ASBK Symmons Plains Gara 2: doppietta di Glenn Allerton con la BMW HP4

ASBK Symmons Plains Gara 2: doppietta di Glenn Allerton con la BMW HP4

A podio anche Maxwell e Stauffer

Commenta per primo!

Ha ben figurato nell’apparizione mondiale di Phillip Island, ha dominato la scena nel primo, effettivo round della stagione 2013 dell’Australian Superbike. Glenn Allerton, Campione ASBK 2008 e 2011 rispettivamente con Honda Motologic e BMW Procon Racing, non ha incontrato rivali nel primo appuntamento stagionale andato in scena lo scorso fine settimana sul tracciato di Symmons Plains in Tasmania disputatosi in concomitanza con il V8 Supercars, la più prestigiosa e rinomata serie motoristica dell’emisfero australe. Scattato dalla pole “Ninga” (questo il suo soprannome) ha condotto la BMW HP4 all’esordio assoluto nell’ASBK ad una doppietta mai messa in discussione, sufficiente per dar vita ad una prima fuga in campionato a scapito del vice-Campione in carica Wayne Maxwell, passato dal Team Honda Racing a Suzuki PTR, due volte secondo dopo aver conquistato la vittoria nel “Non Championship Round” del febbraio scorso a Phillip Island. Al terzo anno con Hepburn Motorsports/Procon Racing (da quest’anno riconosciuto come “Next Gen Motorsports”), Allerton sembra in condizione di ripetere l’exploit del 2011 forte di una missilistica BMW HP4 e del pieno supporto di Pirelli, rientrata nell’Australian Superbike dopo un lustro di “monogomma” Dunlop. Un tocco di tricolore nel successo di “Ninga”, a punteggio pieno in classifica con 51 punti frutto della doppietta conseguita in gara e dell’addizionale punticino riservato al vincitore della Superpole del sabato, lasciando ben poco alla concorrenza. Wayne Maxwell, in trionfo lo scorso mese di febbraio nel round extra-campionato di Phillip Island dove mancava lo stesso Allerton (impegnato da wild card nel mondiale rientrando in zona punti), si è dovuto accontentare di due secondi posti con la GSX-R 1000 preparata dal Phil Tainton Racing ed iscritta dal Team Suzuki Australia, regolando nel finale il proprio compagno di squadra Robert Bugden presentatosi in Tasmania con il quinto titolo neozelandese Superbike in carriera conquistato nei giorni scorsi a Taupo. Allerton subito in fuga nei primi giri Vice-Campione 2010 e 2012 con Honda, Maxwell con la Suzuki ereditata dal Campione in carica Josh Waters (passato al British Superbike con Milwaukee Yamaha) dovrà sudare le proverbiali sette camicie per batter un Allerton apparentemente inarrestabile, anche per lo squadrone del Team Honda Racing giù dal podio a Symmons Plains con Jamie Stauffer e l’esordiente Joshua Hook (protagonista di un pauroso botto al primo via di Gara 1 complice la caduta di Chas Hern) rispettivamente in 4° e 5° piazza nelle due gare in programma. Per loro possibilità di rifarsi dal 14 al 16 giugno prossimi per il secondo appuntamento stagionale in agenda al Queensland Raceway di Willowbank. Cronaca di Gara Dominatore di Gara 1, Allerton scatta dalla pole, ma allo spegnimento del semaforo si fa sorprendere alla staccata della prima curva da Budgen, leader sullo stesso “Ninga”, Maxwell e Stauffer. Prevedibilmente il bi-Campione ASBK ci mette un lampo a ristabilire le gerarchie passando la Suzuki PTR #6 alla staccata del celebre “Brambles Hairpin”, anticipando la fuga in solitaria per la seconda vittoria del weekened. Va così in archivio il primo giro con Allerton in testa a precedere Bugden, Maxwell, Stauffer, Magee, Beaton e Hook, non c’è Chas Hern dopo il botto di Gara 1 costretto alla resa per un problema tecnico alla propria GSX-R 1000 schierata dal C.M. Racing Team. La contesa prosegue ed è Joshua Hook il grande protagonista, autore di una convincente rimonta che lo porta già in sesta piazza a scapito di Beaton con la BMW S1000RR di Linden Magee nel mirino. Tutt’altra vita per Glenn Allerton che porta a 2″ il proprio vantaggio sulle Suzuki PTR di Bugden e Maxwell nell’arco di 4 giri, ai due alfieri del Team Suzuki Australia non resta pertanto che il duello per la seconda posizione che premia Maxwell al 9° dei 16 giri previsti grazie ad un pregevole sorpasso in staccata sempre al “Brambles Hairpin”. Se il vice-Campione in carica riesce a scappar via (seppur troppo tardi per azzardare una rimonta sul fuggitivo Allerton), Bugden ha il suo bel da fare nel tentativo di resistare a Jamie Stauffer in rimonta. Jamie Stauffer giù dal podio Il portacolori del Team Honda Racing ci prova a 4 tornate dall’esposizione della bandiera a scacchi, ma il pilota sponsorizzato da Volvo Australia chiude tutte le porte. Ci mettono del loro anche i doppiaggi, ma Budgen è bravo a resistere e si aggiudica in volata il terzo posto lontanissimo da Maxwell (2°), ancor più da Allerton che in impennata transita in solitaria sul traguardo. Nuovamente giù dal podio le Honda Motologic di Stauffer e Hook rispettivamente in quarta e quinta posizione, a seguire nell’ordine Magee, Beaton, Scott, Nicolson ed Henry con Phil Lovett che concretizza una doppietta nella classe “ProStock”, questa volta riuscendo a spuntarla soltanto all’ultimo giro su Kurt Sushames. QBE Australian Superbike Championship 2013 Symmons Plains, Classifica Gara 2 01- Glenn Allerton – Next Gen Motorsports – BMW S1000RR HP4 – 16 giri in 14’33.808 02- Wayne Maxwell – Team Suzuki – Suzuki GSX-R 1000 – + 2.822 03- Robert Bugden – Team Volvo Group Suzuki – Suzuki GSX-R 1000 – + 6.780 04- Jamie Stauffer – Team Honda Racing – Honda CBR 1000RR – + 6.935 05- Josh Hook – Team Honda Racing – Honda CBR 1000RR – + 13.592 06- Linden Magee – Next Gen Motorsports – BMW S1000RR – + 13.686 07- Beau Beaton – Racers Edge Performance – Suzuki GSX-R 1000 – + 15.789 08- Glenn Scott – Team Insure My Ride Racing – Honda CBR 1000RR – + 21.902 09- Ben Nicolson – Next Gen Motorsports – BMW S1000RR – + 22.129 10- Ben Henry – CUBE Racing – Suzuki GSX-R 1000 – + 22.351 11- Phil Lovett – Lovett’s Earthmoving – Kawasaki ZX-10R – + 52.199 (ProStock) 12- Kurt Sushames – Motors Holden Davenport – Suzuki GSX-R 1000 – + 52.515 (ProStock) 13- Josh King – Josh King Racing – Yamaha YZF R1 – + 56.520 (ProStock) 14- Sophie Lovett – Lovett’s Earthmoving – Kawasaki ZX-10R – a 1 giro (ProStock) 15- Shaun Murfet – Shaun Murfet Racing – Honda CBR 1000RR – a 1 giro (ProStock) 16- Adam Senior – City Toyota/Silkolene/Radmix – Honda CBR 1000RR – a 2 giri

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy