SUPERBIKE*IDM Nurburgring Gara 2: seconda vittoria di Max Neukirchner

SUPERBIKE*IDM Nurburgring Gara 2: seconda vittoria di Max Neukirchner

Ancora una vittoria Ducati

Commenta per primo!

Prosegue la stagione trionfale della Ducati nella SUPERBIKE*IDM, classe regina dell’Internationale Deutsche Motorradmeisterschaft. In Gara 2 al Nurburgring Max Neukirchner, tornato quest’anno a competere in madrepatria con la Ducati 1199 Panigale R schierata dal 3C-Racing Team (formazione di riferimento Ducati Corse della categoria), si è aggiudicato una sensazionale vittoria dominando la scena nei 6 giri della “Heat 2” disputatisi sotto la pioggia battente. Caduto all’avvio in Gara 1, nella seconda manche in programma Neukirchner, insieme al Campione in carica Markus Reiterberger (alpha Technik BMW) ed al proprio compagno di squadra Xavi Forés, ha ingaggiato un avvincente confronto prima dell’esposizione della bandiera rossa nel corso del 10° giro per un effettivo acquazzone che ha bagnato il tracciato dell’Eifel. Al restart, con 6 giri da effettuare sotto la pioggia (e con somma dei tempi), Neukirchner ha dominato la scena transitando sul traguardo della “Heat 2″ con 8″ di vantaggio su Erwan Nigon, 11″ su Damian Cudlin (vincitore di Gara 1, caduto al primo via e distanziato di 2 giri), ma soprattutto 12″ su Reiterberger e 14” su Forés, un margine sufficiente per celebrare la seconda affermazione stagionale dopo Gara 2 a Zolder. Per il Ducati 3C-Racing Team si tratta del settimo successo in otto gare sin qui disputate con i due piloti al comando (e con vantaggio) nella classifica del campionato: grazie al terzo posto il Campione Europeo Superstock 1000 e CEV Stock Extreme in carica Xavi Forés conduce ora la graduatoria con 177 punti, 31 lunghezze di vantaggio rispetto allo stesso Max Neukirchner, 40 rispetto a Markus Reiterberger, con la BMW S1000RR di alpha Technik (Van Zon Remeha BMW) classificatosi secondo dopo esser stato uno dei grandi protagonisti al primo via, in pieno confronto con le due Ducati 1199 Panigale R per la vittoria. Con più soltanto 4 round (Schleizer Dreieck, Assen, Lausitzring e Hockenheim) per un totale di 8 gare da disputare, prosegue così il cammino trionfale Ducati 3C con tutti gli altri attesi protagonisti dell’IDM Superbike già tagliati fuori dalla corsa al titolo. Nigon, Neukirchner e Fores a confronto Autore sabato della Superpole, come in Gara 1 Matej Smrz (Yamaha Motor Deutschland) è volato a terra al primo via, imitato al restart da Michael Ranseder (Honda Holzhauer Racin Promotion). Senza di loro il Campione 2012 Erwan Nigon, sensazionale 3° in Gara 1, ha condotto la GSX-R 1000 di HPC Power Suzuki Racing al quarto posto assoluto a precedere Danny de Boer (Honda Holzhauer Racing Promotion) e Stefan Nebel, sesto assoluto con la BMW HP4 sviluppata in proprio dal Wilbers Racing. Passando all’IDM Superstock, la caduta del capoclassifica Marco Nekvasil ha spalancato le porte alla terza vittoria stagionale (ed il settimo posto nell’assoluta) della velocissima Lucy Glockner su BMW HP4 del Wilbers Racing a precedere la wild card Marc Moser (impegnato nella Superstock 1000 FIM Cup sempre con una Ducati 1199 Panigale R del Triple M Racing) e Dominik Vincon (BMW Stilgenbauer). In virtù di questi risultati ora Lucy Glockner ha ridotto a soli 6 punti lo svantaggio da Nekvasil in campionato. SUPERBIKE*IDM 2014 Nurburgring, Classifica Gara 2 01- Max Neukirchner – 3C Racing Team – Ducati 1199 Panigale R – 16 giri in 24’54.102 02- Markus Reiterberger – Van Zon Remeha BMW – BMW S1000RR – 16 giri in 25’06.151 03- Xavi Forés – 3C Racing Team – Ducati 1199 Panigale R – 16 giri in 25’08.320 04- Erwan Nigon – HPC Power Suzuki Racing – Suzuki GSX-R 1000 – 16 giri in 25’10.749 05- Danny de Boer – Holzhauer Racing Promotion – Honda CBR 1000RR SP – 16 giri in 25’35.132 06- Stefan Nebel – Wilbers BMW Racing – BMW HP4 – 16 giri in 25’37.681 07- Lucy Glockner – Wilbers BMW Racing – BMW HP4 – 16 giri in 25’44.883 (Superstock) 08- Marc Moser – Triple M Racing by Ducati – Ducati 1199 Panigale R – 16 giri in 25’55.144 (Superstock) 09- Dominik Vincon – BMW Stilgenbauer – BMW S1000RR – 16 giri in 25’59.773 (Superstock) 10- Marc Neumann – Neumann Racing – BMW S1000RR – 16 giri in 26’05.785 (Superstock) 11- Bastien Mackels – Van Zon Remeha BMW – BMW S1000RR – 16 giri in 26’09.552 12- Luca Hansen – Team Yamaha Motor Deutschland – Yamaha YZF R1 – 16 giri in 26’12.810 13- Marc Buchner – HPC Power Suzuki Racing – Suzuki GSX-R 1000 – 16 giri in 26’14.742 14- Chris Burri – Kawasaki Schnock Team Shell Advance – Kawasaki ZX-10R – 16 giri in 26’16.170 15- Daniel Kartheininger – Oppermann Racing Team – Honda CBR 1000RR SP – 16 giri in 26’18.868 16- Thomas Hainthaler – SlashTech Racing – BMW S1000RR – 16 giri in 26’26.159 (Superstock) 17- Alex Phillis – Weber Diener Racing Team – Kawasaki ZX-10R – 16 giri in 26’26.835 (Superstock) 18- Leon Bovee – Van Zon Remeha BMW – BMW S1000RR – 16 giri in 26’27.390 (Superstock) 19- Johannes Kanzler – Gerner Racing Team – BMW S100RR – 16 giri in 26’54.340 (Superstock) 20- Sergiy Grygorovych – Van Zon Remeha BMW – BMW S1000RR – 16 giri in 27’25.165 (Superstock) 21- Guney Sezgin – MT Racing – BMW S1000RR – 16 giri in 27’39.680 (Superstock)

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy