Daytona SportBike: campionato apertissimo dopo Barber

Daytona SportBike: campionato apertissimo dopo Barber

Cinque piloti in corsa per il titolo 2011 della DSB

Commenta per primo!

Con i risultati al Barber Motorsports Park, la Daytona SportBike si rivela come uno dei campionato più combattuti del pianeta. I primi cinque piloti in 35 punti, continui stravolgimento al comando della classifica dove si sono alternati finora in soli cinque round ben 4 piloti.

Grazie ad un sistema di punteggio che invita i piloti a dare il massimo per la conquista della vittoria ed uno spettacolo in pista che non manca mai, è difficile pronosticare il potenziale favorito per la conquista del terzo titolo nella storia della SportBike.

Attualmente al comando della classifica figura Danny Eslick, già campione 2009 con la Buell, oggi in gara con la Suzuki GSX-R 600 del Richie Morris Racing. Eslick è tornato alla vittoria soltanto in gara 1 a Birmingham, ma 4 podi e buoni piazzamenti (ha mancato l’appello soltanto a Daytona, KO per la foratura di un pneumatico) gli consentono di guardare tutti dall’alto con 161 punti.

A sole 4 lunghezze figura Josh Herrin, vincitore lo scorso anno della 200 miglia di Daytona, il pilota ad aver vinto di più in questo primo scorcio di campionato con ben 4 affermazioni tra Miller, Barber e Road America. Il portabandiera del Graves Motorsport paga il ritiro di Gara 1 a Birmingham per un problema tecnico alla propria Yamaha R6, ma soprattutto la squalifica per la prima manche di Sonoma dovuta al concitato finale della Daytona 200, dove ha causato un tremendo crash in pieno banking a oltre 200 km/h.

Pienamente in corsa per il titolo anche il vincitore della 200 miglia di Daytona (e delle successive due gare di Sonoma) Jason DiSalvo, costretto a dover recuperare 20 punti in classifica in sella alla Ducati 848 EVO del Latus Motors Racing a seguito del doppio-zero di Road America, caduto rimediando la lussazione della spalla sinistra.

Possono ambire al titolo anche Cory West, rivelazione con la Vesrah Suzuki a -24 dalla vetta, ed il giovane Tommy Aquino (Yamaha preparata da Graves, ma schierata dal Pat Clark Sports), staccato di 35 punti dalla vetta, ma come spesso capita nella Daytona SportBike può bastare un buon risultato per tornare in lizza per il primato…

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy