Daytona SportBike: penalità sospesa per Jamie Hacking

Daytona SportBike: penalità sospesa per Jamie Hacking

Correrà a Road Atlanta questo fine settimana il pilota Kawasaki

Commenta per primo!

Era arrivato a Fontana nervoso di suo, Jamie Hacking. Sin dal sabato si era lasciato andare a dichiarazioni al vetriolo nei confronti di tutti: AMA Pro Racing, Daytona Motorsports Group, colleghi, eccetera eccetera. Il clou è poi avvenuto domenica, quando in sala stampa Hacking ha tenuto un atteggiamento non proprio professionale, tra parolacce ad ogni frase nelle interviste rilasciate a giornalisti e a semplici appassionati. Per questo l’AMA Pro Racing decise di penalizzare Jamie Hacking, salvo poi tornar indietro in questi giorni: la penalità è stata infatti sospesa, ed il pilota Kawasaki correrà regolarmente questo fine settimana a Road Atlanta.

I commissari AMA Pro Racing hanno infatti accettato le scuse espresse da Hacking lo scorso 25 marzo, con il team Monster Energy Attack Kawasaki che si è preso carico della multa di 4.000 dollari. Hacking, tuttavia, sarà tenuto sotto “osservazione” per tutti i restanti round in calendario. Alla prossima sarà sospeso a tempo indeterminato, con multe ben più salate.

Jamie Hacking ci penserà su così due o tre volte prima di parlare, dedicandosi esclusivamente a far parlare di sè per i risultati in pista. Hacking, inoltre, questo fine settimana sarà affiancato al team Kawasaki Attack da Roger Hayden, di ritorno dopo due gare di assenza per “ragioni personali”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy