SUPERBIKE*IDM: il regolamento tecnico 2015 dell’IDM nel dettaglio

SUPERBIKE*IDM: il regolamento tecnico 2015 dell’IDM nel dettaglio

Il regolamento IDM 2015

di Redazione Corsedimoto

Una seriie che ha anticipato i tempi, definendo un regolamento studiato nel dettaglio, emulato in parte da serie nazionali ed internazionali per il futuro a breve e medio termine. L’IDM, acronimo di “Internazionale Deutsche Motorradmeisterschaft” oggi riconosciuto con la denominazione ufficiale di “SUPERBIKE*IDM“, da anni presenta una regolamentazione tecnica innovativa, una ‘via di mezzo’ tra le ‘Full Superbike’ e le ‘Superstock’ conosciute ai più. Un regolamento ripreso, su certi aspetti, dalla nuova regolamentazione vigente del Mondiale Superbike (ed ancor prima dalla classe ‘EVO’), ulteriormente rinnovato per la stagione 2015. Moto al via e relativo peso minimo Come per il mondiale di categoria, anche nell’IDM sono ammesse moto di tre differenti frazionamenti: 4 cilindri (fino a 1000cc), 3 cilindri (da 750cc a 1000cc) e le bicilindriche (da 850cc a 1200cc). A dispetto del peso minimo di 165kg imposto nella serie iridata, nell’IDM è previsto un peso limite di 168kg per tutti i tipi di frazionamenti, anche se la IDM Kommission ed il promoter MotorEvents si riservano, a stagione in corso, di imporre correttivi per equilibrare le prestazioni tra le varie moto al via. Telaio Il telaio deve mantenere il disegno e dimensioni originali del modello di serie. Consentite protezioni in materiali compositi a forcellone e telaio, altresì vietato aggiungere parti medianti saldature sul telaio stesso: permessa invece la sostituzione e/o modifica al telaietto posteriore. Allo studio per la stagione 2015 (l’ufficialità attesa a breve) la possibilità di correre con telaio in fibra di carbonio se già presente nel modello di serie come nel caso della nuova Yamaha YZF-R1M. Motore Le normative per quanto concerne la preparazione del propulsore si avvicinano più all’attuale regolamentazione Superstock. Pochi interventi possibili, imposizione di mantenere testata, alberi a camme ed altre parti del motore di serie. Impianto di scarico Consentito (ovviamente) l’adozione di un impianto di scarico “racing”, anche se deve mantenere la stessa posizione del silenziatore di serie. Ai controlli fonometrici è previsto un limite di 110 dB/A con una tolleranza di 1 dB/A al termine di una gara delle due gare in programma. Regolamento sportivo Nell’IDM Superbike/Superstock possono correre piloti con almeno 17 anni compiuti. Per concorrere per la classifica finale di campionato saranno prese in considerazione esclusivamente le iscrizioni pervenute entro e non oltre il 28 febbraio prossimo. Le gare (2) si disputano sulla distanza di 65km ciascuna.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy