American Superbike Sonoma Gara 2: si rifà Mat Mladin

American Superbike Sonoma Gara 2: si rifà Mat Mladin

Ottava vittoria stagionale per l’australiano, secondo BB

Commenta per primo!

Dopo lo “scotto” di Gara 1, Mat Mladin si è subito rifatto nella seconda manche dell’American Superbike a Sonoma. L’australiano della Suzuki ha conquistato, manco a dirlo con una superiorità disarmante, la seconda manche all’Infineon Raceway, portando a 8 i successi stagionali su 9 gare. Mladin, che ha rifiutato di correre nella Superbike a Miller con la Suzuki del team Alstare, ha preferito non correr rischi dopo il contatto della prima manche con Ben Bostrom che ha così interrotto la propria striscia di 7 successi consecutivi compromettendo, di fatto, la realizzazione della propria “perfect season”. Preso il comando delle operazioni, Mladin ha iniziato a martellare, non lasciando così alcuna possibilità agli inseguitori di raggiungerlo. Vittoria importante per una classifica che lo vede adesso a quota 268, con il secondo che è Tommy Hayden, terzo sul traguardo e fermatosi a 189 punti.

Un distacco a dir poco incredibile dopo soli cinque appuntamenti e nove manche, in un round che ha rispettato, se vogliamo, le attese: Mladin resta il più forte, ma le Yamaha son tornate. Josh Hayes ha vinto, seppur fortunosamente, la prima gara (che alla Yamaha mancava da tempo immemore, stoppando le 55 vittorie consecutive Suzuki nell’American/AMA Superbike), con Ben Bostrom giunto sul podio nella seconda manche, giusto alle spalle del sei volte campione del team Rockstar Makita Suzuki. Per “BB”, aspettando di giocarsi il tutto nella “sua” Laguna Seca, è il miglior risultato stagionale nell’American Superbike (Daytona 200, ovviamente, a parte), anche se in cuor suo, come dichiarato al termine, della corsa si aspettava di vincere dopo il miglior tempo nei test del mese scorso ed una Yamaha YZF R1 finalmente competitiva.

Al di là del dualismo Suzuki-Yamaha Sonoma ha portato un terzo ed un quinto posto per la Ducati di Larry Pegram, capace di tener testa alle Suzuki del team di Michael Jordan con Geoff May sesto nella seconda manche. Ancora indietro invece Neil Hodgson, il cui ritorno in pista non l’ha visto nella forma migliore con tanto rammarico per il pilota britannico ripensando a Daytona, quando era l’unico, realmente, a poter impensierire Mat Mladin, da Sonoma non più “imbattibile”.

American Superbike presented by Parts Unlimited 2009
Sonoma, Classifica Gara 2

01- Mat Mladin – Rockstar Makita Suzuki – Suzuki GSX-R 1000 – 22 giri
02- Ben Bostrom – Yamaha Motor Corp. USA – Yamaha YZF-R1 – + 1.833
03- Tommy Hayden – Rockstar Makita Suzuki – Suzuki GSX-R 1000 – + 4.551
04- Joshua Hayes – Yamaha Motor Corp. USA – Yamaha YZF-R1 – + 13.136
05- Larry Pegram – Pegram Racing Ducati – Ducati 1098R – + 24.462
06- Geoff May – National Guard Jordan Suzuki – Suzuki GSX-R 1000 – + 29.714
07- Taylor Knapp – Taylor Knapp Racing – Suzuki GSX-R 1000 – + 46.022
08- David Anthony – Aussie Dave Racing – Suzuki GSX-R 1000 – + 48.056
09- Neil Hodgson – Corona Extra Honda – Honda CBR 1000RR – + 1’03.456
10- Ryan Elleby – Four Feathers Racing – Yamaha YZF-R1 – + 1’12.485
11- Scott Jensen – Moto Garage Racing – Suzuki GSX-R 1000 – + 1’13.925
12- Aaron Gobert – Team Trifoglio Racing – Honda CBR 1000RR – + 1’16.179
13- Cory Call – MDK Motorsports – Suzuki GSX-R 1000 – + 1’32.087
14- Hawk Mazzotta – Aussie Dave Racing – Suzuki GSX-R 1000 – a 1 giro
15- Mark Crozier – Four Feathers Racing – Suzuki GSX-R 1000 – a 1 giro
16- Eric Haugo – Moto Garage Racing – Yamaha YZF-R1 – a 1 giro
17- Dean Mizdal – M Racing – Suzuki GSX-R 1000 – a 1 giro
18- Brad Puetz – SRK Racing – Suzuki GSX-R 1000 – a 1 giro
19- Johnny Rock Page – 944 Magazine – Yamaha YZF-R1 – a 1 giro

Alessio Piana

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy