ASBK Phillip Island Qualifiche: Troy Bayliss 3° conquista la prima fila!

ASBK Phillip Island Qualifiche: Troy Bayliss 3° conquista la prima fila!

Clamoroso a Phillip Island: al rientro ufficiale alle corse Troy Bayliss lotta per la pole nell’Australian Superbike e conquista un posto in prima fila preceduto dai soli Josh Waters e Wayne Maxwell.

di Alessio Piana, @alessiopiana130
Troy Bayliss in azione a Phillip Island

L’età? È solo un numero, ma il talento, la classe, la “manetta” sono riservati a pochi eletti, a chi è in grado di scrivere memorabili pagine di storia di questo sport. Al rientro ufficiale alle corse, Troy Bayliss ha conquistato un posto in prima fila per le tre gare dell’ASBK Australian Superbike in programma questo fine settimana a Phillip Island in concomitanza con il Mondiale di categoria. Ribadendo che il secondo riferimento cronometrico siglato ieri nelle prove libere non è stato frutto del caso, il tre volte Campione del Mondo ha staccato il terzo tempo assoluto nel turno unico di qualifiche ufficiali preceduto dai soli Josh Waters (Campione ASBK in carica e reduce da un test-premio con la Suzuki GSX-RR MotoGP) e Wayne Maxwell, specialista del circuito di Victoria e contemporaneamente impegnato da wild card nel World Superbike.

TROY BAYLISS: PRIMA FILA STORICA AL RIENTRO – “Tutti vogliono vincere e no, non sono qui per far numero“, aveva candidamente ammesso nella giornata di ieri Troy Bayliss. Tornato in pianta stabile alle competizioni scegliendo il campionato australiano Superbike (mai vinto in carriera), il Fenomeno di Taree non ha lasciato nulla di intentato: “Ho perso 6 Kg negli ultimi mesi vivendo come un monaco: le birre sono sparite, solo tanto allenamento“. Al resto ci ha pensato semplicemente la velocità e la classe inconfondibile, senza età (49 anni il prossimo 30 marzo), dell’eroe dei due mondi: 10° nei Test ufficiali dello scorso mese di gennaio, 2° ieri nelle prime libere, 3° oggi nelle qualifiche, domando in condizioni particolari la 1299 Panigale Final Edition gommata Pirelli ed iscritta dal proprio team DesmoSport Ducati.

A TRATTI IN CORSA PER LA POLE – In una qualifica caratterizzata dall’asfalto reso insidioso da qualche goccia di pioggia, Troy Bayliss è arrivato vicino all’impresa, più del gap (considerevole, ma con una facile spiegazione) accusato dal poleman nonché Campione in carica Josh Waters. Attendista nella prima parte delle prove, nel finale è sceso in pista scalando progressivamente posizioni tanto da ritrovarsi stabilmente nella top-5. Proprio allo scadere, con l’asfalto in certi tratti che andava man mano asciugandosi, ha dato tutto: 405 millesimi sotto alla pole provvisoria di Waters al primo settore, 695 al secondo, 952 al terzo fino al crono di 1’45″093 al rilevamento del traguardo. Primo, davanti a tutti, ma con ancora 52 secondi esatti di qualifiche ancora in gioco. A vanificare una clamorosa-pole al rientro ci hanno pensato lo stesso Josh Waters, con la GSX-R 1000 del Team Suzuki ECSTAR Australia/Phil Tainton Racing autore di un sensazionale (viste le condizioni della pista) 1’43″676, seguito da Wayne Maxwell, con la R1 di Yamaha Motor Australia secondo proprio allo scadere. Per Bayliss resta la terza posizione in griglia ed un posto in prima fila per le tre gare in programma tra sabato e domenica, dove farà di tutto per tornare sul gradino più alto del podio nella “sua” Phillip Island, 10 anni dopo la magica doppietta del 2008 nel mondiale.

TANTI PROTAGONISTI – Se, chiaramente, il risultato Bayliss ha monopolizzato la scena, per il prosieguo del weekend tra i pretendenti alla vittoria oltre ai soliti Waters e Maxwell figura Daniel Falzon, quarto alla prima uscita da pilota Yamaha Motor Australia e wild card d’eccezione nel Mondiale Superbike. Doppio-impegno anche per Troy Herfoss (Penrite Honda), quinto a precedere il miglior “privato” Michael Blair, positivo sesto con la R1 di Gosford Classic Car Museum seguito da Glenn Allerton, qualificatosi 7° al ritorno con NextGen Motorsports BMW. Domani alle 16:40 locali (6:40 italiane) il via di Gara 1.

2018 YMF Australian Superbike Championship presented by Motul Pirelli
Phillip Island Grand Prix Circuit
Classifica Qualifiche

01- Josh Waters – Team Suzuki ECSTAR Australia – Suzuki GSX-R 1000 – 1’43.676
02- Wayne Maxwell – Yamaha Racing Team – Yamaha YZF R1 – + 0.928
03- Troy Bayliss – DesmoSport Ducati – Ducati 1299 Panigale Final Edition – + 1.417
04- Daniel Falzon – Yamaha Racing Team – Yamaha YZF R1 – + 1.735
05- Troy Herfoss – Penrite Honda – Honda CBR 1000RR SP – + 2.311
06- Michael Blair – Gosford Classic Car Museum – Yamaha YZF R1 – + 2.833
07- Glenn Allerton – NextGen Motorsports – BMW S1000RR – + 3.256
08- Mitchell Rees – Carl Cox Motorsport – Honda CBR 1000RR – + 4.683
09- Aaron Morris – Maxima Yamaha – Yamaha YZF R1 – + 5.474
10- Matt Walters – Swann Insurance Superbike – Kawasaki ZX-10R – + 5.516
11- Kyle Buckley – Kawasaki BCperformance – Kawasaki ZX-10R – + 5.572
12- Mike Jones – Allsite Concrete Cutting – Kawasaki ZX-10R – + 5.794
13- Bryan Staring – Kawasaki BCperformance – Kawasaki ZX-10R – + 5.873
14- Mark Chiodo – Team Suzuki ECSTAR Australia – Suzuki GSX-R 1000 – + 7.061
15- David Barker – Barker Racing – Kawasaki ZX-10R – + 7.117
16- Matt Tooley – Phillip Island Ride Days – Yamaha YZF R1 – + 7.957
17- Bradley Swallow – Kawasaki Australia Duspeed – Kawasaki ZX-10R – + 8.144
18- Callum Spriggs – CS 50 Racing – Kawasaki ZX-10RR – + 8.549
19- William Strugnell – Lees Spoton Motorcycles – Kawasaki ZX-10R – + 8.579
20- Alex Phillis – Phillis Racing – Suzuki GSX-R 1000 – + 8.890
21- Adam Senior – Senior Engineering – Yamaha YZF R1 – + 8.950
22- Corey Turner – Brisbane Motorcycles – Suzuki GSX-R 1000 – + 9.019
23- Ted Collins – Collins Racing – BMW S1000RR – + 9.153
24- Mason Coote – AARK Suspension and Tuning – Kawasaki ZX-10R – + 9.184
25- Edward Faulkhead – Faulkhead Racing – Honda CBR 1000RR – + 9.659
26- Arthur Sissis – Suzuki GSX-R 1000 – + 9.663
27- Lucas Vitale – BCperformance Junior Team – Kawasaki ZX-10R – + 10.065
28- Cody Travers – Cycle World Tasmania – Suzuki GSX-R – + 10.276
29- Aaiden Coote – AARK Suspension and Tuning – Kawasaki ZX-10R – + 10.481
30- Philip Czaj – Eco Light Up/11Motosport – Aprilia RSV4 Factory – + 10.617
31- Con Kokkoris – Tick Signs – Ducati Panigale – + 10.632
32- Scott McGregor – Mini Loader Hire – Yamaha YZF R1 – + 10.693
33- Heath Griffin – Russell Symes & Company – Ducati Panigale R – + 10.864
34- Mathew Harding – K&R Hydraulics/Kawasaki Connection – Kawasaki ZX-10R – + 12.252
35- Mitchell Levy – ATR/Manshed Auctions – Yamaha YZF R1 – + 13.343
36- Ashley Manuel – Pendragon Racing – Kawasaki ZX-10R – + 13.797
37- Nathan Spiteri – Livson RST – Suzuki GSX-R 1000 – + 13.890
38- Rowen Smith – Assembly Now – Kawasaki ZX-10R – + 14.068
39- Tassy Limanis – Vinnies Racing – BMW S1000RR – + 14.167
40- Patrick Li – MotoGo Yamaha – Yamaha YZF R1 – + 14.318
41- Brendan McIntyre – Western Motorcycles Sydney – Suzuki GSX-R 1000 – + 14.460
42- Joel Rhodes – Bikebiz/Pathway Communications – Yamaha YZF R1 – + 14.744
43- Brian Kozan – Qualia Racing – BMW S1000RR – + 15.317
44- Trent Gibson – A6M7 Suzuki – Suzuki GSX-R 1000 – + 15.837
45- Hamish McMurray – Six ways from Sunday – Kawasaki ZX-10R – + 16.777
46- Justin Vella – Vella Developments – Kawasaki ZX-10R – + 17.417
47- Jake Drew – Brighton Bikes & Bits – Yamaha YZF R1 – + 26.111
48- Tracey Davies – Villa Verde free Range Eggs – Ducati Panigale – + 56.310

La maxi-guida alla stagione 2018 dell’Australian Superbike

L’Australian Superbike dal rischio fallimento alla rinascita per un memorabile 2018

1 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. l.zecchin_417 - 9 mesi fa

    Usa una Panigale 1300 aperta in SBK e campionati nazionali è vietato si usano le 1200 strozzate detto questo lui è e rimane un grande pilota

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy