ASBK: Josh Waters Campione 2012 con Suzuki Australia

ASBK: Josh Waters Campione 2012 con Suzuki Australia

Secondo titolo per Waters

Commenta per primo!

Tornato quest’anno a correre a tempo pieno nell’Australian Superbike, Josh Waters ha centrato il bersaglio laureandosi per la seconda volta Campione ASBK sempre in sella ad una Suzuki GSX-R 1000 preparata dal Phil Tainton Racing ed iscritta da Suzuki Australia. Il nativo di Victoria, già campione all’esordio tra le Superbike nel 2009, ha comandato la classifica di campionato sin dall’esordio stagionale dello scorso mese di febbraio a Phillip Island tanto da accontentarsi di un quarto ed un sosto posto nell’ultima prova disputatasi al Queensland Raceway di Willowbank, risultati sufficienti per chiudere la stagione con 13.5 punti di vantaggio nei confronti del suo più diretto inseguitore Wayne Maxwell (Team Honda Racing). Legittima e comprensibile la soddisfazione per Josh Waters giunto al terzo titolo nazionale: nel 2003, al terzo anno di attività nel motociclismo, si era infatti laureato campione australiano 125 GP (con un 3° posto poche settimane più tardi al Macau Grand Prix), nel 2009 all’esordio campione Superbike bissando il trionfo quest’anno. “E’ una sensazione incredibile conquistare questo secondo titolo Superbike, a maggior ragione a Phillip Island, il mio tracciato di casa“, afferma il pilota del Team Suzuki Australia. “Grazie al vantaggio costruito nei primi round ho soltanto pensato a gestire la situazione per centrare l’obiettivo finale e, fortunatamente, tutto è andato per il meglio. Questa per me è la quarta stagione in sella a questa moto, ma devo dire che mai come quest’anno mi sono trovato così bene con la Suzuki GSX-R 1000. Vincitore di 24 titoli nazionali e 60 regionali nel Dirt Track in carriera, nel 2001 Waters aveva acquistato una Honda RS125R per esordire nel motociclismo su pista. Due anni più tardi si era già laureato campione nazionale australiano 125 GP, ben figurando anche da wild card a Phillip Island (125 nel 2003, 250 nel 2004) e al Macau Grand Prix (terzo nel 2003), ponendo le basi per il passaggio alle 600cc 4 tempi dal 2004 in avanti. In un lustro di esperienza nell’Australian Supersport Waters ha sfiorato in diverse occasioni il titolo di categoria, mancando questo traguardo per pochi punti nel 2008. Conclusa la parentesi tra le 600cc, nel 2009 all’esordio nell’Australian Superbike Josh aveva già conquistato il titolo, battendo nella finale di Phillip Island in un sol colpo i due piloti Honda Motologic Wayne Maxwell e Glenn Allerton. Legato a Suzuki, nel 2010 Waters ha preso parte soltanto a qualche gara dell’ASBK in quanto è stato chiamato da Yoshimura per correre nell’AMA Superbike: dopo promettenti test (era stato più veloce addirittura di Blake Young), il 25enne pilota australiano era stato costretto a rinunciare all’esordio in gara a Laguna Seca per un infortunio rimediato proprio in una sessione di prove pre-gara. Nel 2011 Waters aveva preso parte, sempre con Suzuki Australia, a diversi round dell’ASBK, ma soprattutto con Yoshimura Suzuki si era alternato tra World Superbike (subito a punti all’esordio a Phillip Island, in pista anche al Miller Motorsports Park e Portimao) ed Endurance, rivelandosi quale pilota più veloce dell’equipaggio per la 8 ore di Suzuka, secondo sul traguardo. Chiuse le porte del mondiale, il nativo di Victoria quest’anno è tornato a tempo pieno nell’Australian Superbike laureandosi per la seconda volta campione ASBK per una carriera, a tutti gli effetti, invidiabile in madrepatria.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy