SUPERBIKE*IDM: pronostico incerto per la classe Superstock a Zolder

SUPERBIKE*IDM: pronostico incerto per la classe Superstock a Zolder

Comanda Gines

Commenta per primo!

Al Circuito di Zolder in Belgio la SUPERBIKE*IDM (International German Championship) si appresta ad affrontare il secondo appuntamento stagionale, compatibilmente valevole per il secondo round dell’IDM Superstock. Integrata dal promoter MotorEvents nel 2013 registrando i successi di Bastien Mackels (2013, oggi nella top class SBK e nel Mondiale Endurance con BMW) e Marco Nekvasil (2014, impegnato nel CEV Moto2 insieme al team Fritze Tuning), la “Stock” teutonica quest’anno si mostra ancor più interessante grazie all’impegno di BMW, Kawasaki e di Yamaha, quest’ultima presente con una serie di “Supported Team” (Langenscheidt Racing, SWPN, Bayer Bikerbox Racing, Freudenberg Racing Team) impegnati nello sviluppo della nuova YZF-R1M 2015. Proprio la casa dei Tre Diapason al termine del primo round disputatosi all’Eurospeedway di Lausitz comanda la classifica grazie ad un protagonista d’eccezione: il francese Mathieu Gines, con Yamaha GMT94 Campione del Mondo Endurance in carica, in “prestito” al Langenscheidt Racing by Fast Bike Service per condurre ai vertici la R1M #41. Il giovane pilota transalpino ci ha messo poco a trovare dimestichezza con la categoria tanto da lasciare il Lausitzring al comando della graduatoria con 40 punti frutto dei due secondi posti totalizzati nelle gare vinte dal giovane Lukas Trautmann (Gara 1) e Roman Stamm (Gara 2). Gines pertanto farà di tutto per difendere la leadership in quel di Zolder, ma i due vincitori dell’Eurospeedway non staranno a guardare. Roman Stamm, ex-vice iridato Endurance e “runner up” lo scorso anno dell’IDM Supersport, sulla scia dell’affermazione di Gara 2 punta a ripetersi con la Ninja ZX-10R iscritta dal pluri-decorato Kawasaki Schnock Team Motorex. Medesimo proposito per il giovane vincitore di Gara 1 Lukas Trautmann, trascorsi importanti nella Red Bull MotoGP Rookies Cup, trovatosi subito a meraviglia nella categoria e con la Yamaha YZF-R1M del Freudenberg Racing Team tanto da assicurarsi il successo al debutto assoluto tra le Superstock. Due grandi protagonisti della categoria, motivati a ripetersi pur incrociando nel proprio cammino altri potenziali candidati alla vittoria: dall’olandese Danny de Boer sceso dalla Superbike per dare l’assalto Superstock al titolo con la R1M di SWPN Yamaha (sodalizio tra SWPN partner van Stichting Zorgeloos Kind e Yamaha Motor Nederland), passando per il terzo classificato della stagione 2014 Dominik Vincon, nuovamente schierato in forma strettamente privata dal team BMW Stilgenbauer. Da seguire doverosamente con un occhio di riguardo anche “Lady” Lucy Glöckner, non particolarmente fortunata al Lausitzring tanto da raccogliere soltanto 18 punti, ma pur sempre vittoriosa lo scorso anno a Zolder proprio con il Wilbers BMW Racing Team, iniziando un cammino che l’aveva portata ad un passo dalla conquista del titolo di categoria. IDM Superstock 2015 La Classifica di Campionato dopo il 1° round 01- Mathieu Gines – Langenscheidt Racing by Fast Bike Service – Yamaha YZF-R1M – 40 02- Roman Stamm – Kawasaki Schnock Team Motorex – Kawasaki ZX-10R – 38 03- Danny de Boer – SWPN Yamaha – Yamaha YZF-R1M – 27 04- Lukas Trautmann – Freudenberg Racing Team – Yamaha YZF-R1M – 25 05- Stefan Kerschbaumer – Leitwolf.cc Racing – Yamaha YZF-R1M – 20 06- Dominik Vincon – BMW Stilgenbauer – BMW S1000RR – 19 07- Lucy Glöckner – Wilbers BMW Racing Team – BMW S1000RR – 18 08- Michal Filla – BMW Sikora Motorsport – BMW S1000RR – 17 09- Marvin Fritz – Bayer Bikerbox Racing – Yamaha YZF-R1M – 16 10- Chris Burri – Kawasaki Schnock Team Motorex – Kawasaki ZX-10R – 13

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy