ASBK: la rinuncia di Josh Waters “Non potevo correre”

ASBK: la rinuncia di Josh Waters “Non potevo correre”

Assente a Queensland

di Redazione Corsedimoto

Nell’ultimo appuntamento dell’Australian Superbike al Queensland Raceway l’assenza di Josh Waters, campione in carica Superbike, si è fatta sentire, costretto a rinunciare al weekend non avendo recuperato dalla pericolosa caduta con successiva botta alla testa rimediata in una sessione di prove con la Suzuki ufficiale dell’American Superbike a Willow Springs.

Giovedì prima del weekend l’ultima visita medica non gli ha dato il via libera per competere, al contrario di quanto accaduto a Laguna Seca nell’AMA Superbike dove ha fatto un tentativo nelle prove libere percorrendo 4 giri…

Per me è una grande delusione non aver potuto correre a Queensland“, spiega Josh Waters, “ma per me l’importante è tornare in piena forma fisica prima di tornare in modo.

Ho sempre informato la squadra della mia situazione e hanno deciso di aspettarmi e darmi la possibilità di provare a correre. Sono seguito costantemente dai medici, e di questo devo proprio ringraziare la Suzuki.

Per me correre a Queensland sarebbe stato troppo pericoloso per me e per gli altri piloti… Penso che in una settimana dovrei pienamente recuperare, pertanto è stato giusto star fermo un weekend“.

Con questa assenza e con la doppietta di Bryan Staring adesso Josh Waters paga 51 punti di svantaggio in classifica: per rimontare dovrà obbligatoriamente vincere tutte le restanti gare.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy