Daytona SportBike: al via i test a Miller con diverse novità

Daytona SportBike: al via i test a Miller con diverse novità

Dopo la 200 miglia di Daytona si torna in pista

Con la rocambolesca Daytona 200 ancora nei pensieri, 22 protagonisti della Daytona SportBike da oggi si ritroveranno al Miller Motorsports Park per una due giorni di test ufficiali organizzata dall’AMA Pro Racing. Con 10 turni della durata di 50 minuti ciascuno, i piloti scopriranno il tracciato di Tooele per la prima volta nel calendario della DSB, considerato che nell’ultimo precedente (2008) la categoria, con l’attuale regolamentazione, ancora non esisteva.

Un pò tutti i piloti hanno già avuto modo di correre al Miller Motorsports Park, tra questi Jason DiSalvo, vincitore a Daytona con la Ducati 848EVO del Latus Motors Racing (primo successo in 70 anni per la casa di Borgo Panigale), che aveva corso a Miller lo scorso anno nel Mondiale Supersport con la Triumph ufficiale del BE1 Racing (11°).

Vanta già una discreta esperienza sul tracciato dello Utah Josh Herrin, squalificato in vista di Sonoma per l’incidente provocato ai danni di Cory West nella spettacolare volata della 200 miglia di Daytona, ma che ha ricevuto dall’AMA il lasciapassare per prender parte a questi test con la R6 del Graves Motorsports. Stessa moto, ma con i colori del Y.E.S./Pat Clark/Graves Motorsports, per Tommy Aquino (nella foto), ma anche per il giovanissimo Huntley Nash, senza scordarci di Melissa Paris (HT Moto) che a Miller con la sua R6 ha corso nel mondiale Supersport come wild card nel biennio 2009 e 2010.

Tra i piloti più attesi non manca Danny Eslick con la Suzuki GSX-R 600 del Richie Morris Racing, senza scordarci di P.J. Jacobsen con la Ducati del Celtic Racing, la sorprendente coppia del Vesrah Suzuki Cory West e Taylor Knapp che ha sfiorato la vittoria a Daytona insieme allo sfortunato Dane Westby, regolarmente presente ai test con la M4 Suzuki.

Non ci sarà la rivelazione della Florida JD Beach, campione AMA SuperSport East Division in carica e contendente al successo alla 200 miglia, ancora alla ricerca di una conferma del programma di Kawasaki e Attack Performance per la stagione 2011. Nel frattempo il talentuoso pilota californiano si è dato da fare tornando nell’AMA Flat Track e, guarda un pò, riuscendo a vincere…

Incerta la partecipazione per le restanti prove del calendario invece per il Roberson Motorsports con l’esperto Jake Holden: il team manager Robbie Roberson ha confermato i problemi di budget con la necessità di reperire uno sponsor importante da qui a Sonoma prima di prendere la drastica, seppur inevitabile, decisione di mettere in vendita la squadra.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy