BSB Assen Fantastico Leon Haslam doppietta e riapre i giochi

BSB Assen Fantastico Leon Haslam doppietta e riapre i giochi

Leon Haslam mette a segno una superlativa doppietta nel BSB al TT Circuit Assen e porta a soltanto 17 punti lo svantaggio in classifica da Shane Byrne.

Tutto lasciava presagire all’ennesima giornata trionfale di Shane Byrne, ma la grinta, la determinazione e la voglia di riscatto di Leon Haslam ha fatto la differenza. Le due gare del British Superbike al TT Circuit Assen proiettano ‘Pocket Rocket‘ sul gradino più alto del podio e, soprattutto, a -17 nella generale da ‘Shakey‘, scacciando nel contempo il suo personale incubo con Assen, tracciato dove nelle prove del World Superbike 2013 rimediò la frattura di tibia e perone della gamba sinistra. Una prestazione da incorniciare per il portacolori di GBmoto Kawasaki (confermato al via del BSB anche per la stagione 2017), vincitore di entrambe le gare a scapito del quattro volte Campione del British Superbike al photofinish: soltanto 10 millesimi in Gara 1, 0″270 nella seconda manche in programma.

La volata di Gara 1: 10 millesimi tra Leon Haslam e Shane Byrne
La volata di Gara 1: 10 millesimi tra Leon Haslam e Shane Byrne

GARA 1: LEON HASLAM IN VOLATA PER SOLI 10 MILLESIMI!

La gara dell’anno! Sette piloti, compresi tutti e sei i qualificati per lo Showdown, in corsa per la vittoria fino allo strappo nella fase decisiva della contesa dei duellanti Leon Haslam e Shane Byrne. Vanificato un tentativo di fuga da parte del nuovo detentore del record della pista (con il crono di 1’35″724 sarebbe stato 2° nella Superpole del World Superbike), ‘Shakey‘ si è visto beffare nel finale dal suo più diretto avversario nella corsa al titolo, autore di un superlativo sorpasso a tre giri dal termine che gli ha permesso di studiare una strategia difensiva negli ultimi chilometri di una tiratissima Gara 1. Uscito meglio dall’ultima chicane Byrne è stato preceduto sul traguardo da Leon Haslam di soli 10 millesimi, viatico per centrare la 23esima vittoria in carriera nel BSB, la prima personale al TT Circuit. Completa il podio con la seconda GBmoto Kawasaki James Ellison, a tratti l’unico in grado di impensierire il duo di testa. A seguire le due Honda di Dan Linfoot (4°) e Jason O’Halloran (5°), in rimonta Michael Laverty chiude sesto a precedere un combattivo Luke Mossey, Richard Cooper e le due R1 del team ePayMe Yamaha di Broc Parkes (9°) e John Hopkins (10°). Per quanto concerne i nostri due portabandiera, Vittorio Iannuzzo (Gearlink Kawasaki) dopo qualifiche superlative (14° ed ammesso per la prima volta al Q2) è 20° con Alex Polita, al rientro con la Ducati Panigale R del team Moto Rapido in sostituzione di Stuart Easton, chiude 22°.

VIDEO Sintesi TV gara 1

MCE Insurance British Superbike Championship 2016
TT Circuit Assen
Classifica Gara 1

01- Leon Haslam – JG Speedfit Kawasaki – Kawasaki ZX-10R – 18 giri
02- Shane Byrne – Be Wiser Ducati – Ducati Panigale R – + 0.010
03- James Ellison – JG Speedfit Kawasaki – Kawasaki ZX-10R – + 2.272
04- Dan Linfoot – Honda Racing – Honda CBR 1000RR SP – + 4.489
05- Jason O’Halloran – Honda Racing – Honda CBR 1000RR SP – + 4.697
06- Michael Laverty – Tyco BMW – BMW S1000RR – + 5.128
07- Luke Mossey – Quattro Plant Kawasaki – Kawasaki ZX-10R – + 5.186
08- Richard Cooper – Buildbase BMW Motorrad – BMW S1000RR – + 6.300
09- Broc Parkes – ePayMe Yamaha – Yamaha YZF R1 – + 6.440
10- John Hopkins – ePayMe Yamaha – Yamaha YZF R1 – + 6.957
11- Glenn Irwin – Be Wiser Ducati – Ducati Panigale R – + 9.968
12- Christian Iddon – Tyco BMW – BMW S1000RR – + 10.514
13- Billy McConnell – FS-3 Racing – Kawasaki ZX-10R – + 10.559
14- Jakub Smrz – Smiths Racing – BMW S1000RR – + 12.108
15- Lee Jackson – Buildbase BMW Motorrad – BMW S1000RR – + 15.210
16- Peter Hickman – JG Speedfit Kawasaki – Kawasaki ZX-10R – + 15.232
17- Tommy Bridewell – Bennetts Suzuki – Suzuki GSX-R 1000 – + 25.414
18- Ryuichi Kiyonari – Smiths Racing – BMW S1000RR – + 34.799
19- Josh Hook – Team WD-40 Kawasaki – Kawasaki ZX-10R – + 34.799
20- Vittorio Iannuzzo – Gearlink Kawasaki – Kawasaki ZX-10R – + 35.507
21- Alastair Seeley – Royal Air Force BMW – BMW S1000RR – + 38.190
22- Alex Polita – Lloyds British Moto Rapido – Ducati Panigale R – + 51.493
23- Filip Backlund – Quattro Plant Kawasaki – Kawasaki ZX-10R – + 51.558
24- Aaron Zanotti – Platform Hire Yamaha – Yamaha YZF R1 – + 1’03.701
25- Ian Hutchinson – Tyco BMW – BMW S1000RR – + 1’05.971
26- Josh Wainwright – Lloyd & Jones PR Racing – BMW S1000RR – + 1’16.886
27- Jenny Tinmouth – Honda Racing – Honda CBR 1000RR SP – a 1 giro

Il duello tra Leon Haslam e Shane Byrne
Il duello tra Leon Haslam e Shane Byrne

GARA 2: BIS DI LEON HASLAM CHE VOLA A -17 IN CLASSIFICA

“Man on a Mission” Leon Haslam sbanca Assen e completa l’opera. Dopo il successo di Gara 1, ‘Pocket Rocket‘ si ripete anche nella seconda manche portandosi con largo anticipo al comando delle operazione, resistendo nei 3 (tiratissimi) giri finali alla spaziale rimonta di Shane Byrne. Scattato malissimo al via tanto da ritrovarsi 12° alla conclusione del primo giro, da quel momento in avanti ‘Shakey’ un sorpasso dopo l’altro si è riportato a ridosso del rivale, senza tuttavia riuscire a sferrare l’attacco decisivo in un concitato finale. Haslam mette così a segno una spettacolare doppietta che gli consente di portarsi a -17 in classifica dall’alfiere PBM Ducati con ancora 3 gare e 75 punti in palio nella finalissima in agenda tra due settimane a Brands Hatch. Di fatto quasi fuori dai giochi gli altri contendenti allo Showdown: un combattivo Jason O’Halloran (a tratti in testa) porta a termine la sua prima esperienza ad Assen con una Superbike con il 3° posto di Gara 2, mentre la super-volata-a-5 per la quarta piazza premia Dan Linfoot a precedere Luke Mossey, Michael Laverty, James Ellison e Christian Iddon. Il ‘Derby’ tricolore vede Alex Polita (Moto Rapido Ducati) diciannovesimo proprio davanti a Vittorio Iannuzzo (Gearlink Kawasaki).

Video Sintesi TV Gara 2

MCE Insurance British Superbike Championship 2016
TT Circuit Assen
Classifica Gara 2

01- Leon Haslam – JG Speedfit Kawasaki – Kawasaki ZX-10R – 18 giri
02- Shane Byrne – Be Wiser Ducati – Ducati Panigale R – + 0.270
03- Jason O’Halloran – Honda Racing – Honda CBR 1000RR SP – + 1.447
04- Dan Linfoot – Honda Racing – Honda CBR 1000RR SP – + 3.796
05- Luke Mossey – Quattro Plant Kawasaki – Kawasaki ZX-10R – + 3.831
06- Michael Laverty – Tyco BMW – BMW S1000RR – + 3.898
07- James Ellison – JG Speedfit Kawasaki – Kawasaki ZX-10R – + 3.950
08- Christian Iddon – Tyco BMW – BMW S1000RR – + 4.067
09- Broc Parkes – ePayMe Yamaha – Yamaha YZF R1 – + 5.324
10- Richard Cooper – Buildbase BMW Motorrad – BMW S1000RR – + 5.604
11- Jakub Smrz – Smiths Racing – BMW S1000RR – + 7.265
12- Glenn Irwin – Be Wiser Ducati – Ducati Panigale R – + 10.377
13- Lee Jackson – Buildbase BMW Motorrad – BMW S1000RR – + 10.409
14- Peter Hickman – JG Speedfit Kawasaki – Kawasaki ZX-10R – + 10.657
15- John Hopkins – ePayMe Yamaha – Yamaha YZF R1 – + 10.657
16- Tommy Bridewell – Bennetts Suzuki – Suzuki GSX-R 1000 – + 11.748
17- Billy McConnell – FS-3 Kawasaki – Kawasaki ZX-10R – + 13.059
18- Ryuichi Kiyonari – Smiths Racing – BMW S1000RR – + 25.142
19- Alex Polita – Lloyds British Moto Rapido – Ducati Panigale R – + 25.669
20- Vittorio Iannuzzo – Gearlink Kawasaki – Kawasaki ZX-10R – + 27.417
21- Martin Jessopp – Riders Motorcycles BMW – BMW S1000RR – + 28.797
22- James Rispoli – Anvil Hire TAG Racing – Yamaha YZF R1 – + 30.378
23- Josh Hook – Team WD-40 Kawasaki – Kawasaki ZX-10R – + 30.708
24- Ian Hutchinson – Tyco BMW – BMW S1000RR – + 42.352
25- Filip Backlund – Quattro Plant Kawasaki – Kawasaki ZX-10R – + 55.310
26- Jenny Tinmouth – Honda Racing – Honda CBR 1000RR SP – + 1’05.767
27- Aaron Zanotti – Platform Hire Yamaha – Yamaha YZF R1 – + 1’06.101
28- Josh Wainwright – Lloyd & Jones PR Racing – BMW S1000RR – + 1’08.903
29- Shaun Winfield – Anvil Hire TAG Racing – Yamaha YZF R1 – + 1’19.520

Per il British Superbike ultimo nonché decisivo appuntamento della stagione 2016 dal 14 al 16 ottobre prossimi sul tracciato Grand Prix di Brands Hatch: 3 gare in programma, 75 punti in palio che decideranno chi tra Shane Byrne e Leon Haslam scriverà il proprio nome nell’albo d’oro.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy