American Superbike: buon esordio per Martin Cardenas

American Superbike: buon esordio per Martin Cardenas

Stagione 2011 convincente tra le Superbike

Commenta per primo!

Complice il passaggio di John Hopkins al British Superbike, il team M4 Suzuki per questa stagione dell’AMA/American Superbike ha deciso di anticipare i tempi promuovendo, con un anno d’anticipo, Martin Cardenas dalla SportBike alla Superbike. Campione DSB in carica, il pilota colombiano nonostante pochi test pre-campionato all’attivo non ha certo sfigurato alla prima esperienza tra le Superbike, chiudendo il campionato al quarto posto vantando una vittoria (l’unica non siglata da un pilota Graves Yamaha o Yoshimura Suzuki) in Gara 1 al Barber Motorsports Park. Un esordio senza dubbio positivo per Cardenas, pilota che dal 2007 ha deciso di trasferirsi in pianta stabile negli States dopo esperienze nel Motomondiale classe 250cc addirittura da pilota ufficiale Repsol Honda. Ex-campione CEV Supersport, titolo nella Daytona SportBike 2010, Cardenas avrà l’occasione di ripetersi il prossimo anno dove resterà con il team M4 Suzuki di John Ulrich, sempre con a disposizione una competitiva Suzuki GSX-R 1000. D’altronde, come testimoniato dallo stesso pilota di Medellin che quest’anno ha corso anche nel mondiale Moto2 a Indianapolis (senza lasciare il segno con la FTR Moto M211 del team Blusens STX), la difficoltà maggiore in questa stagione è stata quella di trovare il limite con la “Gixxer” Superbike. Anche per questo Cardenas più volte è stato protagonista di cadute o di prove anonime, alla ricerca di “dimenticarsi” la guida di una Suzuki GSX-R 600. Con una stagione d’esperienza sulle spalle, pur senza correre da pilota ufficiale Yoshimura, senza dubbio Martin sarà tra i candidati al titolo per il 2012.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy