Daytona SportBike: Martin Cardenas “Difficile vincere”

Daytona SportBike: Martin Cardenas “Difficile vincere”

Parla il leader della classifica della Daytona SportBike

Commenta per primo!

Da anni è protagonista delle corse motociclistiche americane, ma quest’anno Martin Cardenas è davvero “esploso” agonisticamente. Il pilota colombiano, grazie alla doppia-doppietta nella Daytona SportBike tra Barber e Sonoma, ha conquistato la testa della Daytona SportBike, guadagnando un cospicuo margine sugli inseguitori. Tutto facile? No, assolutamente: sebbene la sua Suzuki GSX-R 600 preparata dal Team Hammer/M4 Suzuki sia decisamente competitiva, non è stato semplice controllare gli attacchi del proprio compagno di squadra Jason DiSalvo all’Infineon Raceway, in particolare per Gara 2.

La seconda gara è stata molto più difficile rispetto alla prima“, afferma Martin Cardenas. “Alla partenza ho perso terreno, per cui ho dovuto spingere al massimo per recuperare terreno. Quando ho raggiunto Jason (DiSalvo) la lotta è stata apertissima, e all’ultimo giro sapevo che mi avrebbe attaccato. Fortunatamente per me sono riuscito a tenere delle traiettorie che mi hanno consentito di restare in testa, specialmente all’ultima curva dove sono rimasto davanti chiudendo ogni possibile spiraglio per passare. Sono molto felice, in particolar modo per il vantaggio in campionato“.

La classifica sorride al pilota M4 Suzuki, leader con 203 punti, 24 di vantaggio su Jamie Hacking, ex-capoclassifica di campionato con la Kawasaki ufficiale del team Monster Energy Attack. L’obiettivo per il prossimo round a Elkhart Lake (Road America) sarà quello di conservare questo discreto margine sugli inseguitori.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy