SUPERBIKE*IDM Sachsenring Gara 1: trionfale ritorno di Martin Bauer

SUPERBIKE*IDM Sachsenring Gara 1: trionfale ritorno di Martin Bauer

Ritorno e vittoria con la Panigale

Commenta per primo!

Il “Re” è tornato: eccome se è tornato. Al Sachsenring, terz’ultimo appuntamento stagionale della SUPERBIKE*IDM (nuova denominazione ufficiale dell’IDM voluta dal promoter MotorEvents), in Gara 1 il 37enne austriaco Martin Bauer, recordman dell’Internationale Deutsche Motorradmeisterschaft con 30 vittorie e tre titoli (2007 e 2008 con Honda Holzhauer, 2011 con la KTM ufficiale), al ritorno in pista dopo oltre 1 anno di assenza si è assicurato la vittoria all’esordio assoluto con la Ducati 1199 Panigale del 3C Racing Team, formazione di Denis Hertrampf che ha dovuto rivedere in corsa i programmi sportivi 2013 a seguito del brutto infortunio di Dario Giuseppetti. Recentemente impegnato in MotoGP da wild card a Brno con la Suter BMW CRT del Remus Racing Team del sodalizio tra Fritz Schwarz e Andreas Bronnen, l’esperto pilota austriaco ha conquistato una sensazionale vittoria in volata a scapito di Markus Reiterberger, secondo con alpha Technik BMW e sempre più leader della classifica. Scattato dalla prima fila dello schieramento, Bauer ha trovato subito il limite della bicilindrica di Borgo Panigale provata soltanto settimana scorsa per un breve test al Lausitzring. Assente nell’IDM da Zeltweg 2012, all’epoca occasionalmente impegnato con una Suzuki GSX-R 1000 di HPC Power a seguito del disimpegno ufficiale di KTM al termine della trionfale stagione 2011, il buon Bauer ha sorpreso tutti per la velocità mostrata in sella alla Panigale #45. Mantenuta la calma dopo la bandiera rossa del primo via (oltre un’ora di stop per l’olio lasciato dalla Suzuki di Joshua Day in fumo), il tri-Campione IDM ha ingaggiato un bel confronto con Reiterberger e Ranseder risoltosi soltanto in volata a vantaggio del forte pilota austriaco, giunto alla 31esima affermazione in carriera nella categoria, la seconda per la Ducati 1199 Panigale in trionfo proprio al Sachsenring lo scorso anno con lo sfortunato Dario Giuseppetti, atteso al rientro per la stagione 2014. Markus Reiterberger sempre più leader Una vittoria storica e suggestiva per Martin Bauer in una prima manche che ha visto una innumerevole serie di colpi di scena. Detto del motore KO di Joshua Day, non è andata meglio alla “guest star” dell’evento Max Neukirchner, al via in qualità di wild card con una Ducati 1199 Panigale in configurazione Superstock. Autore della pole-record al sabato in 1’24″188, costretto tuttavia a scattare dalla quinta casella per un’irregolarità tecnica (pneumatici non marcati con l’adesivo imposto dagli organizzatori), il portacolori del MR Racing di Mario Rubatto nei primi giri è rimasto in piena corsa per la leadership salvo vedersi costretto al ritiro al terzo passaggio per un problema tecnico. Fuori gioco l’attuale protagonista del Mondiale Superbike, si sono ritrovati così in lizza per il gradino più alto del podio Markus Reiterberger (alpha Technik BMW) e Michael Ranseder (Honda Holzhauer Racing Promotion), con quest’ordine alle spalle di un sensazionale Bauer ed entrambi soddisfatti: il primo per aver rafforzato la leadership a scapito del Campione in carica Erwan Nigon e Damian Cudlin (soltanto 4°), il secondo per un nuovo piazzamento nella top-3 dopo aver ritrovato la vittoria, la prima con Honda, a Schleizer Dreieck. Sempre in casa HRP, l’ex iridato Endurance Freddy Foray ha concluso 5° a precedere Bastien Mackels, a seguito del ritiro di Max Neukirchner vincitore della classe Superstock con la BMW S1000RR di alpha Technik e sempre più leader della classifica. Niente da fare invece per le R1 di Yamaha Motor Deutschland con Gareth Jones 10° e Matej Smrz (non al meglio dopo il brutto highside di Gara 2 al Nurburgring nel WSBK) 13°, lasciando un posto nella top-10 alla BMW HP4 di Stefan Nebel, settimo. SUPERBIKE*IDM 2013 Sachsenring, Classifica Gara 1 01- Martin Bauer – 3C Racing Team – Ducati 1199 Panigale – 16 giri in 22’49.834 02- Markus Reiterberger – Van Zon Remeha BMW – BMW S1000RR – + 0.168 03- Michael Ranseder – Honda Holzhauer Racing Promotion – Honda CBR 1000RR – + 1.025 04- Damian Cudlin – RAC Racing BMW – BMW S1000RR – + 10.535 05- Freddy Foray – Honda Holzhauer Racing Promotion – Honda CBR 1000RR – + 12.023 06- Bastien Mackels – Van Zon alpha Technik BMW by Herpigny – BMW S1000RR – + 15.069 (SST) 07- Stefan Nebel – Wilbers BMW Racing – BMW HP4 – + 19.397 08- Arie Vos – Van Zon alpha Technik BMW by Herpigny – BMW S1000RR – + 19.602 09- Kevin Valk – RAC Racing BMW – BMW S1000RR – + 19.779 10- Gareth Jones – Yamaha Motor Deutschland by Monster Energy – Yamaha YZF R1 – + 19.985 11- Dominik Vincon – BMW Stilgenbauer – BMW S1000RR – + 20.403 (SST) 12- Roland Resch – RRRR Suzuki Racing Team – Suzuki GSX-R 1000 – + 24.167 13- Matej Smrz – Yamaha Motor Deutschland by Monster Energy – Yamaha YZF R1 – + 28.330 14- Marc Buchner – HPC Power Suzuki Racing – Suzuki GSX-R 1000 – + 48.801 15- Didier Grams – ADAC Sachsen – BMW S1000RR – + 50.070 (SST) 16- Daniel Sutter – Kawasaki Schnock Team Shell Advance – Kawasaki ZX-10R – + 51.683 (SST) 17- Peter Preussler – AGR Preussler Racing Team – BMW S1000RR – + 1’01.603 18- Alex Phillis – Weber Diener Racing Team – Kawasaki ZX-10R – + 1’01.847 (SST) 19- Christoph Kasberger – Kasirace77 – Kawasaki ZX-10R – + 1’10.840 (SST) Foto: SUPERBIKE*IDM

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy