FSBK: si riparte a Le Mans con una grande lotta al titolo

FSBK: si riparte a Le Mans con una grande lotta al titolo

Sebastien Gimbert Vs Vincent Philippe

Commenta per primo!

Sul circuito Bugatti di Le Mans il Championnat de France Superbike torna in pista il prossimo fine settimana dopo oltre un mese di sosta. Da Magny Cours al mitico circuito della Sarthè di cose ne sono successe ed un pò i valori in campo sono cambiati: il ruolo di lepre da Vincent Philippe è passato a Sebastien Gimbert, ritrovatosi in vetta alla classifica di campionato grazie agli ottimi risultati di Nevers con una vittoria ed un podio prezioso nella seconda manche, quando si è registrata la sorprendente affermazione di Loris Baz con una R1 Superstock.

Il portacolori Yamaha GMT94 può contare adesso su di una YZF R1 decisamente competitiva grazie agli sviluppi apportati dalla squadra di Christophe Guyot, comprensivi di un nuovo propulsore arrivato direttamente dal programma WSBK con preparazione MG Competition. La Suzuki non è rimasta a guardare, anche se pare aver perso un pò il passo: Philippe a Magny Cours è stato fermato da un problema tecnico, in più si è “perso” Guillaume Dietrich, fermo per infortunio e ormai fuori dai giochi di campionato.

Il due volte campione in carica della serie (stagioni 2007 e 2008) dovrebbe rientrare per l’atto conclusivo della stagione ad Albi, dove si metterà a servizio della squadra per aiutare (eventualmente) Philippe ad aggiudicarsi al campionato. Suzuki LMS, comunque, sarà al via con i soli Vincent Philippe e Freddy Foray a Le Mans, senza aver chiesto l’ausilio di un sostituto.

Guardando oltre lo scontro per il campionato, ci si aspetta molto dalla Kawasaki, le cui quotazioni sono in rialzo con Gwen Giabbani ben piazzato in campionato (quarto), ma che vuole conquistare una vittoria dopo le numerose affermazioni stagionali nell’Endurance con Yamaha Austria. A proposito delle gare di durata, subito dopo Le Mans un buon 70 % di piloti e addetti ai lavori del FSBK si trasferiranno a Magny Cours per il Bol d’Or: un doppio impegno decisamente “fisico” per tutti, chi ne uscirà nel migliore dei modi avrà mezzo titolo in tasca.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy