FSBK: il campionato torna in pista, tappa a Magny Cours

FSBK: il campionato torna in pista, tappa a Magny Cours

Si corre il 17 e 18 luglio

Commenta per primo!

Dopo più di un mese di sosta torna in azione il Championnat de France Superbike, meglio conosciuto come FSBK. Il circuito scelto per questo ritorno è l’impianto di Magny Cours, sede abituale del Bol d’Or, tappa preferita dalle squadre per numerosi test nel corso della stagione. Tutti arriveranno con importanti riferimenti sul circuito di Nevers, cercando di offrire una bagarre nelle posizioni di testa praticamente mai vista nel corso del campionato. La superiorità del team BMW Motorrad France è presto chiarita dai numeri: ultime 6 gare, 6 vittorie targate BMW Michelin, 5 ad opera di Erwan Nigon, 1 per Sebastien Gimbert. Il primo si ritrova così in fuga in campionato a quota 184, ben 41 di vantaggio sul compagno di squadra che ha pagato molto la scivolata di gara 2 a Ledenon.

Dominio tecnico e sportivo, con gli avversari che hanno provato in questo mese di sosta a limare il gap. Il Junior Team Suzuki LMS porterà in gara nuove specifiche Dunlop per aiutare nella rincorsa alla vetta Vincent Philippe e Freddy Foray, in sella alle Suzuki GSX-R 1000 ufficiali.

Anche in casa Kawasaki GSR si attendono sviluppi da parte della Pirelli, per consentire a Julien Da Costa di ritornare al successo che manca dalla seconda manche di Ledenon-1 oltre che, ovviamente, dalla 24 ore di Le Mans. Va meglio in Ducati, con David Muscat in sella alla 1198s ufficiale Ducati France competitiva grazie alle coperture Michelin. Con Dunlop invece Thomas Metro già in grado lo scorso anno di lottare per la vittoria.

Per chiudere il quadro dei protagonisti ritroveremo in pista a Magny Cours Yamaha GMT94, che ha saltato Ledenon per l’impegno alla 300 kilometri di Suzuka. Un solo imperativo: sviluppare la moto e gli pneumatici Bridgestone. Ormai per Kenny Foray il campionato è andato con soli 7 punti conquistati…

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy