SUPERBIKE*IDM: a Zolder per il secondo appuntamento stagionale

SUPERBIKE*IDM: a Zolder per il secondo appuntamento stagionale

BMW, Ducati e Yamaha a confronto

Commenta per primo!

BMW, Yamaha, Ducati all’attacco. Un acceso confronto al vertice si profila, a ribadire la tematica d’interesse offerta dall’esordio stagionale andato in scena al Lausitzring, per il secondo round della SUPERBIKE*IDM 2015 in programma nel fine settimana del 15-17 maggio a Zolder (Belgio), primo appuntamento al di fuori dei confini tedeschi del calendario. La rinnovata presenza delle case costruttrici, al seguito di team che non hanno nulla da invidiare al Mondiale di categoria, ha reso ancor più avvincente l’attuale International German Championship (ex-Internationale Deutsche Motorradmeisterschaft) atteso ad un weekend con due gare dal pronostico incerto. Alla luce dei valori in campo offerti dall’Eurospeedway, sarà Markus Reiterberger (alpha Technik BMW) il pilota da battere, ma con Yamaha e Ducati “a ruota”. Campione IDM Superbike 2013, tra i pochi (se non effettivamente l’unico) a spezzare l’egemonia di successi Ducati nella passata stagione, Markus Reiterberger ha iniziato con il piglio giusto l’anno nuovo con la BMW S1000RR 2015 preparata da alpha Technik ed iscritta sotto le insegne di Van Zon Remeha BMW. Dopo promettenti test invernali “Reiti” si è assicurato la vittoria nelle due gare dell’Eurospeedway, presentandosi pertanto a punteggio pieno (50 pt.) per il round di Zolder. L’ex protagonista della Superstock 1000 FIM Cup ed attuale contendente al titolo Mondiale Endurance con Penz13 BMW punta a sfruttare il “momentum” favorevole seppur, chiaramente, ben consapevole della forza dei suoi diretti competitors. Classifica alla mano il suo più diretto antagonista risponde al nome di Max Neukirchner, vice-Campione in carica con 3C-Ducati, passato al Team MGM Yamaha con la nuova YZF-R1M condotta prontamente nelle posizioni che contano della categoria. L’ex protagonista del Mondiale Superbike ha siglato la pole all’esordio al Lausitzring, collezionando due secondi posti nelle due gare con qualche rammarico: in Gara 1 per una piccola sbavatura al via, nella seconda manche scontando una messa a punto ottimale “tardiva” che gli ha precluso la chance di duellare con Reiterberger. Max 76 si mostra in ogni caso pienamente fiducioso di centrare la prima vittoria del nuovo corso Yamaha nell’IDM a Zolder, proposito condiviso dal proprio compagno di squadra Damian Cudlin. Campione IDM Supersport 2010 con trascorsi in MotoGP (con Ducati Pramac e Aspar, più recentemente con Paul Bird Motorsport), Moto2 e nell’IDM Superbike con BMW e Kawasaki, “Damo” al Lausitzring ha vissuto un weekend tra alti e bassi: caduto in Gara 1 quando si ritrovava in pieno confronto con Reiterberger, 4° in Gara 2 mancando per 198 millesimi il primo podio da portacolori della compagine di Michael Galinski oggi “Official Yamaha IDM Team”, precedentemente riconosciuta sotto le insegne del Team Yamaha Motor Deutschland. Yamaha dunque si presenterà in Belgio all’attacco, medesimo proposito per il 3C-Racing Team, formazione di riferimento Ducati Corse in grado lo scorso anno di dominare la scena con 11 vittorie, 30 podi complessivi e 8 doppiette in 15 gare. Da Campione in carica con il #1 ben impresso sul cupolino della propria Panigale R Xavi Forés, dopo due terzi posti totalizzati al Lausitzring, andrà a caccia della prima affermazione 2015 sulla scia delle ottime “sostituzioni” dell’infortunato Davide Giugliano con l’Aruba.it Racing Ducati Superbike Team nelle tappe di Aragon ed Assen del Mondiale di categoria. Lo scorso anno Forés si assicurò la vittoria in Gara 1 mentre non era presente (esordì soltanto da Schleiz) il nostro Lorenzo Lanzi, attualmente quarto nella generale con 24 punti raccolti e tutto il potenziale per rientrare nel lotto di piloti in corsa per il gradino più alto del podio. Cercheranno invece di collocarsi nelle posizioni di vertice Matej Smrz (passato da Yamaha alla BMW del Wilbers Racing), il giovane neo-acquisto del team HRP (Holzhauer Racing Promotion) Jan Halbich ed il Campione 2012 Erwan Nigon, di fatto ultimo baluardo Suzuki schierato dall’HPC Power Suzuki Racing Team, in difficoltà nel primo round disputatosi al Lausitzring con l’unica GSX-R 1000 Superbike dello schieramento di partenza. Chi non ci sarà a Zolder e sarà costretto ad osservare un lungo stop per infortunio è invece Luca Grünwald, portacolori del Weber-Diener Racing Team Kawasaki reduce da una stagione nel Mondiale Moto3 con Kiefer Racing, caduto all’Eurospeedway rimediando la frattura della gamba destra: lo rivedremo in azione soltanto nel corso dell’estate. SUPERBIKE*IDM 2015 La Classifica di Campionato dopo il 1° round 01- Markus Reiterberger – Van Zon Remeha BMW – BMW S1000RR – 50 02- Max Neukirchner – Team Yamaha MGM – Yamaha YZF-R1M – 40 03- Xavi Forés – 3C-Racing Team – Ducati 1199 Panigale R – 32 04- Lorenzo Lanzi – 3C-Racing Team – Ducati 1199 Panigale R – 24 05- Matej Smrz – Wilbers BMW Racing Team – BMW S1000RR – 21 06- Jan Halbich – Holzhauer Racing Promotion – Honda CBR 1000RR SP – 19 07- Damian Cudlin – Team Yamaha MGM – Yamaha YZF-R1M – 13 08- Erwan Nigon – HPC-Power Suzuki Racing – Suzuki GSX-R 1000 – 8

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy