Kousuke Akiyoshi da Suzuki a Honda

Kousuke Akiyoshi da Suzuki a Honda

Clamoroso passaggio nel Japan Superbike con protagonista Akiyoshi

di Redazione Corsedimoto

Le bandiere non esistono più, anche nel motociclismo. Dal Giappone arriva una notizia che, per gli appassionati del motociclismo del Sol Levante, risulterà indubbiamente “clamorosa”. Kousuke Akiyoshi, 34enne pilota di Fukuoka, lascia la Suzuki per passare alla Honda, il tutto dopo aver trascorso praticamente una vita con la casa di Hamamatsu. Andiamo però con ordine nel raccontare come si è arrivati a questo clamoroso cambio di casacca.

Akiyoshi nel 1995 raggiunge il team Suzuki ufficiale nel campionato giapponese Superbike, vestendo addirittura i colori Lucky Strike, i medesimi della squadra impegnata nel Motomondiale 500cc. Akiyoshi è una bella promessa, per lui sembrano aprirsi le porte del Mondiale ma… c’è un ma: problemi personali, burrascosi eventi imprevisti obbligheranno “Aki” a chiudere con le corse. Rientrerà solo nel 2002, ma facendo nuovamente tutta la… gavetta: tester Suzuki di moto di serie, poi della Superbike, infine nella MotoGP.

Diventa, con Nobuatsu Aoki, il punto di riferimento nello sviluppo della GSV-R, oltre che pilota di punta nel campionato giapponese prima di concentrarsi esclusivamente sul doppio impegno collaudatore-MotoGP e pilota per la 8 ore di Suzuka. Akiyoshi nel 2006 correrà inoltre a Motegi come wild-card nella top class, risultando in prova il migliore dei piloti Suzuki (davanti a John Hopkins e Chris Vermeulen…) e guadagnandosi la medesima chance nei due anni successivi. Inutile poi ricordare la 8 ore di Suzuka del 2007, vinta insieme a Yukio Kagayama, il primo grande successo Suzuki da tempo immemore in grado di fermare un decennio di dominio Honda.

Già, la Honda, la sua nuova casa. L’accordo è arrivato a sorpresa, ed è stato dovuto al ridimensionamento dei programmi Suzuki nel Motorsport, con la chiusura improvvisa del test team della MotoGP. Senza più un… lavoro, Kousuke Akiyoshi è così passato alla Honda, che lo “girerà” (nel 2009 non ci saranno CBR 1000RR in pista) al team F.C.C. TSR. Il pilota nipponico, come si evince dalla foto, ha già vestito i nuovi colori che lo accompagneranno in 3 prove del MFJ Superbike e alla 8 ore di Suzuka, con l’obiettivo di ripetere il trionfo del 2007. Questa volta non più da “nemico”, bensì da alleato Honda.

Alessio Piana

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy