatch Gara 2: implacabile doppietta di Shane Byrne

Shane Byrne non si batte: prima doppietta stagionale, sesta vittoria nelle ultime nove gare e fuga in campionato.

1 Commento

Oltre 50.000 spettatori presentatisi sul tracciato Grand Prix di Brands Hatch hanno potuto assistere all’ennesima prova di forza da parte di Shane Byrne. Vincitore di Gara 1, il recordman del British Superbike ha completato l’opera con una spietata affermazione anche nella seconda manche in programma sui saliscendi dell’impianto di Kent, viatico per dar vita alla prima doppietta stagionale ed arricchire un palmares senza eguali nel più competitivo campionato nazionale Superbike del pianeta. Come nella prima contesa scattato malissimo dalla seconda casella ritrovandosi addirittura in decima posizione, ‘Shakey‘ ha nuovamente fatto la differenza sulla distanza regolando Leon Haslam, ancora una volta secondo vincendo per soli 6 millesimi la volata con un caparbio Jason O’Halloran, terzo a completare un podio multi-marca con rappresentate nell’ordine Ducati, Kawasaki e Honda.

Alla sua sesta vittoria nelle ultime nove gare e finora l’unico a condurre la Ducati Panigale in trionfo nel BSB, il quattro volte Campione della serie si è fatto trovare al posto giusto al momento giusto inventandosi due sorpassi-capolavoro tra la Paddock Hill Bend ed alla Druids rispettivamente su Haslam e O’Halloran. Un successo totale per l’alfiere Be Wiser Ducati che porta così a 74 (!) il numero di vittorie nel BSB in 311 presenze, 15 delle quali conseguite proprio a Brands Hatch, nel corso degli anni diventata di fatto la “sua” pista ripensando anche alla trionfale wild card nel Mondiale Superbike 2003 con i colori Monstermob Ducati (sempre l’attuale Paul Bird Motorsport). Byrne incrementa di conseguenza il bottino di Podium Credits totalizzati in proiezione-Showdown nei confronti di Leon Haslam (37 a 23), lasciando agli avversari le briciole: ‘Pocket Rocket‘ si lascia alle spalle un periodo difficile con un doppio-podio, Jason O’Halloran a sua volta conferma il buon momento con il terzo posto in gara e campionato.

Per quanto concerne gli altri attesi protagonisti, dopo la scivolata sul più bello di Gara 1 Tommy Bridewell è stato costretto al ritiro per un problema tecnico, vanificando suo malgrado l’opportunità di metter in risalto la livrea “Barry Sheene Replica” voluta per l’occasione dal team Bennetts Suzuki. Discorso analogo per Michael Laverty, fuori gioco con il motore della sua BMW arrosto, comportando al sedicesimo giro l’ingresso della Safety Car con conseguente distanza di gara portata da 20 a 22 giri. Se lo stesso John Hopkins (15° in Gara 1) si è ritirato per un inconveniente lasciando a Broc Parkes (13°) l’onere di difendere i colori ePayMe Yamaha, a lungo in lizza per il podio (ed in piena bagarre con il compagno di squadra Byrne…) Glenn Irwim ha portato a casa un brillante 4° posto a precedere la coppia Buildbase BMW formata da Richard Cooper e Lee Jackson con il poleman Luke Mossey (7°) a seguire.

Nella top-10 spazio per un opaco Dan Linfoot a precedere James Ellison e Christian Iddon, apprezzabile la prova del nostro Vittorio Iannuzzo, 21° su Gearlink Kawasaki lasciandosi alle spalle un irriconoscibile Ryuichi Kiyonari il quale, stando agli ultimi rumors, ha concluso oggi l’avventura con Bennetts Suzuki nel British Superbike.

MCE Insurance British Superbike Championship 2016
Brands Hatch GP
Classifica Gara 2

01- Shane Byrne – Be Wiser Ducati – Ducati Panigale R – 22 giri in 32’16.000
02- Leon Haslam – JG Speedfit Kawasaki – Kawasaki ZX-10R – + 1.490
03- Jason O’Halloran – Honda Racing – Honda CBR 1000RR SP – + 1.496
04- Glenn Irwin – Be Wiser Ducati – Ducati Panigale R – + 3.794
05- Richard Cooper – Buildbase BMW Motorrad – BMW S1000RR – + 3.859
06- Lee Jackson – Buildbase BMW Motorrad – BMW S1000RR – + 3.903
07- Luke Mossey – Quattro Plant Kawasaki – Kawasaki ZX-10R – + 4.252
08- Dan Linfoot – Honda Racing – Honda CBR 1000RR SP – + 5.549
09- James Ellison – JG Speedfit Kawasaki – Kawasaki ZX-10R – + 5.963
10- Christian Iddon – Tyco BMW – BMW S1000RR – + 6.149
11- Peter Hickman – JG Speedfit Kawasaki – Kawasaki ZX-10R – + 6.226
12- Jake Dixon – Briggs Equipment BMW – BMW S1000RR – + 7.281
13- Broc Parkes – ePayMe Yamaha – Yamaha YZF R1 – + 7.558
14- Jakub Smrz – Smiths Racing – BMW S1000RR – + 7.898
15- Billy McConnell – FS-3 Racing – Kawasaki ZX-10R – + 9.952
16- Danny Buchan – Lloyds British Moto Rapido – Ducati Panigale R – + 10.852
17- Alastair Seeley – Royal Air Force BMW – BMW S1000RR – + 12.249
18- James Rispoli – Anvil Hire TAG Racing – Yamaha YZF R1 – + 15.214
19- Martin Jessopp – Riders Motorcycles BMW – BMW S1000RR – + 15.611
20- Josh Hook – Team WD-40 Kawasaki – Kawasaki ZX-10R – + 16.538
21- Vittorio Iannuzzo – Gearlink Kawasaki – Kawasaki ZX-10R – + 27.340
22- Ryuichi Kiyonari – Bennetts Suzuki – Suzuki GSX-R 1000 – + 41.178
23- Aaron Zanotti – Platform Hire Yamaha – Yamaha YZF R1 – + 41.369
24- Shaun Winfield – Anvil Hire TAG Racing – Yamaha YZF R1 – + 45.751

Qui cronaca e classifica gara 1

1 commenti

1 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. Katana05 - 8 mesi fa

    Ma che meraviglia le Suzuki Sheene replica…

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy