IDM Superbike: a Oschersleben per il secondo round con Teuchert leader

IDM Superbike: a Oschersleben per il secondo round con Teuchert leader

Pronostico impossibile per l’IDM

Dalle sorprese del primo round al Lausitzring, l’IDM Superbike si appresta ad affrontare questo fine settimana il secondo appuntamento stagionale alla “Motorsport Arena” di Oschersleben, tracciato che per un buon lustro (2000-2004) ha ospitato il mondiale di categoria prima di diventare una tappa fissa per l’Internationale Deutsche Motorradmeisterschaft. Su di un circuito lento, tortuoso e corto (giusto 3.667 metri), i 19 protagonisti del campionato promettono di dar vita a due gare emozionanti, dando seguito allo spettacolo emerso dal primo appuntamento all’Eurospeedway. Se per l’IDM il 2012 ha prodotto lo storico record in negativo in termini prettamente quantitativi per il numero di piloti iscritti (19, quasi la metà dello scorso anno), il livello dei partenti resta alto, proponendo un perfetto-mix tra “vecchie volpi” del motociclismo teutonico e “giovani leoni” di fama internazionale. Un confronto “generazionale” che, per il momento, ha premiato Jorg Teuchert, iridato Supersport 2000, bi-campione IDM Superbike (2006 e 2009 con le R1 di INGHART e Yamaha Motor Deutschland), passato quest’anno al team Wilbers Racing con una competitiva BMW S1000RR. Secondo in Gara 1, nella seconda manche al Lausitzring il 42enne pilota tedesco è tornato sul gradino più alto del podio ponendo la parola fine ad un digiuno che durava da 2 anni, con l’ultima affermazione siglata proprio a Oschersleben nel 2010. Capace di vincere nell’IDM con Yamaha, MV Agusta e BMW, Teuchert ha arricchito la personale bacheca di successi raggiungendo quota 20 vittorie, ma soprattutto ritrovando quella velocità che gli mancava da tempo. Competitivo sin dalla prima presa di contatto con la 4 cilindri di Monaco dello scorso mese di settembre a Hockenheim, Teuchert con un 1° ed un 2° posto si ritrova non soltanto in testa al campionato, ma davanti a piloti sulla carta ben più quotati, sempre sotto la bandiera di BMW Motorrad. A podio nelle due gare (3° e 2°), il giovane austriaco vice-campione in carica Michael Ranseder (Technogym Racing Austria Fritze Tuning) insegue ora a 9 punti, seguito a breve distanza dall’altro alfiere del Wilbers BMW Racing Gareth Jones, australiano alla terza stagione nell’IDM dopo successi nel campionato olandese e neozelandese Superbike (doppio titolo nel 2010). Sono dunque tre i piloti BMW al comando della classifica, ma ci sono altri alfieri di Monaco che si sono messi in mostra al Lausitzring: Troy Herfoss, campione AMA Supermoto 2008 e Australian Supersport 2010, all’esordio in gara con il RAC Racing BMW si è giocato la vittoria nelle due manche dando seguito all’affermazione conseguita ad inizio aprile nell’inaugurale prova dell’ONK Superbike al TT Circuit Van Drenthe di Assen. Al di sotto le aspettative invece il rendimento di Erwan Nigon, pilota ufficiale BMW Motorrad France nell’Endurance (2° nel mondiale 2011, campione francese Superbike 2010), non in grado di incidere all’esordio nell’IDM con il team di riferimento Van Zon alpha Technik e la disponibilità (in esclusiva per il campionato) di coperture ufficiali Michelin. Con questo “squadrone” inevitabilmente la BMW monopolizza la classifica piloti e costruttori, ma ad Oschersleben, ripensando ai buoni risultati dello scorso anno, è atteso protagonista Matej Smrz, passato da INGHART KTM a Yamaha Motor Deutschland riuscendo a conquistare la vittoria di Gara 1 all’esordio in sella alla Yamaha YZF R1 preparata dal MGM Performance di Michael Galinski. “Smrzino”, fuori gioco nella seconda manche per un problema tecnico, è uno dei potenziali favoriti per la conquista del campionato, a tutti gli effetti presenza fissa nelle posizioni che contano nell’ultimo triennio passando con disinvoltura tra Honda, KTM e Yamaha. Un pilota “polivalente” Smrz, senza dubbio “vincente” Karl Muggeridge, inaspettatamente giù dal podio nelle due gare all’Eurospeedway dopo la conquista della pole position con la nuova Honda CBR 1000RR Fireblade C-ABS 2012 preparata dall’Holzhauer Racing Promotion. Iridato Supersport 2004 e campione IDM Superbike nel 2010 sempre con Honda HRP, “Muggas” è chiamato al riscatto ad Oschersleben dove vinse tanto nel WSS 2004 quanto nell’IDM 2010, cercando di risolvere quei problemi di trazione incontrati nel primo round. Accanto a BMW, Honda e Yamaha, nell’IDM Superbike è presente anche la Ducati con l’Hertrampf Racing e l’esordiente 1199 Panigale S affidata a Dario Giuseppetti, 7° e 8° nelle prime due gare 2012 in un vero e proprio “Test Week-End” senza alcun riferimento nei test invernali. Il prossimo passo per il team Hertrampf, dal 2008 formazione di riferimento Ducati Corse nell’Internationale Deutsche Motorradmeisterschaft vantando pole e vittorie con la “vecchia” 1098R, è inevitabilmente la top-5 a scapito della Suzuki, in difficoltà al Lausitzring con l’ex campione IDM Supersport Sascha Hommel (Team HPC Power Suzuki con una GSX-R preparata proprio da Hertrampf) e l’austriaco titolato nella Suzuki GSX-R Cup e dai trascorsi nel mondiale Superbike Roland Resch (Team Reitwagen Suzuki). Da rivedere infine nel week-end alla “Motorsport Arena” di Oschersleben Lucy Glockner, giovane motociclista tedesca del Wilbers BMW Racing capace di conquistare ben 11 punti e la 10° posizione in campionato: brava! Internationale Deutsche Motorradmeisterschaft 2012 La Classifica Piloti dopo il Lausitzring 01- Jorg Teuchert – Wilbers BMW Racing – BMW S1000RR – 45 02- Michael Ranseder – Technogym Racing Austria – BMW S1000RR – 36 03- Gareth Jones – Wilbers BMW Racing – BMW S1000RR – 29 04- Matej Smrz – Yamaha Motor Deutschland – Yamaha YZF R1 – 25 05- Karl Muggeridge – Honda Holzhauer Racing Promotion – Honda CBR 1000RR – 22 06- Erwan Nigon – Van Zon alpha Technik BMW – BMW S1000RR – 21 07- Troy Herfoss – RAC Racing BMW – BMW S1000RR – 21 08- Dario Giuseppetti – Hertrampf Racing – Ducati 1199 Panigale – 17 09- Sascha Hommel – HPC Power Suzuki Racing – Suzuki GSX-R 1000 – 14 10- Lucy Glockner – Wilbers BMW Racing – BMW S1000RR – 11 11- Roland Resch – Team Reitwagen Suzuki – Suzuki GSX-R 1000 – 11 13- Luca Hansen – Yamaha Motor Deutschland – Yamaha YZF R1 – 7 14- Irek Sikora – Wilbers BMW Racing – BMW S1000RR – 6 15- Ghisbert van Ginhoven – RAC Racing BMW – BMW S1000RR – 3 16- Peter Preussler – AGR Preussler Racing Team – BMW S1000RR – 2 17- Arie Vos – Van Zon alpha Technik BMW – BMW S1000RR – 1 18- Branko Srdanov – B&R Racing – BMW S1000RR – 1

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy