SUPERBIKE*IDM: Reiterberger punta al titolo 2015 con alpha Technik

SUPERBIKE*IDM: Reiterberger punta al titolo 2015 con alpha Technik

Impegno anche nel WSBK ed EWC

Commenta per primo!

Laureatosi nel 2013 Campione IDM Superbike, per la stagione 2015 Markus Reiterberger punta a ripetersi sempre sotto le insegne del team Van Zon Remeha BMW. Il più giovane Campione di sempre nell’ambito della top class dell’Internationale Deutsche Motorradmeisterschaft a 19 anni compiuti, ‘Reiti’ dopo trascorsi nell’IDM 125, la vittoria nella Yamaha R6 Dunlop Cup 2010 inframezzata nel 2008 dall’impegno nella Red Bull MotoGP Rookies Cup, dal 2011 rientra nei programmi di BMW Motorrad e alpha Racing. Già protagonista nella Superstock 1000 FIM Cup 2011 (8°) e 2012 (6°), al ritorno nell’IDM si è assicurato il titolo Superbike 2013, portando a termine al terzo posto la stagione 2014 riuscendo, in diverse occasioni, a spezzare l’egemonia del Ducati 3C-Racing Team. Per il 2015 l’obiettivo non può che esser riappropriarsi della tabella #1 con la nuova BMW S1000RR, pur senza trascurare altri impegni: dopo le strabilianti performance tra la 8 ore di Oschersleben e la 24 Heures Moto Le Mans, Reiterberger difenderà i colori del Penz13.com BMW Racing Team nel Mondiale Endurance e, sempre con Van Zon Remeha BMW, prenderà parte a quattro round del World Superbike in qualità di wild card. “Per la maggior parte dei piloti è sempre difficile riuscire a difendere un titolo appena conquistato“, ha spiegato Markus Reiterberger. “Nel 2014 mi sono presentato nella SUPERBIKE*IDM con il numero 1 da Campione in carica, ma sapevo che sarebbe stato difficile ripetersi. A febbraio ho provato per la prima volta le Pirelli ad Almeria riuscendo oltretutto a migliorare di gran lunga il bilanciamento della nostra BMW S1000RR, basti pensare che ho girato in 1’35″0 quando Tom Sykes aveva fermato i cronometri sull’1’34″7. Resterà con Van Zon Remeha BMW Tuttavia la stagione presentava un gran livello dei partenti: come compagno di squadra mi sono ritrovato il Campione IDM Superstock in carica Bastien Mackels, mentre la Ducati era entrata ufficialmente nella categoria con Xavi Fores e Max Neukirchner. Il 2014 è iniziato bene con la pole e record sul giro tra Lausitzring e Zolder, ma soffrivamo sulla distanza di gara rispetto alle Ducati. Questione di decimi, ma sufficienti per non poter ambire alla vittoria. Verso la fine della stagione siamo tornati ai nostri livelli conquistando vittorie al Lausitzring e Hockenheim, dimostrando che le Ducati, seppur ufficiali, si possono battere. Sebbene non siamo riusciti a bissare il titolo conquistato nel 2013, eravamo ragionevolmente soddisfatti. Siamo stati gli unici ad impensierire le Ducati, in tutti i round abbiamo migliorato i nostri tempi attestandoci ad un livello più alto. Quest’anno l’obiettivo sarà quello di tornare a vincere il campionato e, con la nuova BMW S1000RR, sono convinto sia un traguardo alla nostra portata. Correrò nuovamente con Van Zon Remeha BMW, sempre con Werner Daemen in qualità di team manager, inoltre prenderemo parte a quattro round del Mondiale Superbike da wild card e sarò al via del Mondiale Endurance con il Penz13.com BMW Racing Team di Rico Penzkofer. Con largo anticipo ho già iniziato il mio programma di allenamenti per presentarmi al top della forma fisica all’inizio della stagione. Sarà un campionato molto combattuto, correremo contro Ducati e Yamaha, ma possiamo dire la nostra“.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy