Anthony West, confermata la sospensione per doping

Anthony West, confermata la sospensione per doping

Il pilota australiano rischia di perdere il titolo Supersport dell’Asia Road Racing Championship

di Redazione Corsedimoto
Anthony West

Anthony West resta sospeso per doping e, salvo sorprese, rischia di non poter correre l’ultima prova dell’Asia Road Racing Championship, il prossimo 2 dicembre a Buriram (Thailandia). Il pilota australiano ha già saltato il precedente round di Sentul (Indonesia), ma resta leader della classifica con 34 punti (su 50 in palio) di vantaggio sul malese Azlan Kamaruzaman, pupillo Kawasaki.

CONTROANALISI – La corte disciplinare della Federazione Motociclistica Internazionale ha respinto la richiesta di revoca della sospensione che lo stesso Anthony West aveva avanzato. Questo perchè anche il campione B ha confermato la presenza di sostanze stimolanti nell’urina del pilota. L’analisi è stata compiuta dalla Wada (World Anti-Doping Agency) a Colona (Germania).  Il campione incriminato è stato raccolto a Misano, lo scorso luglio, al termine della gara di Mondiale Supersport. “Il Sig. Anthony West è provvisoriamente sospeso con effetto dal 14 settembre 2018. Pertanto è escluso dal partecipare a qualsiasi competizione o attività motociclistica fino a nuovo avviso e in attesa di una finale decisione sul merito del caso” si legge nella nota emessa dalla Federazione Motociclistica Internazionale.

ASIA – La sospensione di West lascia ben sei piloti in gioco per il titolo Supersport ARRC. Nel precedente round di Sentul la Yamaha del team Webike orfana di Anthony è stata affidata al sudafricano Sheridan Morais. Questa la situazione: 1. Anthony West (Aus-Yamaha) 136; 2. Azlan Kamarazum (MAL-Kawasaki) 102; 3. Andi Farid Izdihar (Ind-Honda) 99; 4. Ahmad Yudhistira (Ind-Kawasaki) 99; 5. Zaqhwan Zaidi (MAL-Honda) 94; 5.  Ratthapong Wilairot (Tha-Yamaha) 91

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy