Bol d’Or Prime Prove Libere con GMT94 Yamaha al top

Bol d’Or Prime Prove Libere con GMT94 Yamaha al top

GMT94 Yamaha stampa il miglior tempo nei minuti conclusivi delle prime libere del Bol d’Or 2016 davanti a Kawasaki SRC, Suzuki SERT e BMW Penz13.

Trascorse tre settimane dall’incredibile finale di stagione 2016, con la prima sessione di prove libere del Bol d’Or è scattato ufficialmente il Mondiale Endurance 2016/2017. La cosiddetta “stagione della rivoluzione” basata sul calendario “invernale” (sei eventi dal settembre 2016 fino al luglio 2017 con la 40esima edizione della 8 ore di Suzuka) voluta dal promoter Eurosport Events ha visto la luce con un’inaugurale sessione di prove al Circuit Paul Ricard di Le Castellet che ha sostanzialmente ribadito i valori in campo espressi per tutto l’arco del 2016. Con l’asfalto che andava man mano asciugandosi complice la pioggia della nottata, la prima graduatoria dei tempi offre i vice-Campioni del Mondo in carica di Yamaha GMT94 al comando grazie all’1’59″633 siglato nel finale da Lucas Mahias (Campione del Mondo piloti 2016) affiancato da David Checa e dal riconfermatissimo Niccolò Canepa (il più veloce nei Pré-Test delle scorse settimana), seguiti nell’ordine dai detentori del trofeo del Team Kawasaki SRC (con il debutto di Randy De Puniet accanto a Gregory Leblanc e Fabien Foret), 3° i Campioni del Mondo Endurance in carica della Suzuki S.E.R.T. con il riconfermato trio formato dal 10 volte iridato Vincent Philippe, Anthony Delhalle ed Etienne Masson.

Nulla di nuovo pertanto sull’infinito rettifilo da 1.800 metri del Mistral con la compagine di Christophe Guyot provvisoriamente davanti a tutti aspettando i verdetti delle prime qualifiche ufficiali in programma alle 14:40, lasciando a 0″415 Kawasaki SRC, a 0″550 Suzuki S.E.R.T., a poco meno di 1″ Penz13 BMW con Kenny Foray e Lukas Pesek come ad Oschersleben affiancati dal francese Matthieu Lussiana. Scorrendo la classifica nelle posizioni che contano c’è spazio anche per Yamaha YART con l’innesto del 4 volte Campione AMA Superbike Josh Hayes in equipaggio con Broc Parkes e Sheridan Morais, si conferma su ottimi livelli dopo l’exploit nei Pré-Test il team Trick Star Racing, compagine abitualmente impegnata alla 8 ore di Suzuka e nell’All Japan Superbike, attesa al via di tutto il FIM EWC 2016/2017 con la Kawasaki #10 condotta al sesto posto da Erwan Nigon affiancato da Hitoyasu Izutsu ed Osamu Deguchi. Nella top-10 non mancano le due Fireblade di punta di Honda Endurance Racing (7°) e di F.C.C. TSR con Damian Cudlin e Kazuma Watanabe in equipaggio con Shinichi Itoh, a 49 anni clamorosamente tornato alle competizioni dopo il ritiro di fine 2014.

Passando alla classe Superstock miglior tempo (9° assoluti) per la Kawasaki del Tati Team a precedere la Yamaha R1 del team Moto Ain con Alexis Masbou, due vittorie all’attivo nel Mondiale Moto3, all’esordio nella specialità. Per quanto concerne i nostri portabandiera, 6° posto tra le Superstock per Luca Marconi alla ‘prima’ con la R1 del Team 3ART Yam’Avenue Campione del Mondo Endurance in carica, 35° Emiliano Bellucci passato al team Motobox Kremer Racing (Yamaha #65) mentre il rientrante team No Limits, unica squadra italiana al via del Bol d’Or, è 43° con la distintiva Suzuki GSX-R 1000 #44 condotta da Giovanni Baggi, Federico Napoli, Christian Napoli e Federico Natali. Nel pomeriggio le prime qualifiche ufficiali.

In pista con No Limits Motor Team al Bol d’Or

VIDEO Endurance: Cosa succede nel box No Limits al Bol d’Or?

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy