ASBK Phillip Island Gara 1: Glenn Allerton in volata su Jones e Maxwell

ASBK Phillip Island Gara 1: Glenn Allerton in volata su Jones e Maxwell

Prima manche dell’Australian Superbike 2016 a Phillip Island ricca di colpi di scena: soltanto in volata Glenn Allerton riesce a spuntarla su Mike Jones e Wayne Maxwell

Pirotecnico inizio di stagione dell’Australian Superbike al Phillip Island Grand Prix Circuit. Nella prima di tre gare in programma nel fine settimana vissuto in concomitanza con il Mondiale di categoria Glenn Allerton, tri-Campione nazionale Superbike oggi portacolori di Yamaha Motor Australia nell’ASC (serie rivale dell’ASBK), si assicura soltanto in volata la vittoria a scapito di Mike Jones (Desmo Sport Ducati di Troy Bayliss, 2° a 223 millesimi) e del proprio compagno di squadra Wayne Maxwell (3° a 0″275), terzetto di protagonisti che ha entusiasmato la manche inaugurale dell’anno nuovo con l’assegnazione del punteggio anche per quanto concerne il Phillip Island Championship. Non particolarmente brillante nelle prove (scattato soltanto dalla 5° casella), Allerton è riuscito ad avere la meglio in un concitato finale, conseguenza di un altrettanto rocambolesco avvio di questa gara ‘sprint’ disputatasi sulla distanza di 10 giri.

Allo spegnimento del semaforo lo stesso ‘Ninga‘ e ‘Mad Mike‘ sono riusciti ad avere il miglior spunto, ma alla conclusione del primo giro si è registrato il primo (clamoroso) colpo di scena: all’uscita della celebre ‘Swan Corner’ proprio Jones si è intraversato a piena velocità, cogliendo in contro-tempo le due Honda Motologic condotte da Jamie Stauffer e Troy Herfoss giunti inavvertitamente al contatto. In questa carambola Stauffer ha percorso tutto il ‘Gardner Straight’ (il celebre rettifilo dei box) scivolando, evitato di un soffio dallo stesso teammate Herfoss e dal poleman Maxwell. Mentre quest’ultimo iniziava una furiosa rimonta conclusasi con il 3° posto finale ed uno spaventoso crono in 1’33″074 confermandosi tutt’uno con il suo tracciato di casa, là davanti Allerton e Jones hanno ingaggiato un avvincente duello a suon di tornate veloci.

Mike Jones secondo con la Ducati Panigale del team DesmoSport di Troy Bayliss
Mike Jones secondo con la Ducati Panigale del team DesmoSport di Troy Bayliss

Raggiunti nel finale da Maxwell, Allerton è riuscito a trovare lo spunto giusto per precedere il pupillo di Troy Bayliss aggiudicandosi così vittoria (una delle tante ottenute qui dopo le precedenti affermazioni conseguite con Honda e BMW) e 25 preziosi punti per il Phillip Island Championship, serie articolata sui due eventi in concomitanza con MotoGP e World SBK di scena sul tracciato nei pressi di Melbourne. In ottica ASBK (i piloti Yamaha Australia e Honda Motologic prendono parte all’Australasian Superbike Championship), con il secondo posto Mike Jones ha guadagnato punti preziosi rispetto ai suoi diretti avversari Michael Blair e Daniel Falzon, rispettivamente 6° e 7° preceduti sul traguardo da Cru Halliday (4°, Yamaha Motor Australia) e Troy Herfoss (Honda Motologic, 5°), mentre è finito a terra nel corso del secondo giro il Campione nazionale Supersport in carica Brayden Elliott all’esordio tra le ‘Big Bikes’.

Per Jones, caduto senza conseguenze nel corso della terza sessione di prove libere del Mondiale Superbike, una bella iniezione di fiducia in attesa di affrontare tra pochi minuti la Superpole-2 sempre ai comandi della Panigale Stock schierata dal (debuttante) team DesmoSport Ducati di Troy Bayliss. Per l’ASBK appuntamento a domani con le restanti due gare in programma da disputarsi, sempre sulla distanza di 10 giri ciascuna, alle 9:20 e 11:50 locali.

Yamaha Motor Finance Australian Superbike Championship presented by Motul Pirelli 2016
Phillip Island Grand Prix Circuit
Classifica Gara 1

01- Glenn Allerton – Yamaha Racing Team – Yamaha YZF R1 – 10 giri in 15’45.559
02- Mike Jones – Desmo Sport Ducati – Ducati 1299 Panigale – + 0.223
03- Wayne Maxwell – Yamaha Racing Team – Yamaha YZF R1 – + 0.275
04- Cru Halliday – Yamaha Racing Team – Yamaha YZF R1 – + 3.188
05- Troy Herfoss – Crankt Protein Honda Racing – Honda CBR 1000RR SP – + 3.329
06- Michael Blair – YRT/Blair Build – Yamaha YZF R1 – + 11.752
07- Daniel Falzon – Caterpillar/Mainline Dyno – Yamaha YZF R1 – + 11.864
08- Ben Burke – SA Kawasaki/BC Performance – Kawasaki ZX-10R – + 12.198
09- Robert Bugden – SA Kawasaki/BC Performance – Kawasaki ZX-10R – + 13.184
10- Matt Walters – Kawasaki Connection – Kawasaki ZX-10R – + 17.175
11- Adam Christie – Ace Racing – Yamaha YZF R1 – + 28.754
12- John Hunt – Moto National & Cykel – Kawasaki ZX-10R – + 28.931
13- Sloan Frost – Treble Cone – Suzuki GSX-R 1000 – + 31.672
14- Ryan Hampton – Paradise Motorcycle Tours – Suzuki GSX-R 1000 – + 45.503
15- Philip Czaj – Tuross Moto Sport/Czaj Racing – Aprilia RSV4 – + 51.112
16- Peter Berry – Lirson TBR – Kawasaki ZX-10R – + 52.304
17- Evan Byles – SA Kawasaki/BC Performance – Kawasaki ZX-10R – + 56.054
18- Jason Ivkovic – Ivko Racing – Suzuki GSX-R 1000 – + 56.724
19- Adam Senior – Senior Engineering – Honda CBR 1000RR – + 57.105
20- Colin Brooks – Arc Electrical – Kawasaki ZX-10R – + 59.598
21- Ashley Manuel – Pendragon/Mototune – Kawasaki ZX-10R – + 1’01.464
22- Nathan Spiteri – Konnect & Volcanic Creative – Honda CBR 1000RR – + 1’11.613
23- Patricia Fernandez – Aussie Dave Racing – Suzuki GSX-R 1000 – + 1’13.075
24- Brendan Schmidt – Newturf Aust Pty Ltd – Kawasaki ZX-10R – + 1’21.136
25- Gary Smith – Peter Stevens Adelaide – Yamaha YZF R1 – + 1’30.795
26- Kris Keen – Netsecure Consulting/Moto Italia – Aprilia RSV4 – + 1’36.172
27- Tony Keogh – Team Keogh Racing – Kawasaki ZX-10R – + 1’37.125
28- Andrew Eccles – SKB Racing – Honda CBR 1000RR – + 1’37.741
29- Nick Marsh – Superbike Source Racing – Aprilia RSV4 – a 1 giro

Foto Motorcycling Australia – Andrew Gosling/TBG Sport

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy