Daytona SportBike Millville Gara 1: titolo a Eslick, vittoria di Aquino

Daytona SportBike Millville Gara 1: titolo a Eslick, vittoria di Aquino

Finale con colpi di scena per la DSB in New Jersey

Commenta per primo!

Tommy Aquino conquista la prima vittoria, Danny Eslick il suo secondo titolo, i doppiati restano un problema forse irrisolvibile nel panorama motociclistico americano. Questo e altro in Gara 1 della Daytona SportBike al New Jersey Motorsports Park di Millville decisa, secondo consuetudine, in volata con un colpo di scena finale. In un gruppetto a tratti di sette piloti (!) a stretto contatto per il primato, sei protagonisti della serie si sono ritrovati in lizza per il gradino più alto del podio con finalità differenti: Josh Herrin per riaprire i giochi e Danny Eslick per chiuderli definitivamente, ma anche Tommy Aquino e Cameron Beaubier per la prima vittoria, la coppia Vesrah Suzuki Cory West e Taylor Knapp per sorprendere, Dane Westby per il secondo centro stagionale.

Proprio quest’ultimo, portacolori del team M4 Suzuki, è stato vittima di un assurda manovra di un doppiato (Raul Alzate) proprio nel corso dell’ultimo giro: contatto e conseguente caduta, abbandonando con comprensibile disappunto i sogni di gloria. Danny Eslick, subito alle sue spalle, ha evitato di un soffio l’impatto preferendo accontentarsi di una sesta posizione utile per l’obiettivo finale, favorito anche dal mancato “gioco di squadra” in casa Graves Yamaha con Tommy Aquino (seppur iscritto dal Pat Clark Sports) vincitore per 113 millesimi nei confronti di Josh Herrin, l’unico potenzialmente ancora in grado di tenere aperti i giochi.

Vince dunque Aquino, classe ’92 di Woodland Hills (California) e di chiare origini italiane, dal 2008 in gara da pilota ufficiale Yamaha U.S.A. senza mai riuscire a salire sul gradino più alto del podio. Finalmente il buon Tommy ci è riuscito a scapito dell’amico e compagno di squadra/marca Josh Herrin, salutando con la seconda posizione in gara (e a questo punto in campionato) le 600cc prima dell’ormai certo passaggio alle Superbike per il 2012. In un podio giovanissimo (19 anni di media!) c’è spazio anche per Cameron Beaubier, ex-pilota ufficiale KTM nel mondiale 125cc, da un buon biennio passato alle 4 tempi tra SuperSport (titolo East Division sfiorato lo scorso anno) e SportBike, classe dove è diventato presenza fissa delle posizioni che contano con una Yamaha del Team Riders Discout con supporto di Jake Holden.

Con le Vesrah Suzuki di Cory West e Taylor Knapp (impegnato con una EBR 1190 RS nello stesso weekend anche in Superbike) rispettivamente in quarta e quinta posizione, Danny Eslick si è accontentato del quinto posto che vale il secondo titolo nella Daytona SportBike sempre con l’iper-professionale Richie Morris Racing: nel 2009 su Buell, oggi con Suzuki, senza scordarci la conquista lo scorso anno nella prima edizione del monomarca Harley-Davidson Vance & Hines XR1200 Trophy. Il pilota dell’Oklahoma, dal futuro ancora da scoprire (difenderà il #1 nel 2012?), in questa gara ha inoltre indossato un casco “replica” di Gary Nixon, leggenda del motociclismo americano scomparso il mese scorso.

Al di fuori del contesto per la vittoria, in settima posizione ha concluso il vincitore della Daytona 200 Jason DiSalvo, insieme al Latus Motors Racing passato per questa gara in ottica 2012 da Ducati a Triumph pagando 14″ di dazio sul traguardo. A seguire in classifica il talento di casa Fast by Ferracci PJ Jacobsen (l’unica Ducati 848 EVO al vertice), Tyler O’Hara, il colombiano Santiago Villa e Austin DeHaven, campione nazionale AMA SuperSport in carica, undicesimo sul traguardo alla seconda presenza stagionale dopo Laguna Seca con la Yamaha del Triple Crown Racing, abbastanza per precedere lo scozzese ex-campione CEV Supersport e pilota del mondiale Moto2 Kev Coghlan, 12°.

AMA Pro Daytona SportBike presented by AMSOIL 2011
New Jersey Motorsports Park, Classifica Gara 1

01- Tommy Aquino – Y.E.S. Pat Clark Sports Graves – Yamaha YZF R6 – 23 giri in 32’57.188
02- Josh Herrin – Monster Energy Graves Yamaha – Yamaha YZF R6 – + 0.113
03- Cameron Beaubier – Riders Discount Jake Holden Racing – Yamaha YZF R6 – + 0.144
04- Cory West – Vesrah Suzuki – Suzuki GSX-R 600 – + 0.913
05- Taylor Knapp – Vesrah Suzuki – Suzuki GSX-R 600 – + 1.403
06- Danny Eslick – Richie Morris Racing – Suzuki GSX-R 600 – + 3.435
07- Jason DiSalvo – Latus Motors Racing – Triumph Daytona 675 – + 14.642
08- PJ Jacobsen – Celtic Racing Fast by Ferracci – Ducati 848 EVO – + 19.874
09- Tyler O’Hara – GP Bike Parts Racing – Yamaha YZF R6 – + 45.939
10- Santiago Villa – M4 Suzuki – Suzuki GSX-R 600 – + 47.589
11- Austin DeHaven – Triple Crown Industries – Yamaha YZF R6 – + 52.652
12- Kev Coghlan – ADR Team 2 – Yamaha YZF R6 – + 53.443
13- Huntley Nash – LTD Racing Y.E.S. Yamaha – Yamaha YZF R6 – + 54.656
14- Kenny Riedmann – Kenny Riedmann Racing – Triumph Daytona 675 – + 1’02.281
15- Josh Galster – Josh Galster Racing – Yamaha YZF R6 – + 1’02.728
16- Mike Selpe – Frisco Tap House/Markbilt – Yamaha YZF R6 – + 1’03.707
17- Dane Westby – M4 Suzuki – Suzuki GSX-R 600 – a 1 giro
18- Dominic Jones – DJ Motosport – Suzuki GSX-R 600 – a 1 giro
19- Skip Salenius – Proper Wear/Karma Tequila Racing – Yamaha YZF R6 – a 1 giro
20- Michael Morgan – Autolite RIM Racing – Suzuki GSX-R 600 – a 1 giro
21- Melissa Paris – HT Moto Yamaha – Yamaha YZF R6 – a 1 giro
22- Sam Rozynski – Triple Crown Industries – Yamaha YZF R6 – a 1 giro
23- Raul Alzate – LTD Racing Y.E.S. Yamaha – Yamaha YZF R6 – a 2 giri

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy