BSB: 2019 già alle porte con la novità Scott Redding in più

BSB: 2019 già alle porte con la novità Scott Redding in più

Per il BSB British Superbike si parla già dell’anno prossimo: calendario, nuovi matrimoni, l’arrivo di Scott Redding…

di Alessio Piana, @alessiopiana130
Partenza del BSB ad Assen

Nel fine settimana del 13-14 ottobre prossimi a Brands Hatch il BSB British Superbike incoronerà il suo Campione 2018, ma secondo consuetudine (e programmazione) del promoter MotorSportVision Racing si guarda avanti. Già al 2019, un anno che si prospetta all’insegna del cambiamento per quanto concerne la griglia di partenza, ma di conferme importanti sul piano regolamentare e organizzativo.

CALENDARIO – Con largo anticipo, nel weekend di Assen il promoter MSVR ha già svelato il calendario 2019, per la prima volta da un triennio a questa parte con qualche significativa novità. La stagione scatterà nel fine settimana del 19-21 aprile non più a Donington Park, bensì a Silverstone e sul tracciato “National” che ha prodotto tre gare dall’elevato tasso di spettacolarità lo scorso mese di settembre. Donington non sarà più l’opening round, ma in compenso ospiterà due round: uno sul circuito National nel mese di maggio, l’altro in pieno Showdown sul tracciato lungo. Sparirà invece dal calendario la tappa sul layout “Indy” di Brands Hatch, mentre i play-off di fine stagione avranno luogo tra Assen (per l’ottavo anno consecutivo…), Donington e la finalissima in gara-tripla sul circuito Grand Prix di Brands Hatch.

SCOTT REDDING – Per quanto riguarda lo schieramento di partenza, il BSB l’anno prossimo non potrà più annoverare tra i partenti i primi due della classifica generale Leon Haslam e Jake Dixon, come risaputo diretti rispettivamente nel Mondiale Superbike con Kawasaki KRT ed in Moto2 con Aspar-KTM. In compenso la serie guadagnerà in griglia Scott Redding, in arrivo direttamente dalla MotoGP (l’ultimo precedente nel 2009 con Sylvain Guintoli) con un progetto biennale insieme al team Be Wiser PBM Ducati e la disponibilità della nuova Panigale V4 R. Senza mezzi termini l’obiettivo per il più giovane vincitore di un Gran Premio nella storia del Motomondiale è di puntare al titolo, ma con la consapevolezza che non sarà facile per via dell’unicità del BSB. Quel che è certo il campionato guadagna un pilota di livello e, aspetto non secondario, una fetta di pubblico: Redding è tra i piloti più “social” della top class, lo testimonia il fatto che l’annuncio del suo passaggio al BSB ha generato un grande seguito tra Twitter (171.000 follower) e, soprattutto, Instagram (241.000).

NUOVI MATRIMONI – Oltre a Redding, il mercato-piloti del BSB da diverse settimane è entrato nel vivo. Accanto a lui è atteso Josh Brookes, mentre Glenn Irwin è già stato ufficializzato come sostituto di Leon Haslam in JG Speedfit Bournemouth Kawasaki. Conferme anche per Bradley Ray in Buildbase Suzuki (con test-provino-premio MotoGP al seguito?…) e Tarran Mackenzie in McAMS Yamaha, così come Peter Hickman è destinato a trovar conferma nuovamente in Smiths Racing BMW anche nelle corse su strada. Da monitorare le evoluzioni in casa Tyco BMW by TAS: per il terzo anno, con entrambi i piloti, non è stato centrato l’obiettivo minimo rappresentato dall’ingresso nello Showdown. Novità in vista?

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy