IDM Superbike Nurburgring Gara 2: Smrz batte Teuchert in volata

IDM Superbike Nurburgring Gara 2: Smrz batte Teuchert in volata

La KTM continua a vincere

Commenta per primo!

Dopo una breve “parentesi” della BMW nella prima manche, in Gara 2 dell’IDM Superbike la KTM è tornata a vincere. Il merito è di Matej Smrz, poleman e sempre più leader di campionato, che è riuscito proprio all’ultimo giro a passare il fuggitivo ex-iridato Supersport e campione IDM Superbike 2009 Jorg Teuchert (Yamaha Motor Deutschland), abile a tenere la testa della corsa per 14 dei 15 giri in programma. Con questa affermazione “Smrzino”, caduto in Gara 1, si ritrova con 5 punti di margine in classifica sul compagno di marca in KTM Martin Bauer (soltanto 10° sul traguardo), 7 sul campione 2010 Karl Muggeridge, quarto sul traguardo.

La seconda manche sul tracciato dell’Eifel è stata comunque ricca di sorprese. A pochi minuti dal via la pioggia ha fatto capolino, obbligando la direzione gara a posticipare lo start consentendo ai meccanici di effettuare il cambio-gomme e settare la moto per le condizioni di bagnato. Al via Jorg Teuchert ha preso subito il comando su Smrz e sul sorprendente Troy Herfoss, già campione AMA Supermoto e Australian Supersport (attualmente è 2° nel campionato australiano), all’esordio nell’IDM con il Team Suzuki Alber Bischoff. A questo terzetto di testa si era ricongiunto anche il vincitore di Gara 1 Michael Ranseder, costretto alla resa a quattro tornate dalla bandiera a scacchi quando navigava in 3° posizione.

Senza più “Michi” tra i protagonisti, si è proposto un bel confronto tra Teuchert e Smrz con il pilota ceco passato al comando proprio all’ultimo giro, vincendo in volata la sua terza gara nell’IDM Superbike per soli 274 millesimi. Sul podio, a sorpresa, lo svedese Freddy Papunen con la privatissima BMW del team Wilbers Witec, lasciando alle spalle Karl Muggeridge (Honda Holzhauer), Ghisbert Van Ginhoven (BMW RAC Racing) e le S1000RR di Alpha Technik/Van Zon/Kraftwerk condotte da Damian Cudlin e dal 17enne Markus Reiterberger.

Troy Herfoss, grande protagonsita della prima parte di gara, ha concluso 13° in crisi negli ultimi giri con l’asfalto che andava man mano asciugandosi. Sul traguardo anche Luca Verdini, wild card con la Honda Superstock del Ten Kate Junior Team, 22° guadagnando riferimenti utili per la tappa della FIM Cup del prossimo 4 settembre. Per l’IDM Superbike l’appuntamento è ora rimandato al 19 giugno al Sachsenring con 3 piloti racchiusi in 7 punti in classifica di campionato.

Internationale Deutsche Motorradmeisterschaft 2011
Nurburgring, Classifica Gara 2

01- Matej Smrz – INGHART KTM Superbike Team Germany – KTM RC8R – 15 giri in 22’55.343
02- Jorg Teuchert – Yamaha Motor Deutschland – Yamaha YZF R1 – + 0.274
03- Freddy Papunen – Wilbers BMW Racing – BMW S1000RR – + 5.862
04- Karl Muggeridge – Holzhauer Racing Promotion – Honda CBR 1000RR – + 7.395
05- Ghisbert Van Ginhoven – RAC Racing – BMW S1000RR – + 7.721
06- Damian Cudlin – Alpha Technik Van Zon Kraftwerk – BMW S1000RR – + 12.274
07- Markus Reiterberger – Alpha Technik Van Zon Kraftwerk – BMW S1000RR – + 16.666
08- Roman Stamm – Stamm Racing – Suzuki GSX-R 1000 – + 17.086
09- Gareth Jones – Wilbers BMW Racing – BMW S1000RR – + 21.781
10- Martin Bauer – Motorex KTM Superbike Team – KTM RC8R – + 30.204
11- Sascha Hommel – Yamaha Motor Deutschland – Yamaha YZF R1 – + 31.196
12- Barry Veneman – RAC Racing – BMW S1000RR – + 34.318
13- Troy Herfoss – Team Suzuki Alber Bischoff – Suzuki GSX-R 1000 – + 36.440
14- Filip Altendorfer – Wilbers BMW Racing – BMW S1000RR – + 37.834
15- Kevin Wahr – Holzhauer Racing Promotion – Honda CBR 1000RR – + 54.550
16- Peter Preussler – BMW Motorrad Senger – BMW S1000RR – + 55.246
17- Dario Giuseppetti – Technogym Racing by Hertrampf – Ducati 1098R – + 1’03.659
18- Irek Sikora – Wilbers BMW Racing – BMW S1000RR – + 1’03.988
19- Manuel Hernandez – Dialen Motorsport Russland – Honda CBR 1000RR – + 1’06.689
20- Randy Pagaud – Garnier Alpha Racing Team – BMW S1000RR – + 1’11.330
21- Branko Srdanov – Srdanov Racing – Yamaha YZF R1 – + 1’20.188
22- Luca Verdini – Ten Kate Junior Team – Honda CBR 1000RR – + 1’30.521

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy