Daytona SportBike: Martin Cardenas lascia M4 Suzuki

Daytona SportBike: Martin Cardenas lascia M4 Suzuki

Futuro nell’AMA Superbike con Yoshimura Suzuki?

Commenta per primo!

Dopo sei anni di successi, due titoli Daytona SportBike (2010 e 2012), una positiva esperienza nell’AMA Superbike 2011 (4°, miglior esordiente con una vittoria all’attivo), Martin Cardenas lascia il Team Hammer Inc., meglio riconosciuto come M4 Suzuki. Il forte pilota colombiano aveva esordito con la compagine di John Ulrich nell’AMA Supersport 2007, cercando una nuova strada dopo una sfortunata parentesi nel mondiale 250 GP con Repsol Honda e Blusens Aprilia.

Da quel momento in avanti il nativo di Medellin ben presto ha raggiunto le prime vittorie, diventando in pochi anni uno dei piloti più vincenti nella storia dell’AMA Pro Road Racing.

Concluso un trionfale 2012 che l’ha visto, per volontà del main sponsor GEICO, tornare con successo nella Daytona SportBike laureandosi per la seconda volta in tre anni Campione in sella ad una Suzuki GSX-R 600, Cardenas ed il Team Hammer Inc. hanno risolto il contratto in vista della stagione 2013. Come risaputo da diversi giorni a questa parte, il pilota colombiano ha ricevuto un’irrinunciabile proposta da Yoshimura Suzuki per affrontare l’AMA Superbike 2013.

Per prima cosa devo ringraziare John e Chris Ulrich per avermi dato la possibilità di correre e vincere con loro in questi sei anni“, spiega Martin Cardenas. “E’ stata un’esperienza fantastica, sarò sempre grato a loro per avermi consentito di dare una svolta nella mia carriera. Adesso per me sta per iniziare un nuovo capitolo, tornerò nell’AMA Superbike e sono impaziente di cominciare, anche se senza John e Chris Ulrich questo non sarebbe mai stato possibile“.

John Ulrich, titolare del Team Hammer Inc./M4 Suzuki, ringrazia Martin Cardenas per questi sei anni trascorsi insieme. “Sono state sei stagioni incredibili con Martin, senza dubbio è il miglior pilota con cui ho avuto a che fare in questi 39 anni di attività. E’ una fantastica persona, un professionista eccezionale e sono felice per lui che si ritrovi adesso con l’opportunità di inseguire il suo sogno di correre in un prossimo futuro nell’AMA Superbike. Gli auguriamo ogni bene e lo ringraziamo per questi 6 anni vissuti insieme con successo“.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy