ASBK: tutte le novità annunciate dell’Australian Superbike 2015

ASBK: tutte le novità annunciate dell’Australian Superbike 2015

Regolamenti, calendario…

di Redazione Corsedimoto

Archiviato un lustro sotto la gestione IEG (International Entertainment Group) concluso in anticipo a stagione 2014 in corso, per l’anno nuovo l’ASBK (Australian Superbike) torna ad esser un campionato gestito direttamente da Motorcycling Australia (MA), la Federazione Motociclistica Australiana. Per questo ‘nuovo corso‘ MA ha apportato diversi correttivi per rinnovare il ‘format ASBK‘, spaziando tra novità al regolamento tecnico, calendario e partnership importanti. Le classi al via Nell’ambito dell’ASBK 2015 quattro saranno i campionati al via. La top class della categoria resterà la Superbike, conosciuta come ‘Australian Superbike Championship‘. Accanto alla SBK si affiancheranno la Supersport, la Moto3/125 GP (precedentemente riconosciuta come ‘Australian Superlites‘ con la convivenza tra le 250cc 4 tempi Moto3 e le 125cc 2 tempi da Gran Premio) più la Production 250/300. Oltre a queste quattro categorie, MA ha previsto l’introduzione della ‘Unlimited National Support‘ per moto da 500cc in selezionati appuntamenti del calendario, mentre la Production accoglierà tra le 300cc anche una graduatoria femminile. Nuovo regolamento Motorcyling Australia ha stilato per la stagione 2015 dell’Australian Superbike un inedito regolamento con i punti essenziali e più importanti qui di seguito riportati. – Per le 2/3 cilindri prevista una cilindrata massima di 1300cc (via libera alla Ducati 1299 Panigale), restano a 1000cc le 4 cilindri – Peso minimo di 168kg per le 4 cilindri, 172kg per le 2/3 cilindri. Tolleranza dell’1 %. – Valvole e testate possono esser sostituite rispetto al modello di serie, ma con parti omologate dal costruttore di ugual peso – Permessa l’adozione dell’ammortizzatore di sterzo – Possono esser sostituiti con elementi non fabbricati dalla casa costruttrici freni, pastiglie, dischi freno aftermarket, carenatura (pur mantenendo dimensioni e forma del modello originale), staffe per carenature, albero a camme, fermi e molle valvole, dischi frizione, candele, centralina ECU se omologata da MA – Sospensione anteriore, molle e ammortizzatori, forcella possono esser sostituite/modificate rispetto al modello di serie, ma l’aspetto esterno deve restare immutato rispetto a quest’ultiima versione – Permesse ogni modifica all’ammortizzatore posteriore Moto ammesse al via Rivisti anche i criteri d’omologazione delle moto per competere nell’ASBK, con due requisiti principali – Il modello di serie deve esser regolarmente commercializzato in Australia – In Australia devono esser stati importati almeno 20 esemplari del modello di serie dalla casa costruttrice o da un suo importatore ufficialmente riconosciuto Calendario Cinque saranno gli eventi in agenda per l’Australian Superbike 2015. Secondo consuetudine il campionato prenderà il via a Phillip Island dal 19 al 22 febbraio in concomitanza con il World Superbike e parte integrante del Phillip Island Championship, serie riservata ai round sul circuito di Victoria che si disputano nei weekend di MotoGP e WSBK. Seguirà l’appuntamento inedito al Morgan Park Raceway (recentemente omologato da MA) nel Queensland il 10-12 aprile, con la stagione che entrerà successivamente nel vivo con le prove al Barbagallo Raceway (22-24 maggio), in Tasmania al Symmons Plains Raceway (4-6 settembre) ed il gran finale sempre a Phillip Island il 2-4 ottobre. 19-22 febbraio: Phillip Island 10-12 aprile: Morgan Park Raceway 22-24 maggio: Barbagallo Raceway 04-06 settembre: Symmons Plains 02-04 ottobre: Phillip Island Accordo tra MA e Dorna Sports Ultimo, ma non ultimo, da sottolineare l’accordo tra Motorcycling Australia e Dorna Sports. In base a questa partnership Dorna, detentrice dei diritti ed organizzatore della MotoGP, World Superbike e CEV, riconoscerà l’ASBK come campionato di riferimento del motociclismo australiano. Le due parti, Motorcycling Australia e Dorna Sports, collaboreranno a stretto contatto per il futuro della serie con la definizione dei regolamenti ed il piano di sviluppo della categoria. L’obiettivo di MA è, grazie a questo accordo, di promuovere attraverso le classi (Superbike, Supersport, Moto3/125 GP e 200/300 Production), il maggior numero di piloti verso il Motomondiale e Superbike. In particolare Dorna ha espresso un interesse verso le due ‘entry class’, giudicate indispensabili per coltivare i ‘nuovi Jack Miller’ e, ove possibile, lanciarli mediante opportune selezioni al FIM CEV Repsol, Red Bull MotoGP Rookies Cup e la Shell Advance Asia Talent Cup. Alessio Piana (Twitter: @AlessioPiana130)

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy