American Superbike: a Mid Ohio caccia a Josh Hayes

American Superbike: a Mid Ohio caccia a Josh Hayes

Fuga campionato, Blake Young primo inseguitore

Commenta per primo!

Dal 1972 ad oggi, 30 anni di storia per l’American Superbike al Mid Ohio Sports Car Course di Lexington. Un anniversario importante per la serie di riferimento AMA Pro Road Racing, prossima questo week-end ad affrontare il settimo appuntamento stagionale a pochi giorni da uno degli appuntamenti più prestigiosi del calendario in quel di Laguna Seca, sempre rigorosamente insieme alla MotoGP nell’ambito del Red Bull US Grand Prix. In Ohio, sul tracciato da 2.4 miglia, si prospetta un evento cruciale per la corsa al titolo di categoria con un preannunciato favorito della vigilia: Josh Hayes. Campione 2010 e 2011, dominatore in classifica con ben 37 punti di vantaggio sul suo più diretto inseguitore Blake Young, a Mid Ohio Hayes si presenterà con all’attivo ben otto vittorie stagionali (record personale), 25 in carriera tra le Superbike, 47 totali nei campionati AMA Pro Road Racing, 6 delle quali conseguite proprio su questo tracciato: tripletta dal 2006 al 2008 tra le Formula Xtreme, doppietta nel 2009 e vittoria in Gara 1 nel 2010 tra le Superbike. Con questo ruolino di marcia Josh Hayes farà di tutto per rafforzare e, se possibile, ipotecare la conquista del terzo titolo consecutivo nell’AMA Superbike, anche se si ritroverà a confrontarsi in un vero e proprio “feudo” Suzuki. Lo scorso anno le “Gixxer” di Yoshimura dominarono la scena con vittorie da parte di Tommy Hayden, ma soprattutto di Blake Young, all’inseguimento in classifica con 37 punti da recuperare, impossibilitato a sbagliare da qui al gran finale di New Orleans per riportare ad American Suzuki Corporation e Yoshimura of America un titolo che manca ormai dal 2009, l’ultimo ad opera del leggendario Mat Mladin. Con un Hayes reduce da cinque affermazioni consecutive per il pupillo di Kevin Schwantz non sarà un’impresa facile, a maggior ragione pensando alla vasta schiera di potenziali protagonisti al Mid Ohio Sports Car Course. Su tutti l’ex vincitore della 200 miglia di Daytona Josh Herrin, 3° in classifica e ormai presenza fissa del podio con la seconda Graves Yamaha alla personale stagione d’esordio tra le Superbike, valido “alleato” di Hayes per la corsa al titolo. Cercheranno di intromettersi nella lotta per il podio anche Geoff May, quarto con una EBR 1190RS (primo progetto del genio di Erik Buell nell’era post-Harley Davidson) ormai pronta per l’ultimo “step” sul piano velocistico, senza scordarci della coppia di Jordan Suzuki composta da Roger Hayden e Ben Bostrom, quest’ultimo in ripresa e pronto a confermarsi il “Re del Cavatappi” tra un paio di settimane nella “sua” Laguna Seca. Proprio sul mitico tracciato californiano correrà in MotoGP da wild card con la CRT realizzata da Attack Performance (ribattezzata “Black Ops AP10”) Steve Rapp, nella top-10 di campionato con la fidata Kawasaki Ninja ZX-10R seppur preceduto da Danny Eslick, altro ex-vincitore a Mid Ohio tra le SportBike, pronto a riconfermarsi ai vertici della Superbike con la seconda EBR 1190RS ufficiale dell’Erik Buell Racing. Mancherà in Ohio invece Chris Fillmore, pilota di punta del progetto KTM/HMC Racing, fuori gioco per l’infortunio alla mano sinistra rimediata al Barber Motorsports Park lasciando a Stefan Nebel l’onere e l’onore di difendere i colori “Orange”. AMA Pro National Guard SuperBike 2012 La Classifica dopo i primi 6 round 01- Josh Hayes – Monster Energy Graves Yamaha – Yamaha YZF R1 – 320 02- Blake Young – Yoshimura Suzuki Racing – Suzuki GSX-R 1000 – 283 03- Josh Herrin – Monster Energy Graves Yamaha – Yamaha YZF R1 – 197 04- Geoff May – Team AMSOIL/Hero – EBR 1190RS – 159 05- Roger Hayden – National Guard Jordan Suzuki – Suzuki GSX-R 1000 – 158 06- Larry Pegram – Foremost Insurance Pegram Racing – BMW S1000RR – 151 07- Ben Bostrom – Jordan Suzuki – Suzuki GSX-R 1000 – 126 08- Chris Clark – Yoshimura Suzuki Racing – Suzuki GSX-R 1000 – 124 09- Danny Eslick – Team Hero – EBR 1190RS – 121 10- Steve Rapp – Attack Performance – Kawasaki ZX-10R – 115 11- David Anthony – Kneedraggers.com Motul FLY Racing – Suzuki GSX-R 1000 – 105 12- Chris Fillmore – KTM/HMC Racing – KTM RC8R – 101 13- Chris Ulrich – M4 Roadracingworld.com Suzuki – Suzuki GSX-R 1000 – 83 14- Robertino Pietri – Team Venezuela – Suzuki GSX-R 1000 – 74 15- Jordan Burgess – Kneedraggers.com Motul FLY Racing – Suzuki GSX-R 1000 – 56

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy