ASBK Phillip Island Gara 2: Troy Bayliss 5° ad un soffio dal podio, vince Maxwell

ASBK Phillip Island Gara 2: Troy Bayliss 5° ad un soffio dal podio, vince Maxwell

Dopo la vittoria sfiorata in Gara 1 Troy Bayliss è 5° nella seconda corsa dell’ASBK a Phillip Island lottando per il podio. Aspettando Gara 3, sale sul gradino più alto del podio Maxwell in volata su Waters.

di Alessio Piana, @alessiopiana130
Troy Bayliss giù dal podio in Gara 2

Per soli 153 millesimi è sfumato il podio, ma da Troy Bayliss sono arrivate solo conferme in termini di competitività e tenuta fisica nella seconda di tre gare in programma dell’ASBK Australian Superbike a Phillip Island. In una Gara 2 che ha visto il successo di Wayne Maxwell (Yamaha Motor Australia) a scapito del Campione in carica Josh Waters (Team Suzuki ECSTAR Australia), il Mito di Taree ha lottato dal primo all’ultimo giro della contesa per il podio, segnando oltretutto i suoi migliori riferimenti cronometrici proprio nella fase conclusiva della contesa.

TROY BAYLISS QUINTO A 153 MILLESIMI DAL PODIO – Sfiorata ieri un’eccezionale vittoria al ritorno alle corse, in Gara 2 il tre volte Campione del Mondo ce l’ha messa tutta per ripetersi. Al via ha indovinato una pregevole partenza conservando la seconda posizione alle spalle del solo Josh Waters, ceduta da lì a poco ad un velocissimo e scatenato Wayne Maxwell. Ritrovatosi terzo, TB21 è stato dapprima raggiunto e, successivamente, superato al 5° dei 12 giri previsti dal terzetto composto da Falzon, Herfoss e Staring, formando un poker di piloti in lizza per il più basso gradino del podio ed a 4″ dai fuggitivi Maxwell e Waters. Se la tenuta fisica sulla distanza era uno dei fattori messi in discussione dagli scettici, Bayliss ha risposto girando sotto il muro dell’1’34” in 3 degli ultimi 4 giri di gara, vicino al suo miglior crono della corsa (1’33″500) ottenuto alla seconda tornata. L’unico “neo” di Gara 2 il podio sfumato proprio al photofinish per 153 millesimi, riuscendo in un avvincente ultimo giro ad avere la meglio su Daniel Falzon (tra poche ore impegnato da wild card nel Mondiale Superbike) per la quinta posizione, ma non su Bryan Staring (3° con Kawasaki BCperformance) ed il vincitore di Gara 1 Troy Herfoss (4° con Penrite Honda).

WAYNE MAXWELL TORNA ALLA VITTORIA – Aspettando Gara 3 in programma alle 16:30 locali (le 6:30 locali), in un podio multi-marca con rappresentate Yamaha, Suzuki e Kawasaki fa festa Wayne Maxwell. Tuttora detentore del primato della pista per la categoria (1’32″274 del 2013 con Suzuki, all’epoca in regime di gomma libera), l’esperto pilota australiano ha riscattato un tormentato sabato con un doppio-zero maturato tra la wild card nel Mondiale e Gara 1 dell’ASBK, in quest’ultima circostanza con una caduta causata dalla comparsa delle prime gocce di pioggia. L’alfiere Yamaha Motor Australia ha conquistato la leadership al quarto giro su Josh Waters in virtù di un mostruoso crono di 1’32″875, trovando le opportune contromisure per rispondere agli assalti del Campione in carica e festeggiare la prima vittoria stagionale.

2018 YMF Australian Superbike Championship presented by Motul Pirelli
Phillip Island Grand Prix Circuit
Classifica Gara 2

01- Wayne Maxwell – Yamaha Racing Team – Yamaha YZF R1 – 12 giri in 18’49.212
02- Josh Waters – Team Suzuki ECSTAR Australia – Suzuki GSX-R 1000 – + 0.935
03- Bryan Staring – Kawasaki BCperformance – Kawasaki ZX-10R – + 4.356
04- Troy Herfoss – Penrite Honda – Honda CBR 1000RR SP – + 4.479
05- Troy Bayliss – DesmoSport Ducati – Ducati 1299 Panigale Final Edition – + 4.509
06- Daniel Falzon – Yamaha Racing Team – Yamaha YZF R1 – + 5.013
07- Michael Blair – Gosford Classic Car Museum – Yamaha YZF R1 – + 16.070
08- Matt Walters – Swann Insurance Superbike – Kawasaki ZX-10R – + 16.757
09- Glenn Allerton – NextGen Motorsports – BMW S1000RR – + 17.639
10- Aaron Morris – Maxima Yamaha – Yamaha YZF R1 – + 27.229
11- Alex Phillis – Phillis Racing – Suzuki GSX-R 1000 – + 30.806
12- Ted Collins – Ted Collins Racing – BMW S1000RR – + 32.886
13- Mitchell Rees – Carl Cox Motorsport – Honda CBR 1000RR – + 38.995
14- Mitchell Levy – ATR/Manshed Auctions – Yamaha YZF R1 – + 44.433
15- Kyle Buckley – Kawasaki BCperformance – Kawasaki ZX-10R – + 44.973
16- Aaiden Coote – AARK Suspension and Tuning – Kawasaki ZX-10R – + 47.598
17- Mason Coote – AARK Suspension and Tuning – Kawasaki ZX-10R – + 47.741
18- Lucas Vitale – BCperformance Junior Team – Kawasaki ZX-10R – + 50.023
19- Callum Spriggs – CS 50 Racing – Kawasaki ZX-10RR – + 51.875
20- William Strugnell – Lees Spoton Motorcycles – Kawasaki ZX-10R – + 51.897
21- Mathew Harding – K&R Hydraulics/Kawasaki Connection – Kawasaki ZX-10R – + 52.115
22- Matt Tooley – Phillip Island Ride Days – Yamaha YZF R1 – + 53.449
23- David Barker – Barker Racing – Kawasaki ZX-10R – + 57.150
24- Arthur Sissis – Suzuki GSX-R 1000 – + 1’01.081
25- Mark Chiodo – Team Suzuki ECSTAR Australia – Suzuki GSX-R 1000 – + 1’03.013
26- Patrick Li – MotoGo Yamaha – Yamaha YZF R1 – + 1’03.447
27- Philip Czaj – Eco Light Up/11Motosport – Aprilia RSV4 Factory – + 1’12.645
28- Adam Senior – Senior Engineering – Yamaha YZF R1 – + 1’13.458
29- Scott McGregor – Mini Loader Hire – Yamaha YZF R1 – + 1’28.603
30- Nathan Spiteri – Livson RST – Suzuki GSX-R 1000 – + 1’44.367
31- Ashley Manuel – Pendragon Racing – Kawasaki ZX-10R – + 2’06.317
32- Heath Griffin – Russell Symes & Company – Ducati Panigale R – a 1 giro
33- Edward Faulkhead – Ray White Mildura – Honda CBR 1000RR – a 1 giro

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy