American Superbike: iniziati i test collettivi a Daytona

American Superbike: iniziati i test collettivi a Daytona

Tanti debutti per i primi test “ufficiali” della stagione 2012

Commenta per primo!

Con largo anticipo rispetto alla consuetudine, le principali squadre dei campionati AMA Pro Road Racing (American Superbike e Daytona SportBike) si sono ritrovate al Daytona International Speedway per una tre-giorni di “Tire Test” organizzata dall’AMA e da Dunlop Motorcycle Road Racing Tires USA, fornitore unico di pneumatici. Con un dettagliato programma di test per i piloti delle due categorie, è pertanto già iniziata, seppur “ufficiosamente”, la stagione 2012.

Per la Superbike grande attenzione al team Graves Yamaha che, accanto al bi-campione 2010 e 2011 Josh Hayes, ha presentato il vincitore della 200 miglia di Daytona 2010 Josh Herrin, finalmente promosso dalla SportBike. A contrastare la formazione di riferimento Yamaha USA non sono mancate le altre squadre ufficiali della serie.

Se Jordan Suzuki ha ripresentato Ben Bostrom e Roger Hayden (anche se manca il rinnovo per la stagione 2012), M4 Suzuki Martin Cardenas e Chris Ulrich, Erik Buell Racing con la 1190RS ufficiale affidata a Geoff May ed il team KTM/HMC con la RC8R per Chris Fillmore, grandi attenzioni sono state riservate al team Yoshimura Suzuki che accanto a Blake Young ha presentato il nuovo acquisto Chris Clark, sostituto di Tommy Hayden “appiedato” nelle scorse settimane.

Con i riferimenti cronometrici non dichiarati da AMA Pro, Dunlop e le squadre, a Daytona è scesa in pista anche una sparuta rappresentanza della SportBike: M4 Suzuki con Dane Westby ed il team Graves Yamaha con i nuovi giovani acquisti Cameron Beaubier e Garrett Gerloff, tutti in pista anche per testare le ultime novità Dunlop sviluppate in vista della 200 miglia di Daytona 2012, al fine di non incontrare più i problemi che hanno compromesso il regolare svolgimento dell’edizione 2011.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy