ASBK Phillip Island Gara 3: Troy Bayliss 6° con il giro più veloce, vince Staring

ASBK Phillip Island Gara 3: Troy Bayliss 6° con il giro più veloce, vince Staring

Con un 2°, un 5° ed un 6° posto Troy Bayliss archivia il primo round dell’ASBK Australian Superbike vantando il giro più veloce di Gara 3. Successo di Bryan Staring che vince una lotta-a-5.

di Alessio Piana, @alessiopiana130
Troy Bayliss autore del giro più veloce

Bentornato, Troy Bayliss! Il suo primo weekend da (ritrovato) pilota a tempo pieno nell’ASBK Australian Superbike va in archivio con un bilancio positivo in termini di risultati e di performance espresse, con la sensazione che sarà soltanto l’inizio di una meravigliosa storia da raccontare per tutto l’arco della stagione 2018. In un’avvincente Gara 3 che ha prodotto il successo di un pilota dai trascorsi in MotoGP e World Superbike come Bryan Staring (Kawasaki BCperformance), il Mito di Taree transita sul traguardo al sesto posto: lontano sì dai 5 (!) piloti che si sono giocati la vittoria, ma con la perla del giro più veloce in 1’33″138. Insomma, decisamente niente male per un pilota al ritorno ufficiale alle competizioni, prossimo a compiere 49 anni il 30 marzo prossimo…

GPV PER TROY BAYLISS – Terzo nelle qualifiche ufficiali, ad un soffio dalla vittoria (sfumata per soli 201 millesimi) in Gara 1, la giornata di domenica ha riservato a Troy Bayliss un quinto e sesto posto rispettivamente tra Gara 2 e 3. Se nella seconda contesa ha mancato il podio per 153 millesimi, nella conclusiva corsa del weekend è rimasto lontano dal pokerissimo in lizza per la vittoria nonostante un combattivo avvio, impreziosito da due episodi da rimarcare: il giro più veloce di Gara 3 in 1’33″138, ma anche il deciso e sensazionale sorpasso in piena curva Doohan per la terza posizione provvisoria a scapito di Daniel Falzon nel corso del quarto giro. Da quel momento in avanti il tre volte iridato ha perso progressivamente terreno, sganciandosi dai cinque piloti di testa per un sesto posto che gli permette, a quota 51 punti, di lasciare Phillip Island al quarto posto nella generale, sole 9 lunghezze dal capo-classifica Staring (60).

Troy Bayliss tutto di traverso alla Stoner Corner
Troy Bayliss tutto di traverso alla Stoner Corner
CHE TRAVERSI E CHE GIOIA PER OLI! – Per quanto profuso nel weekend vi è la netta sensazione che Troy Bayliss avrà la chance quest’anno, soprattutto in circuiti a lui favorevoli (Morgan Park in primis), di lottare per la vittoria. In sella alla Ducati 1299 Panigale Final Edition #21 si è mostrato competitivo, combattivo e… spettacolare, come testimonia un suo traverso da antologia alla curva Stoner che si è persino meritato uno “slow-mo” della regia televisiva. Il Bayliss-Show è stata una delle principali tematiche d’interesse di un weekend che la sua famiglia ricorderà a lungo: il primogenito Oli, dopo la vittoria di ieri in Gara 1, si è ripetuto conquistando il successo anche nella terza manche dell’Australian Supersport 300 consolidando la leadership in campionato.

BRYAN STARING IN TRIONFO – Lascia il circuito di Victoria in testa alla classifica dell’ASBK invece Bryan Staring, vincitore di una combattutissima Gara 3 uscendo fuori sulla distanza. Tornato in madrepatria lo scorso anno dopo una prolungata permanenza europea tra MotoGP (2013 con la FTR Honda CRT del team Gresini), Superbike e Superstock 1000 (titolo sfiorato nel 2012), al Campione 2010 sembra aver giovato il passaggio da Honda alla Kawasaki BCperformance. In costante ascesa nel weekend, Bryan in Gara 3 ha rilevato il comando delle operazioni nel corso dell’ottavo giro, avendo ragione all’esposizione della bandiera a scacchi per soli 19 millesimi (!) sul Campione in carica Josh Waters (Team Suzuki ECSTAR Australia), 421 su Wayne Maxwell con Troy Herfoss e Daniel Falzon a completare una top-5 racchiusa in soli 972 millesimi. Con Staring leader a quota 60 punti a precedere Waters (59), Herfoss (59) e Bayliss (51), l’ASBK Australian Superbike tornerà in pista per il secondo appuntamento stagionale il 16-18 marzo prossimi al Wakefield Park Raceway.

2018 YMF Australian Superbike Championship presented by Motul Pirelli
Phillip Island Grand Prix Circuit
Classifica Gara 3

01- Bryan Staring – Kawasaki BCperformance – Kawasaki ZX-10R – 12 giri in 18’50.375
02- Josh Waters – Team Suzuki ECSTAR Australia – Suzuki GSX-R 1000 – + 0.019
03- Wayne Maxwell – Yamaha Racing Team – Yamaha YZF R1 – + 0.421
04- Troy Herfoss – Penrite Honda – Honda CBR 1000RR SP – + 0.904
05- Daniel Falzon – Yamaha Racing Team – Yamaha YZF R1 – + 0.972
06- Troy Bayliss – DesmoSport Ducati – Ducati 1299 Panigale Final Edition – + 8.516
07- Michael Blair – Gosford Classic Car Museum – Yamaha YZF R1 – + 10.932
08- Glenn Allerton – NextGen Motorsports – BMW S1000RR – + 11.295
09- Matt Walters – Swann Insurance Superbike – Kawasaki ZX-10R – + 15.272
10- Aaron Morris – Maxima Yamaha – Yamaha YZF R1 – + 20.491
11- Mark Chiodo – Team Suzuki ECSTAR Australia – Suzuki GSX-R – + 20.897
12- Mike Jones – Allsite Concrete Cutting – Kawasaki ZX-10R – + 29.533
13- Corey Turner – Brisbane Motorcycles – Suzuki GSX-R 1000 – + 31.981
14- Alex Phillis – Phillis Racing – Suzuki GSX-R 1000 – + 32.195
15- Callum Spriggs – CS 50 Racing – Kawasaki ZX-10RR – + 38.610
16- Mitchell Rees – Carl Cox Motorsport – Honda CBR 1000RR – + 40.590
17- Mitchell Levy – ATR/Manshed Auctions – Yamaha YZF R1 – + 41.986
18- Aaiden Coote – AARK Suspension and Tuning – Kawasaki ZX-10R – + 42.081
19- William Strugnell – Lees Spoton Motorcycles – Kawasaki ZX-10R – + 42.873
20- Kyle Buckley – Kawasaki BCperformance – Kawasaki ZX-10R – + 47.092
21- Mathew Harding – K&R Hydraulics/Kawasaki Connection – Kawasaki ZX-10R – + 49.964
22- David Barker – Barker Racing – Kawasaki ZX-10R – + 50.784
23- Matt Tooley – Phillip Island Ride Days – Yamaha YZF R1 – + 51.302
24- Patrick Li – MotoGo Yamaha – Yamaha YZF R1 – + 1’02.940
25- Philip Czaj – Eco Light Up/11Motosport – Aprilia RSV4 Factory – + 1’06.880
26- Ted Collins – Ted Collins Racing – BMW S1000RR – + 1’08.301
27- Adam Senior – Senior Engineering – Yamaha YZF R1 – + 1’08.359
28- Scott McGregor – Mini Loader Hire – Yamaha YZF R1 – + 1’27.100
29- Cody Travers – Cycle World Tasmania – Suzuki GSX-R 1000 – + 1’32.546
30- Con Kokkoris – Tick Signs – Ducati Panigale – + 1’36.465
31- Heath Griffin – Russell Symes & Company – Ducati Panigale R – + 1’36.667
32- Ashley Manuel – Pendragon Racing – Kawasaki ZX-10R – + 1’40.961
33- Tassy Limanis – Vinnies Racing – BMW S1000RR – a 1 giro
34- Edward Faulkhead – Ray White Mildura – Honda CBR 1000RR – a 1 giro

L’INTERVISTA Troy Bayliss: “Adesso lo so, vado ancora forte”

In Gara 1 vittoria sfiorata per Troy Bayliss

La cronaca di Gara 2

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy