BSB Assen, Gara 2: Haslam vola a +61 ed ipoteca il titolo, Dixon KO

BSB Assen, Gara 2: Haslam vola a +61 ed ipoteca il titolo, Dixon KO

Un problema tecnico ferma Jake Dixon, Leon Haslam vince ancora ed è ad un passo dalla conquista del titolo. Paura per la caduta di Dan Linfoot.

di Alessio Piana, @alessiopiana130
Leon Haslam vince Gara 2

La gioia di Leon Haslam, la disperazione di Jake Dixon. Gara 2 del British Superbike vissuta al TT Circuit Assen, con ogni probabilità, ha deciso definitivamente la corsa al titolo 2018. Tra momenti di tensione e apprensione per la paurosa caduta di Dan Linfoot (centrato incolpevolmente da Glenn Irwin coinvolgendo anche Tommy Bridewell), una gara ricca di colpi di scena ha prodotto la quattordicesima affermazione stagionale in 23 manche di Leon Haslam che vola a +61 su Jake Dixon, costretto alla resa nel corso del decimo di 18 giri previsti per un problema tecnico alla propria Kawasaki.

In piena corsa per la vittoria e davanti al capo-classifica di campionato, il futuro pilota Aspar nel Mondiale Moto2 ha dovuto alzare bandiera bianca lasciando campo aperto all’ennesimo hurrà di Haslam, ora con 61 punti di vantaggio in campionato e più soltanto 75 in palio nella finalissima articolata su 3 gare del 13-14 ottobre prossimi a Brands Hatch. “Pocket Rocket” avvicina sempre più la conquista del suo primo titolo BSB in carriera, un traguardo per quanto profuso nell’arco della stagione 2018 ampiamente meritato come testimoniato dalla sua condotta in Gara 2. Con Dixon ritirato, il vice-Campione del Mondo 2010 poteva accontentarsi, ma ha dato tutto per regolare in volata Josh Brookes (2° su McAMS Yamaha) e Peter Hickman (3° con Smith Racing BMW) centrando la personale 45esima vittoria in carriera nel BSB.

Con Haslam ad un passo dallo sfatare il tabù-titolo e Dixon in lacrime ai box, Gara 2 ha vissuto momenti di apprensione per la caduta di Dan Linfoot, finito a terra impattando proprio con la ruota posteriore di Haslam e centrato dall’incolpevole Glenn Irwin e, in seconda battuta, la sua Honda da Tommy Bridewell. Per Linfoot si parla di una frattura pelvica, mentre è uscito illeso da una caduta analoga in uscita dall’ultima chicane Tarran Mackenzie, evitato di un soffio da tutti i piloti dopo la ripartenza per l’ingresso della Safety Car.

2018 Bennetts British Superbike Championship
TT Circuit Assen
Classifica Gara 2

01- Leon Haslam – JG Speedfit Kawasaki – Kawasaki ZX-10RR – 18 giri
02- Josh Brookes – McAMS Yamaha – Yamaha YZF R1 – + 0.138
03- Peter Hickman – Smiths Racing – BMW S1000RR – + 0.946
04- Glenn Irwin – Be Wiser Ducati – Ducati Panigale R – + 8.184
05- Richard Cooper – Buildbase Suzuki – Suzuki GSX-R 1000 – + 10.555
06- Andrew Irwin – Be Wiser Ducati – Ducati Panigale R – + 10.663
07- Bradley Ray – Buildbase Suzuki – Suzuki GSX-R 1000 – + 11.306
08- James Ellison – Anvil Hire TAG Yamaha – Yamaha YZF R1 – + 11.490
09- Danny Buchan – FS-3 Racing Kawasaki – Kawasaki ZX-10RR – + 18.334
10- Christian Iddon – Tyco BMW Motorrad – BMW S1000RR – + 18.470
11- Jason O’Halloran – Honda Racing – Honda CBR 1000RR – + 23.621
12- Dean Harrison – Silicone Engineering – Kawasaki ZX-10RR – + 27.141
13- Sylvain Barrier – Smiths Racing – BMW S1000RR – + 28.884
14- Fraser Rogers – Gearlink Kawasaki – Kawasaki ZX-10RR – + 28.994
15- Luke Mossey – JG Speedfit Kawasaki – Kawasaki ZX-10RR – + 36.300
16- Gino Rea – OMG Racing UK LTD – Suzuki GSX-R 1000 – + 37.593
17- Joe Francis – Lloyd & Jones Bowker – BMW S1000RR – + 1’03.661
18- Shaun Winfield – Anvil Hire TAG Yamaha – Yamaha YZF R1 – + 1’03.708
19- Aaron Zanotti – Team 64 – Kawasaki ZX-10RR – + 1’06.430

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy