SUPERBIKE*IDM Zolder Gara 2: prima vittoria 2014 di Max Neukirchner

SUPERBIKE*IDM Zolder Gara 2: prima vittoria 2014 di Max Neukirchner

Forés resta leader

Si interrompe la striscia di vittorie consecutive da parte di Xavi Forés, ma non del Ducati 3C-Racing Team. Gara 2 della SUPERBIKE*IDM disputatasi al Circuit Zolder (Belgio) ha visto il ritorno sul gradino più alto del podio di Max Neukirchner, al rientro quest’anno nell’Internationale Deutsche Motorradmeisterschaft dopo una serie di sfortunate esperienze tra Moto2 e Mondiale Superbike. Voluto fortemente da Ducati Corse per far parte dell’ambizioso progetto di sviluppo della 1199 Panigale R ad opera del 3C-Racing Team nell’IDM Superbike, il forte pilota tedesco è uscito vincitore al culmine di uno spettacolare confronto-a-tre per il gradino più alto del podio nella seconda manche sullo storico tracciato belga. Terzo nella Superpole, reduce da una sequenza di tre secondi posti consecutivi in tre gare alle spalle del compagno di squadra Forés, in Gara 2 l’ex pilota Suzuki Alstare, Honda Ten Kate, Ducati Pedercini e MR Racing del Mondiale Superbike è riuscito ad aggiudicarsi una vittoria in rimonta. Partito benissimo dalla seconda casella, il capoclassifica di campionato (e vincitore di Gara 1) Xavi Forés ben presto è riuscito a mettere tra sé e gli avversari un vantaggio di quasi 2″ nelle prime fasi di gara; giusto al giro di boa della contesa il Campione Europeo Superstock 1000 e del CEV Stock Extreme in carica si è visto riagganciare dallo stesso Neukirchner e Markus Reiterberger, quest’ultimo addirittura in grado di portarsi al comando delle operazioni nel corso del 10° dei 17 giri previsti. Neukirchner verso la prima vittoria 2014 Proprio nel corso dell’ultima e decisiva tornata della contesa una veniale sbavatura di Forés ha permesso a Max Neukirchner di sfruttare l’occasione e, in volata, conquistare la prima vittoria stagionale davanti al Campione in carica Markus Reiterberger (BMW S1000RR del team alpha Technik) e Xavi Forés, terzo a completare il podio. Un successo importante per il nativo di Stolberg, ora a -6 in campionato dal proprio compagno di squadra con Reiterberger già a -23, ma dal potenziale per recuperare terreno a partire dal prossimo round in programma il 22 giugno alla Motorsport Arena di Oschersleben. Al di fuori dal gruppo di testa, il Campione IDM Superstock in carica e idolo di casa Bastien Mackels (Van Zon Remeha BMW) ha rimediato all’errore di Gara 1 transitando sul traguardo in quarta posizione seguito dal Campione 2012 Erwan Nigon (ingaggiato a tempo pieno da HPC Power Suzuki Racing) e dal rientrante Damian Cudlin, sesto assoluto con la Kawasaki Ninja ZX-10R del Weber Diener Racing Team. Prosegue il momento no invece per Michael Ranseder, a terra nel corso dell’ottavo giro, anticipato al sesto passaggio da Matej Smrz. Senza di loro i colori Honda Holzhauer e Yamaha Motor Deutschland sono così stati difesi rispettivamente da Danny de Boer (9°) e Luca Hansen (8°) a completare il novero dei piloti della Superbike di testa. Reiterberger davanti alle due Ducati Panigale Passando all’IDM Superstock, dopo la sensazionale vittoria di Gara 1 si è ripetuta la velocissima Lucy Glockner, in trionfo (e 10° assoluta) con la BMW HP4 del Wilbers Racing distanziando Leon Bovee (Van Zon Remeha BMW) ed il giovane “Rookie” nonchè dominatore del primo round al Lausitzring Marco Nekvasil (BMW S1000RR dell’Interwetten Racing by Fritze Tuning). Grazie a questa doppia-affermazione, ora Lucy Glockner è seconda in campionato seppur con 16 punti da recuperare rispetto a Nekvasil. Da segnalare al via il nostro Ciro Leone, 20° e 23° nelle due gare in programma con la BMW S1000RR del No Limit. SUPERBIKE*IDM 2014 Circuit Zolder, Classifica Gara 2 01- Max Neukirchner – 3C Racing Team – Ducati 1199 Panigale R – 17 giri in 26’09.272 02- Markus Reiterberger – Van Zon Remeha BMW – BMW S1000RR – + 0.306 03- Xavi Forés – 3C Racing Team – Ducati 1199 Panigale R – + 0.640 04- Bastien Mackels – Van Zon Remeha BMW – BMW S1000RR – + 24.178 05- Erwan Nigon – HPC Power Suzuki Racing – Suzuki GSX-R 1000 – + 27.728 06- Damian Cudlin – Weber Diener Racing Team – Kawasaki ZX-10R – + 31.369 07- Stefan Nebel – Wilbers BMW Racing Team – BMW HP4 – + 34.710 08- Luca Hansen – Team Yamaha Motor Deutschland – Yamaha YZF R1 – + 41.319 09- Danny de Boer – Holzhauer Racing Promotion – Honda CBR 1000RR SP – + 41.570 10- Lucy Glockner – Wilbers BMW Racing – BMW HP4 – + 49.647 (Superstock) 11- Leon Bovee – Van Zon Remeha BMW – BMW S1000RR – + 51.390 (Superstock) 12- Marco Nekvasil – Interwetten Racing by Fritze Tuning – BMW S1000RR – + 52.428 (Superstock) 13- Alex Phillis – Weber Diener Racing Team – Kawasaki ZX-10R – + 1’11.569 (Superstock) 14- Marc Buchner – HPC Power Suzuki Racing – Suzuki GSX-R 1000 – + 1’12.130 15- Chris Burri – Kawasaki Schnock Team Shell Advance – Kawasaki ZX-10R – + 1’17.024 (Superstock) 16- Marc Neumann – Neumann Racing – BMW S1000RR – + 1’17.235 (Superstock) 17- Mark Albrecht – racing4fun.de – BMW S1000RR – + 1’24.086 (Superstock) 18- Daniel Kartheininger – Oppermann Racing Team – Honda CBR 1000RR SP – + 1’29.520 19- Sergiy Grygorovych – Van Zon Remeha BMW – BMW S1000RR – a 1 giro (Superstock) 20- Chris Schmid – racing4fun.de – BMW S1000RR – a 1 giro (Superstock) 21- Johannes Kanzler – Gerner Racing Team – BMW S1000RR – a 1 giro (Superstock) 22- Erdal Karabulut – No Limit – BMW S1000RR – a 1 giro (Superstock) 23- Ciro Leone – No Limit – BMW S1000RR – a 1 giro (Superstock) 24- Martijn Polinder – SWPN – BMW S1000RR – a 2 giri Vittorio Iannuzzo impegnato nell'IDM SupersportIDM Supersport Al Circuit Zolder si è disputato il secondo appuntamento stagionale dell’IDM Supersport. Nelle due gare andate in scena tra sabato 31 maggio e domenica 1 giugno vittorie rispettivamente di Stefan Kerchbaumer (Yamaha R6 del Langenscheidt Racing by Fat Bike Service) e Roman Stamm (Kawasaki Schnock Team Shell Advance) con l’esordiente Marvin Fritz (Yamaha R6 del Bayer-Bikerbox Racing), grazie a due secondi posti, confermatosi capoclassifica di campionato con 90 punti contro gli 81 del vice-Campione IDM Superstock in carica Roman Stamm. Tra i protagonisti della categoria, il nostro Vittorio Iannuzzo ha ben figurato in sella alla Suzuki GSX-R 600 del team HPC-Power Suzuki Racing, formazione di riferimento Suzuki International Europe nell’ambito dell’Internationale Deutsche Motorradmeisterschaft. Scattato dalla quinta posizione in griglia, il pilota irpino in una prima manche inframmezzata da una bandiera rossa ha concluso al 5° posto, 6° (ma di fatto quinto tra i piloti dell’IDM in virtù della presenza di Wim van de Broeck in qualità di wil card) in Gara 2. “Al momento paghiamo un pò di gap al confronto dei primi 3, a causa delle gomme“, ha dichiarato il Campione Europeo Superstock 1000 2002. “Sono abbastanza soddisfatto di come è andato questo weekend soprattutto in un circuito così impegnativo dove la conoscenza del tracciato è fondamentale. Da gara 1 a gara 2 abbiamo fatto un grosso miglioramento a livello cronologico e sulla distanza totale della gara. In entrambe la gare abbiamo chiuso al quinto posto. Ci manca mezzo secondo al giro per essere sul gradino più alto del podio. Sono sicuro che dalla prossima il podio non ci sfugge“. Con questi risultati ora Vittorio Iannuzzo è sesto in campionato con 36 punti all’attivo.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy