ASBK Symmons Plains Gara 2: Maxwell vince, Staring campione

ASBK Symmons Plains Gara 2: Maxwell vince, Staring campione

Staring ottavo è il nuovo campione

Commenta per primo!

Dieci giri passati in testa su dodici totali, otto volte il più veloce in pista, ma senza che questo potesse far la differenza nel computo finale dei punti per la classifica piloti, in questo ultimo round di Symmons Plains dell’Australian Superbike. Capita dunque che Wayne Maxwell, pilota Demolition Plus GAS Honda Racing, concluda nella maniera più amara possibile una stagione non priva di difficoltà.

D’altronde l’impresa di conquistare il titolo era diventata praticamente impossibile, tanto solo che un problema tecnico o una mossa “suicida” da parte del leader della classifica Bryan Staring (Cougar Bourbon Honda Racing) avrebbe potuto stravolgere la situazione, visto che al pilota di Perth, nuovo campione in carica, bastava semplicemente un piazzamento nella top 15.

Nella sauna del circuito tasmano, la gara si è sin da subito delineata come una lotta a due, così come è avvenuto per la precedente manche. I protagonisti sono stati differenti in questo caso, con Wayne Maxwell che ha dovuto nei primi due passaggi inseguire un Josh Waters (Team Suzuki) finalmente tornato ai livelli che gli competono, dopo tutte le vicissitudini che ha passato a causa di un misterioso e a tratti inspiegabile malessere seguito ad una brutta caduta rimediata sul tracciato statunitense di Grattan, nel corso di una gara-test con il team Rockstar Makita Suzuki.

Il pilota campione della stagione 2009 concluderà con un secondo e sei di gap nei confronti del compagno di marca, mentre il terzo gradino del podio se lo aggiudica un altro pilota Honda, ovvero il vincitore della prima manche disputata ieri Glenn Allerton (Honda Valvoline Superbike Team), che ha subito dal leader un gap di ben ventisei secondi alla bandiera a scacchi.

Quarto classificato è Jamie Stauffer (Ducati Motologic Racing), seguito da Ben Attard (The Natural Aprilia Racing Team), da Scott Charlton (Suzuki Racers Edge Performance), da Robert Bugden (Team Suzuki) e proprio da Bryan Staring. Quest’ultimo, grazie ad una gara accorta e senza rischi ha ottenuto un sigillo importantissimo per la sua carriera,  con forse il sogno di tornare nel vecchio continente a disputare la prossima stagione.

Viking Group Australian Superbike Championship 2010
Symmons Plains, Classifica Gara 2

01- Wayne Maxwell – Demolition Plus GAS Honda Racing – Honda CBR 1000RR – 16 giri in 16’20.294
02- Joshua Waters – Team Suzuki – Suzuki GSX-R 1000 – + 1.652
03- Glenn Allerton – Valvoline Superbike Team – Honda CBR 1000RR – + 26.305
04- Jamie Stauffer – Ducati Motologic Racing – Ducati 1198R – + 32.805
05- Ben Attard – The Natural Aprilia Racing Team – Aprilia RSV4 – + 42.037
06- Scott Charlton – Racers Edge Performance – Suzuki GSX-R 1000 – + 42.491
07- Robert Bugden – Team Suzuki – Suzuki GSX-R 1000 – + 43.990
08- Bryan Staring – Cougar Bourbon Honda Racing – Honda CBR 1000RR – + 45.329
09- Kris McLaren – McLaren Motorsports – Honda CBR 1000RR – + 45.348
10- Craig Coxhell – CJC Racing – BMW S1000RR – + 48.925
11- Ben Henry – Racers Edge Performance – Suzuki GSX-R 1000 – a 1 giro
12- Beau Beaton – North Coast V-Twins – Ducati 1198S – a 1 giro
13- Brendan Clarke – Champion’s Ride Days Race Team – Honda CBR 1000RR – a 1 giro
14- Matt Griffin – Griffo Racing – Honda CBR 1000RR – a 1 giro
15- John Phelan – Mornington Kawasaki – Kawasaki ZX-10R – a 1 giro
16- Chris Trounson – KTM Superbike Team – KTM RC8R – a 1 giro
17- Liam Daniels – Titanium Race Team – Yamaha YZF-R1 – a 1 giro
18- Jordan Burgess – Ducati Motologic Racing – Ducati 1198R – a 1 giro
19- Daniel Moulton – SW Racing – Yamaha YZF-R1 – a 3 giri

Valerio Piccini

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy