American Superbike: Tommy Hayden, progetto titolo nel 2012

American Superbike: Tommy Hayden, progetto titolo nel 2012

Per il secondo anno consecutivo sfuma la vittoria finale

Commenta per primo!

Secondo nel 2010, terzo nel 2011. Per il secondo anno consecutivo sfuma matematicamente soltanto all’ultima gara la conquista del titolo AMA/American Superbike per Tommy Hayden, dal 2007 pilota ufficiale Yoshimura Suzuki nella categoria. L’ex campione AMA Supersport ha fatto il possibile nell’ultimo round al New Jersey Motorsports Park di Millville per recuperare lo svantaggio in classifica nei confronti di Josh Hayes (Graves Yamaha) e del proprio compagno di squadra Blake Young, ma si è dovuto accontentare soltanto di un terzo posto in volata in Gara 1.

Nella seconda manche il nativo di Owensboro ha dato il massimo incappando in una scivolata nel tentativo di guadagnare la seconda posizione alle spalle del team-mate Blake Young, abbandonando così le proprie speranze di centrare il successo finale di campionato.

Per tutto il weekend la mia Suzuki GSX-R 1000 si è rilevata davvero competitiva, avevo tutto per vincere almeno le due gare“, spiega Tommy Hayden. “Purtroppo nella seconda manche ho corso davvero al limite per recuperare terreno in campionato e mi sono ritrovato a terra. Sono deluso per l’epilogo di questa stagione, ma posso già pensare all’anno prossimo quando l’obiettivo sarà sempre il solito: vincere il campionato“.

Tommy Hayden, così come Blake Young, sono già stati riconfermati dal team Rockstar Makita Suzuki anche per la stagione 2012 dove faranno di tutto per riportare alla casa di Hamamatsu quel titolo piloti che manca dal 2009, l’ultimo anno di attività di Mat Mladin.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy