SUPERBIKE*IDM Nurburgring Gara 1: Damian Cudlin in trionfo

SUPERBIKE*IDM Nurburgring Gara 1: Damian Cudlin in trionfo

Vince sotto la pioggia, 2° Forés

Commenta per primo!

Gara 1 all’insegna di diversi colpi di scena nel quarto appuntamento stagionale della SUPERBIKE*IDM (nuova denominazione dell’Internationale Deutsche Motorradmeisterschaft) al Nurburgring. Sotto la pioggia l’australiano Damian Cudlin, specialista dell’Endurance con trascorsi in MotoGP (con Ducati Pramac e Aspar, lo scorso anno con Paul Bird Motorsport) e già Campione IDM Supersport, è salito sul gradino più alto del podio portando in trionfo, da assoluto dominatore, la Kawasaki Ninja ZX-10R del Weber-Diener Racing Team davanti a Xavi Forés (2° e sempre più leader del campionato) ed Erwan Nigon, terzo a completare un podio “multi-marca” con la Suzuki GSX-R 1000 del team HPC Power. Soltanto dodicesimo nelle qualifiche ufficiali, “Damo” in sella alla propria Kawasaki ha fatto valere la propria esperienza ritrovandosi già nel corso del primo giro nel gruppo di testa insieme a Forés ed al leader Matej Smrz, autore ieri in 1’41″362 della Superpole in sella alla R1 di Yamaha Motor Deutschland. Nel corso del sesto giro Cudlin ha rilevato il comando delle operazioni proprio da Smrz, a sua volta caduto poco più tardi vanificando una potenziale gara da protagonista. Da quel momento in avanti l’esperto pilota australiano, protagonista delle ultime stagioni dell’IDM Superbike con le BMW di alpha Technik e RAC Racing, si è incamminato verso una vittoria in solitaria testimoniata dai 12″ di vantaggio rispetto a Xavi Forés. Per Damian Cudlin il ritorno alla vittoria nell’Internationale Deutsche Motorradmeisterschaft in una stagione 2014 che lo ha visto salire in sella soltanto a partire dal secondo round di Zolder alla Kawasaki ZX-10R del privatissimo Weber-Diener Racing Team, riuscendo a spezzare l’egemonia del Ducati 3C-Racing Team dopo sei vittorie nelle prime sei gare tra Lausitzring, Zolder e Oschersleben. Vittoria preziosissima per Cudlin, altrettanto il secondo posto di Xavi Forés, con la Ducati 1199 Panigale R del 3C-Racing Team ora con ben 40 punti di vantaggio rispetto al proprio compagno di squadra Max Neukirchner, scivolato nelle prime fasi di gara. Non è andato oltre il quarto posto il Campione in carica Markus Reiterberger (alpha Technik BMW), ora con 44 lunghezze da recuperare rispetto a Forés in classifica, preceduto al traguardo anche dal Campione 2012 ed ex-compagno di squadra Erwan Nigon, terzo portando sul podio la GSX-R 1000 del team HPC Power Suzuki Racing, compagine di riferimento Suzuki International Europe nella categoria. A seguire le due Honda CBR 1000RR Fireblade SP dell’Holzhauer Racing Promotion affidate a Michael Ranseder e Danny de Boer hanno concluso rispettivamente in quinta e sesta posizione davanti al veterano Stefan Nebel, settimo con la BMW HP4 del Wilbers Racing, ma ad oltre 1 minuto dal vincitore Cudlin. Marco Nekvasil (7) vince tra le Superstock Passando all’IDM Superstock, vittoria (la quinta in sette gare sin qui disputate) in volata per il 17enne austriaco Marco Nekvasil con la BMW S1000RR preparata da Fritze Tuning ed iscritta con i colori Interwetten Racing, ottavo assoluto a precedere per una manciata di metri la velocissima Lucy Glockner, con la BMW HP4 del Wilbers Racing seconda di classe e ora, aspettando Gara 2, già con 31 punti da recuperare in classifica. SUPERBIKE*IDM 2014 Nurburgring, Classifica Gara 1 01- Damian Cudlin – Weber Diener Racing Team – Kawasaki ZX-10R – 18 giri in 31’06.694 02- Xavi Forés – 3C Racing Team – Ducati 1199 Panigale R – + 12.795 03- Erwan Nigon – HPC Power Suzuki Racing – Suzuki GSX-R 1000 – + 18.627 04- Markus Reiterberger – Van Zon Remeha BMW – BMW S1000RR – + 36.987 05- Michael Ranseder – Holzhauer Racing Promotion – Honda CBR 1000RR SP – + 53.492 06- Danny de Boer – Holzhauer Racing Promotion – Honda CBR 1000RR SP – + 1’06.139 07- Stefan Nebel – Wilbers BMW Racing – BMW HP4 – + 1’12.476 08- Marco Nekvasil – Interwetten Racing by Fritze Tuning – BMW S1000RR – + 1’25.290 (Superstock) 09- Lucy Glockner – Wilbers BMW Racing – BMW HP4 – + 1’25.995 (Superstock) 10- Marc Neumann – Neumann Racing – BMW S1000RR – a 1 giro (Superstock) 11- Bastien Mackels – Van Zon Remeha BMW – BMW S1000RR – a 1 giro 12- Marc Buchner – HPC Power Suzuki Racing – Suzuki GSX-R 1000 – a 1 giro 13- Dominik Vincon – BMW Stilgenbauer – BMW S1000RR – a 1 giro (Superstock) 14- Luca Hansen – Team Yamaha Motor Deutschland – Yamaha YZF R1 – a 1 giro 15- Frank Hafner – Bikecity Hafner – Yamaha YZF R1 – a 1 giro (Superstock) 16- Alex Phillis – Weber Diener Racing Team – Kawasaki ZX-10R – a 1 giro (Superstock) 17- Johannes Kanzler – Gerner Racing Team – BMW S100RR – a 2 giri (Superstock) 18- Thomas Hainthaler – SlashTech Racing – BMW S100RR – a 2 giri (Superstock) 19- Sergiy Grygorovych – Van Zon Remeha BMW – BMW S1000RR – a 2 giri (Superstock) 20- Daniel Kartheininger – Oppermann Racing Team – Honda CBR 1000RR SP – a 2 giri

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy