ASBK: 2013, una stagione all’insegna delle novità per l’Australian Superbike

ASBK: 2013, una stagione all’insegna delle novità per l’Australian Superbike

Nuovi protagonisti, via il monogomma

Commenta per primo!

Al quinto anno consecutivo sotto la gestione del promoter IEG (International Entertainment Group) di Yarrive Konsky, l’Australian Superbike per questa stagione presenta una serie di novità tecnico-regolamentari destinati a rivedere e, perchè no, stravolgere gli equilibri di una serie che ha perso il proprio Campione in carica Josh Waters, passato definitivamente armi e bagagli nel British Superbike con Milwaukee Yamaha.

Senza il nativo di Victoria, l’Australian Superbike individuerà nelle prossime settimane i potenziali candidati al titolo di categoria con una serie di accorgimenti studiati dall’IEG per rivedere il “format” dell’unica serie sotto egidia di MA, Motorcycling Australia. La più sostanziale riguarda senza dubbio l’abbandono del monogomma: dopo quattro anni di fornitura unica Dunlop, IEG e MA hanno deciso di aprire alla fornitura unica riservata esclusivamente a Michelin, Pirelli e la stessa Dunlop.

Una decisione in controtendenza rispetto agli altri principali campionati nazionali ed internazionali, a presa per dare un nuovo impulso alla categoria con inevitabili benefici per squadre e piloti impegnati. Se fino allo scorso anno era stato fissato un tetto ai costi di 590 dollari australiani per ciascun set di pneumatici Dunlop, da questa stagione le tre aziende interessate dovranno offrire ai piloti un set di gomme dal costo non superiore ai 580 dollari australiani. Sarà inoltre consentito per week-end l’utilizzo di un massimo di 3 pneumatici anteriori e 4 posteriori, selezionati tra due differenti compound omologati da Dunlop, Michelin e Pirelli.

Tra le altre novità, grazie all’impegno di sponsor e partner tecnici, IEG ha potuto garantire un montepremi di 75.000 $ e, allo stesso tempo, diminuito il costo d’iscrizione di soli 480 $ a pilota per la classe Superbike, altrettanto per le altre categorie: 250 $ per la riconfermata 250 Production Class, 350 per la Superlites, 400 per la Supersport e 375 per la ProStock. Sempre a proposito di quest’ultima categoria, è stato deciso che a partire da questa stagione la ex-Superstock 1000 non correrà più insieme alla Superbike, bensì in un campionato a se stante, eccezion fatta per tre round del calendario dove sarà assegnata una specifica “ProStock Cup”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy