ASBK: Troy Bayliss salvatore dell’Australian Superbike, organizzerà la motoSBK

ASBK: Troy Bayliss salvatore dell’Australian Superbike, organizzerà la motoSBK

Troy Bayliss sarà impegnato attivamente nell’Australian Superbike: quest’anno con un proprio team (DesmoSport Ducati), nel 2017 come promoter della motoSBK

Un tre volte Campione del Mondo, leggenda della specialità, icona Ducati ed eroe dei due mondi al servizio del motociclismo australiano. A partire dall’ottobre 2016 sarà Troy Bayliss il promoter della nuova categoria che rimpiazzerà l’Australian Superbike, il più prestigioso campionato motociclistico australiano e l’unico riconosciuto ufficialmente da MA (Motorcycling Australia). Il rilancio dell’intero movimento passerà proprio attraverso le idee del tre volte iridato Superbike, incaricato direttamente dalla federazione motociclistica australiana ad organizzare e promuovere un’effettiva ‘rivoluzione’ dell’intero circus dell’ASBK.

Se la stagione 2016 dell’Australian Superbike, l’ultima gestita in toto da MA, terminerà il prossimo mese di ottobre, successivamente entrerà in scena la nuova categoria che sostituirà l’ASBK: organizzata direttamente dalla TBE (Troy Bayliss Events), la serie assumerà la denominazione ufficiale di motoSBK.

La Troy Bayliss Events in joint-venture con Motorcycling Australia cercherà di far rifiorire il principale campionato motociclistico aussie e battere la concorrenza dell’ASC (Australasian Superbike Championship), serie alternativa sanzionata dall’Australian Auto Sport Alliance (AASA) e con l’Australian Road & Track Rider Promotions (ARTRP) in qualità di promoter. Prima di indossare i panni del promoter dell’inedita motoSBK, Troy Bayliss entrerà subito nel mondo dell’Australian Superbike con la carica di Team Manager dell’inedita squadra DesmoSport Ducati, compagine nata dalla fusione con il CUBE Racing di Ben Henry che affiderà, con il pieno supporto della casa madre, una Ducati 1299 Panigale S al Campione ASBK in carica Mike Jones, chiamato a difendere il #1 conquistato nella passata stagione.

Si prospettano mesi di duro lavoro per tutti noi, ma siamo della stessa idea: dar vita ad un campionato forte, competitivo e con costi accessibili per i piloti“, ha dichiarato Troy Bayliss, nella foto di CycleOnline.com.au con Peter Goddard, altro ex-pilota con trascorsi nel WSBK oggi Board Member di MA. “Per quanto mi riguarda non sarò esclusivamente il promoter della motoSBK, bensì mi occuperò di coinvolgere MA, le case costruttrici e più piloti possibili a questo nuovo format. La collaborazione tra tutte le parti chiamate in causa sarà indispensabile per far funzionare questo concept: ci vorrà del tempo, ma con i giusti accorgimenti si vedranno nel breve termine già i primi risultati. Lavorerò a stretto contatto con tutti per garantire la partecipazione dei costruttori e rilanciare l’intero movimento. Mi preme inoltre sottolineare che daremo un nuovo slancio alle categorie destinate ai giovanissimi: è nostro dovere consentire ai nostri piloti più promettenti di fare esperienza e di poter coltivare il loro sogno di approdare, un giorno, nei principali campionati internazionali“.

Troy Bayliss e la sua TBE, già organizzatrice di eventi sportivi e manifestazioni come il Sydney Motorcycle Show, MOTO EXPO di Melbourne e Brisbane, Troy Bayliss Classic e Baylisstic Scramble, si occuperà della gestione della motoSBK in partnership con Motorcycling Australia fino alla stagione 2019 compresa. L’obiettivo? Rilanciare il movimento delle due ruote in madrepatria e, perchè no, trovare un nuovo Bayliss…

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy