Bol d’Or Qualifiche 2 GMT94 Yamaha e Canepa in pole

Bol d’Or Qualifiche 2 GMT94 Yamaha e Canepa in pole

GMT94 Yamaha in pole position al Bol d’Or con il nostro Niccolò Canepa, Lucas Mahias e David Checa, a seguire Suzuki SERT, Kawasaki SRC e F.C.C. TSR Honda.

La cosiddetta ‘stagione della rivoluzione‘ del Mondiale Endurance si apre con un primo guizzo di GMT94 Yamaha. Sfumato lo scorso mese di agosto la conquista del titolo iridato per 1 solo punto nonostante l’affermazione (la seconda in quattro gare…) alla 8 ore di Oschersleben, la compagine di Christophe Guyot si è garantita la pole position dell’80esima edizione del Bol d’Or, atto inaugurale del FIM EWC 2016/2017, tornato lo scorso anno nella sua storica sede del mitico Circuit Paul Ricard di Le Castellet. Con una media sul giro di 1’58″847 frutto dei tempi del Campione del Mondo Endurance piloti 2016 Lucas Mahias (il più veloce in assoluto con il crono di 1’58″255), David Checa (1’59″442) e del nostro (velocissimo sin dai Pré-Test) Niccolò Canepa (1’58″844), i vice-iridati in carica hanno preceduto i Campioni del Mondo 2016 della Suzuki S.E.R.T. ed i detentori del trofeo di Kawasaki SRC con l’apporto dell’ex MotoGP Randy De Puniet. A seguire F.C.C. TSR Honda con il rientrante 49enne Shinichi Itoh è quarta vincendo il ‘Derby’ tra le Fireblade di punta nei confronti di Honda Endurance Racing (5°), pole di classe Superstock per la Kawasaki Louit Moto con Luca Marconi 4° di graduatoria con 3ART Yam’Avenue, il No Limits Motor Team (unica compagine tricolore al via dell’evento) 36° e 19° tra le Stock a precedere Emiliano Belucci, qualificatosi 37° in qualità di pilota più veloce dell’equipaggio Motobox Kremer Racing.

GMT94 YAMAHA TORNA IN POLE – Con un effettivo ‘nulla di fatto’ registratosi nelle seconde qualifiche complice la pioggia scesa nella nottata che ha impossibilitato i piloti a migliorare i propri tempi, GMT94 Yamaha si è così assicurata la decima pole nella propria storia con il collaudato trio di piloti formato dal nostro Niccolò Canepa, Lucas Mahias e David Checa che si pone tra i favoriti per la vittoria. Nelle 24 ore in programma dovranno chiaramente vedersela dai 15 volte Campioni del Mondo della Suzuki S.E.R.T. con Anthony Delhalle velocissimo (non altrettanto il 10 volte iridato Vincent Philippe), così come il Team Kawasaki SRC che punterà al bis dopo il trionfo dello scorso anno questa volta con Randy De Puniet (1’59″782) a dar manforte ai titolari Gregory Leblanc (1’59″263) e Fabien Foret (1’58″978). Da monitorare le evoluzioni di F.C.C. TSR Honda con il pluri-vincitore della 8 ore di Suzuka Shinichi Itoh che con il crono di 1’59″812 non sembra aver subito il biennio di lontananza dalle corse viaggiando sui tempi dei proprio team-mates Damian Cudlin (2’00″508) e Kazuma Watanabe (1’59″259), meglio rispetto al quattro volte Campione AMA Superbike Josh Hayes che non sembra aver ritrovato l’affiatamento con la Yamaha YART (2’02″250) dopo l’esperienza alla 24 ore di Le Mans del 2013. La squadra di Mandy Kainz prenderà il via dalla sesta posizione preceduti da Honda Endurance Racing (6° e con il potenziale per giocarsi la vittoria), a seguire sorprende non poco il Trick Star Racing: direttamente dall’All Japan Superbike la Ninja ZX-10R #10 condotta da Erwan Nigon e dai veterani Hitoyasu Izutsu e Osamu Deguchi è 7° assoluta davanti a Penz13 BMW ed alla Kawasaki #33 Louit Moto in pole per quanto concerne la classe Superstock.

GLI ITALIANI – Con Niccolò Canepa che scatterà dalla pole, alla prima con il Team 3ART Yam’Avenue (Campioni del Mondo in carica della classe Superstock) Luca Marconi è 14° assoluto e 4° di classe, 37° invece Emiliano Belucci risultato il più veloce dell’equipaggio Motobox Kremer Racing con la Yamaha R1 #65 preparata secondo le specifiche EWC. Nella top-20 di classe Superstock figura il No Limits Motor Team di Moreno Codeluppi, unica squadra italiana al via del Bol d’Or, con i titolari Giovanni Baggi, Federico Napoli, Christian Napoli più Federico Natali alternatisi in sella alla distintiva Suzuki GSX-R 1000 #44. Da segnalare il debutto in qualità di riserva del Starteam PAM Racing di Luca Carughi che ha viaggiato sul 2’06” nelle prove.

DOMANI ALLE 15:00 IL VIA – Concluse le qualifiche, domani alle 15:00 in punto prenderà il via l’80esima edizione del Bol d’Or che, chiaramente, volgerà al termine 24 ore più tardi alle 15:00 di domenica 18 settembre con i primi punti addizionali assegnati alla conclusione delle prime 8 e 16 ore di gara. Eurosport 1/2 garantirà ben 18 ore (su 24…) di Diretta TV, mentre su Corsedimoto.com troverete il Live Blog costantemente aggiornato con contributi dal Circuit Paul Ricard di Le Castellet.

Il Bol d’Or in Diretta TV 18 ore su 24 sulle reti Eurosport

In pista con No Limits Motor Team nella 24 ore del Bol d’Or
VIDEO Bol d’Or No Limits nel cuore dell’Endurance: com’è correre di notte

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy