ASBK: con il “Phillip Island Championship” scatta la stagione 2014

ASBK: con il “Phillip Island Championship” scatta la stagione 2014

In concomitanza con il Mondiale Superbike

Commenta per primo!

Un appuntamento tradizionale in concomitanza con il World Superbike, da quest’anno con l’investitura ufficiale di “campionato” a tutti gli effetti. Insieme al Mondiale di categoria, al Phillip Island Grand Prix Circuit il prossimo fine settimana si disputerà il primo di due round in programma del “Phillip Island Championship“, campionato riservato ai protagonisti delle classi Superbike e ProStock (ex-Superstock 1000) delle principali serie motociclistiche australiane (Australian Superbike e Australasian Superbike Championship) iscritti negli eventi sul tracciato di Victoria in concomitanza con la tappa del World Superbike (21-23 febbraio) e della MotoGP (17-19 ottobre). Voluto fortemente dai gestori del Phillip Island Grand Prix Circuit ed il promoter Australian Grand Prix Corporation, il “Phillip Island Championship” terrà in considerazione i risultati delle 4 gare (2 con il World Superbike, 2 con la MotoGP) e, con somma punti (rispettando il sistema 25, 20, 16, via via fino ad 1 punto per il 15°), sarà decretato il primo Campione della serie con previsto un buon montepremi in palio: 9.800 dollari australiani per la classe Superbike, 3.000 per la Supersport, 2.000 per i protagonisti della ProStock. 2014: stagione di grandi cambiamenti nel motociclismo australiano Il “Phillip Island Championship” aprirà di fatto una stagione 2014 del motociclismo australiano all’insegna di grandi cambiamenti. La rivalità tra l’Australian Superbike (organizzato dal promoter IEG, l’unico campionato riconosciuto dalla Federazione Motociclistica Australiana) e l’Australasian Superbike Championship (ex-Formula Xtreme, promosso dall’Australian Road & Track Rider Promotions) ha comportato una revisione nei programmi sportivi per i piloti e per le case impegnate nei due campionati, già in difficoltà per la problematica situazione economica globale. Una “guerra” fratricida senza esclusione di colpi che, per il momento, sembra avvantaggiare l’Australasian Superbike Championship, campionato che da tempo può vantare la presenza del team ufficiale Yamaha Motor Australia, da quest’anno un main sponsor di prestigio come Swann Insurance, riuscendo soprattutto a “strappare” all’ASBK i migliori piloti (Maxwell, Allerton, Stauffer, Hook) e squadre (BMW Next Gen Motorsports e Team Honda Racing). Per rispondere a questa “fuga” verso l’ASC, il promoter dell’Australian Superbike IEG (acronimo di International Entertainment Group) e la MA (Motorcycling Australia) hanno rivisto in corsa calendario (da 6 a soli 3 round, non in concomitanza con l’ASC), regolamenti (spazio a moto di derivazione Superstock 1000), montepremi e costi d’iscrizione cercando di “salvare il salvabile”. Tutti i protagonisti del motociclismo australiano al via Nella speranza a breve di individuare soltanto un “vero” campionato di riferimento del motociclismo australiano ponendo la parola fine ad una “guerra” che non serve a nessuno (men che meno alla promozione di tutto il movimento delle due ruote “aussie”), il “Phillip Island Championship” rappresenterà un’occasione unica per vedere i protagonisti dell’ASBK e ASC a confronto, oltretutto in concomitanza con il World Superbike e su uno dei tracciati più affascinanti ed adrenalinici del pianeta. Il lavoro svolto dall’Australian Grand Prix Corporation (AGPC) e dai gestori dell’impianto è stato ripagato da un’entry list di assoluto livello comprensiva di ben 35 piloti: 20 tra le Superbike, 15 appartenenti alla classe ProStock. Chi punterà senza mezzi termini alla vittoria è il Campione ASBK in carica Wayne Maxwell, a seguito del disimpegno (per difficoltà finanziarie) del Team Suzuki Australia nel Motorsport tornato quest’anno dopo soltanto una stagione al Team Honda Racing di Paul Free, compagine con la quale concluse 2° assoluto nel 2012. Con soltanto un test all’attivo nei giorni scorsi proprio a Phillip Island in sella alla nuova Honda CBR 1000RR SP, Maxwell cercherà di inaugurare al meglio una stagione 2014 che lo vedrà difendere i colori di YART nel Mondiale Endurance e del Team Motul Honda nell’Australasian Superbike Championship. Oltre a Maxwell, il Team Honda Racing ha riconfermato in toto il duo titolare del 2013, il bi-Campione ASBK Jamie Stauffer e l’ex vice-Campione dell’Australian Supersport Josh Hook, protagonista di un buon debutto lo scorso anno tra le Superbike ed il più veloce in assoluto nei recenti test a Phillip Island. Il “dream team” di Honda Australia dovrà vedersela con un altro due-volte Campione ASBK come Glenn Allerton, al terzo anno con il Next Gen Motorsports, al lavoro con la BMW HP4 per dare l’assalto all’Australasian Superbike ed, ovviamente, al Phillip Island Championship. Saranno loro i protagonisti annunciati dell’evento, ma non sono da escludere potenziali sorprese da parte di alcuni dei migliori piloti “privati” del motociclismo australiano: Ben Henry (con il proprio CUBE Racing passato da Suzuki a Kawasaki), Trent Gibson (trascorsi nell’AMA Superbike, iscritto con una Kawasaki ZX-10R), il Campione ProStock in carica Matt Walters (Rover Coaches Kawasaki Connections) e Mike Jones, già pilota Yamaha Motor Australia ed al via dell’Europeo Superstock 600 lo scorso anno, tornato in madrepatria con una Ninja ZX-10R schierata dal team/concessionario Crazy Dogs Kawasaki. Iscritte all’evento anche due Ducati 1199 Panigale S condotte da James Arnold (Italian Motorcycles Adelaide) e da Chris Perini, proprio con la bicilindrica di Bologna vincitore di classe negli ultimi round della Formula Xtreme Pro-Twins 2013. Da seguire con interesse la velocissima Sophie Lovett, da anni protagonista nei campionati motociclistici australiani tanto da guadagnarsi il pieno supporto di Kawasaki Motors Australia. Due gare da 12 giri ciascuna in programma Per l’evento inaugurale del Phillip Island Championship si inizierà giovedì pomeriggio con la disputa della prima sessione di prove libere ad anticipare le qualifiche ufficiali del venerdì e le due gare in programma da 12 giri ciascuna: sabato 22 febbraio alle 13:55, domenica 23 a partire dalle 15:50 locali al termine di Gara 2 del World Superbike. Il regolamento del Phillip Island Championship 2014 in pillole – Due round in concomitanza con World Superbike (21-23 febbraio) e MotoGP (17-19 ottobre) – Quattro gare in tutto, due per ogni round, 12 giri la distanza di ciascuna gara – Ammessi i piloti delle classi Superbike e ProStock (ex-Superstock 1000) – Regolamento tecnico MA (Motorcycling Australia) dell’Australian Superbike – Monogomma Pirelli – Classifica finale in base ai risultati delle 4 gare, punteggio 25-20-16-13-11… – Montepremi da 9.800 dollari australiani per la classe Superbike (2.000 per la ProStock) Phillip Island Championship 2014 L’entry list del 1° Round al Phillip Island Grand Prix Circuit 1- Wayne Maxwell – Motul Honda – Honda CBR 1000RR SP (Superbike) 9- Brad Conder – Ciscos Race Tuning – Yamaha YZF R1 (Superbike) 10- Adrian Pierpoint – Quadriant Developments – Aprilia RSV4 (ProStock) 11- Philip Czaj – Czaj Racing – Aprilia RSV4 (ProStock) 14- Glenn Allerton – Dynotech Maxima BMW – BMW HP4 (Superbike) 17- Sophie Lovett – Lovett’s Earthmoving – Kawasaki ZX-10R (Superbike) 18- Ben Henry – Cube Racing Australian Outdoor Living – Kawasaki ZX-10R (ProStock) 19- Phil Lovett – Lovett’s Earthmoving – Kawasaki ZX-10R (Superbike) 20- Matt Walters – Rover Coaches Kawasaki Connections – Kawasaki ZX-10R (ProStock) 21- Liam Wilkinson – Wilko Racing – Aprilia RSV4 (ProStock) 24- Stephen Mion – Fitmoto Bulleen Health and Fitness – Kawasaki ZX-10R (Superbike) 26- Sean Condon – Bikebiz Ipone Swann Insurance Racing – Kawasaki ZX-10R (ProStock) 27- Wayne Maxwell – Team Honda Racing – Honda CBR 1000RR SP (Superbike) 28- Travis Baas – Ord’s Motorcycles – Suzuki GSX-R 1000 (ProStock) 29- Liam Daniels – Titanium Race Team – Yamaha YZF R1 (ProStock) 33- Richard Ellis – IMOTO/NZI Helmets – BMW S1000RR (ProStock) 34- Josh Hook – Team Honda Racing – Honda CBR 1000RR SP (Superbike) 36- Murray Clark – Murray Clark Racing – Suzuki GSX-R 1000 (Superbike) 42- Aaron Knoblock – Aaron Knoblock Racing – Kawasaki ZX-10R (Superbike) 45- Braith Pejkovic – Gas Honda – Honda CBR 1000RR (Superbike) 46- Mike Jones – Crazy Dogs Kawasaki – Kawasaki ZX-10R (Superbike) 51- Dustin Goldsmith – Goldy’s Trailers & Towbars – Kawasaki ZX-10R (ProStock) 54- Adan Christie – Ace Racing Moto Adelaide – BMW S1000RR (Superbike) 55- Andrew Ord – Ords Motorcycles – Suzuki GSX-R 1000 (Superbike) 60- Ben Burke – BC Performance A1 Kawasaki – Kawasaki ZX-10R (Superbike) 62- Chris Trounson – Gas Honda – Honda CBR 1000RR (ProStock) 70- Josh King – Motorcycle Scene – Yamaha YZF R1 (ProStock) 77- Adam Senior – Boreclean City Toyota – Suzuki GSX-R 1000 (Superbike) 78- James Arnold – Italian Motorcycles Adelaide – Ducati 1199 Panigale S (Superbike) 81- Chris Perini – Chris Perini Racing – Ducati 1199 Panigale S (ProStock) 91- Leigh Price – Race Centre – BMW S1000RR (ProStock) 92- Johny Arkisian – Titanium Race Team – Yamaha YZF R1 (ProStock) 96- Mathew Harding – K&R Hydraulics Kawasaki Connection – Kawasaki ZX-10R (ProStock) 117- Jason Ivkovic – Edlan Freight – Suzuki GSX-R 1000 (Superbike) 171- Trent Gibson – Road Rocket/Flooring Innovations – Kawasaki ZX-10R (ProStock) Alessio Piana (Twitter: @AlessioPiana130)

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy