Daytona SportBike: a Miller un podio… giovanissimo

Daytona SportBike: a Miller un podio… giovanissimo

18 anni di media tra i primi 3 classificati a Tooele

Quello della classe Daytona SportBike al Miller Motorsports Park, terzo appuntamento stagionale dopo Daytona e Sonoma, è a tutti gli effetti uno dei podi più giovani di tutti i tempi per il motociclismo americano targato AMA Pro Road Racing.

Con i 20 anni del vincitore Josh Herrin (Monster Energy Graves Yamaha), i 17 del secondo classificato PJ Jacobsen (Ducati 848 EVO del Celtic Racing/Fast by Ferracci) ed i 18 di Cameron Beaubier (al primo podio in carriera con la Yamaha di GP Bike Parts Racing) la media complessiva supera di poco la maggiore età.

Un primato interessante per tutto il movimento del motociclismo a stelle e strisce, che conferma il cambio generazionale in atto da un paio di stagioni anche grazie all’istituzione di una classe riservata ai giovanissimi: prima la Red Bull US Rookies Cup (abrogata nel 2008), oggi l’AMA SuperSport.

Se Josh Herrin è un professionista addirittura dal 2006, PJ Jacobsen dopo un girovagare nel Dirt Track e tra le 125cc ha trovato stabilità nella DSB con il Celtic Racing e con Fast by Ferracci, mostrandosi velocissimo sin dai test pre-campionato di Daytona con la Ducati 848 EVO.

Esperienze ad alto livello anche per Cameron Beaubier, che dopo gli esordi nella Red Bull Rookies Cup ha disputato una stagione nel mondiale 125cc con la KTM ufficiale (ha corso accanto a Marc Marquez nel 2009) prima di correre con successo nell’AMA SuperSport e, oggi, nella Daytona SportBike.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy