Daytona SportBike: campionato riaperto in vista di Barber

Daytona SportBike: campionato riaperto in vista di Barber

La DSB torna protagonista questo fine settimana

Commenta per primo!

Grazie al fine settimana di Road America in Elkhart Lake, la Daytona SportBike si ripresenterà questo fine settimana al Barber Motorsports Park di Birmingham in Alabama con una classifica completamente rivoluzionata per un campionato, a tutti gli effetti, riaperto. Il “merito” è sicuramente di Josh Herrin, vincitore delle ultime tre gare tra Miller e Road America, la causa è il terribile week-end vissuto nel Wisconsin da Jason DiSalvo, due volte a terra rimediando anche la lussazione della spalla sinistra, passando in un sol colpo dalla prima alla terza posizione di campionato. Non il massimo per il vincitore della 200 miglia di Daytona e delle successive due gare a Sonoma, ora costretto a recuperare seppur non al meglio della condizione fisica. Il buon Jason DiSalvo si ripresenterà comunque in sella alla propria “appesantita” Ducati 848 EVO (come risaputo alla vigilia di Miller AMA Pro Road Racing ha deciso di apportare delle modifiche regolamentari in materia di peso a sfavore delle bicilindriche), cercando di tornare alla vittoria con l’intento di recuperare quei 17 punti di svantaggio dopo essersi ritrovato addirittura con 50 lunghezze di margine dopo le prime tre gare stagionali. D’altro canto al Barber Motorsports Park punterà a sfruttare questo momento estremamente favorevole il giovane alfiere Graves Yamaha Josh Herrin, che dopo la disfatta di Daytona (con conseguente squalifica per una gara dovuta all’incidente da lui stesso provocato nelle battute finali della 200 miglia) ha messo a segno un secondo posto e, soprattutto, tre vittorie consecutive che gli consentono di guardar tutti dall’alto verso il basso alla vigilia di Birmingham, teatro lo scorso anno della sconfitta in campionato complice il ben famoso contatto con Danny Eslick e successive (infinite) polemiche. La vera sorpresa della stagione 2011 della DSB resta tuttavia Cory West, che con una Suzuki GSX-R privata (seppur assistita tecnicamente da Yoshimura) del team Vesrah è secondo in campionato a soli 12 punti da Herrin, mettendo a segno un bel salto di qualità rispetto al 2010. Originario dell’Oklahoma, 26 anni, West è ormai uno dei grandi protagonisti del paddock AMA Pro Road Racing, in piena corsa per una Daytona SportBike che presenta Herrin leader con 127 punti contro i suoi 115, a 110 DiSalvo, a 103 il campione Danny Eslick alla caccia della prima vittoria stagionale con la Suzuki del Richie Morris Racing. Sicuri protagonisti anche a Birmingham il 17enne PJ Jacobsen, talento scoperto dal Celtic Racing che con la Ducati 848 EVO preparata da Fast by Ferracci punta alla prima vittoria sfiorata nelle ultime gare dove spesso e volentieri si è ritrovato a confrontarsi per il primato. Sempre a proposito di giovani leoni, da evidenziare l’operato di Cameron Beaubier, ex-pilota KTM nel mondiale 125cc, da due anni tornato in madrepatria sfiorando il titolo nell’AMA SuperSport East Division e, oggi, diventando presenza fissa della top-5 nella DSB con una privatissima Yamaha R6 del GP Tech Racing. Come sempre per la Daytona SportBike saranno 2 le gare in programma nel weekend del “Barber SuperBike Classic” con 28 piloti iscritti in un tracciato dove, tradizionalmente, non manca mai lo spettacolo e grandi confronti in pista: chiedere a Josh Herrin e Danny Eslick…

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy