AMA SuperSport: i piloti colombiani in America per imparare

AMA SuperSport: i piloti colombiani in America per imparare

Puerta, Gaviria e Mesa protagonisti a Daytona

Con grande sorpresa, di certo non per gli addetti ai lavori, il primo appuntamento dell’AMA SuperSport 2011 (classe riservata ai giovanissimi dai 16 ai 21 anni di età del panorama motociclistico americano) ha portato in vetta ben tre piloti colombiani, di talento, già con una discreta esperienza all’attivo.

Tomas Puerta e David Gaviria, compagni di squadra al LTD Racing, si sono divisi le vittorie nelle due manches in programma di conseguenza capeggiando la classifica rispettivamente della “East” e “West” Division.

Non da meno Stefano Mesa, americano acquisito (vive in California), che ha portato la 848 EVO di Ducati Miami e Desmomaniacs (preparata dal Rata Racing) sul secondo gradino del podio in Gara 1 salvo poi scivolare all’ultimo giro nella seconda manche in piena bagarre per la vittoria.

Un dominio dei piloti colombiani che non deve sorprendere, visto che questa nazione sta anno dopo anno portando in gara sempre più talenti anche a livello internazionale, come dimostra il successo di Martin Cardenas nella Daytona SportBike 2010 (protagonista di un buon debutto tra le Superbike a Daytona, 4° in Gara 2) e la presenza dei fratelli Yonny e Santiago Hernandez nel mondiale Moto2.

Puerta, Gaviria e Mesa a soli 16 anni di età sono protagonisti in America, arrivati nell’AMA SuperSport con largo anticipo per una semplice ragione: Tocancipa a parte, in Colombia non ci sono tracciati degni di questo nome, se non circuiti adibiti ad ospitare gare di Supermotard e Motocross, discipline dove si sono proprio formati i tre talenti dominatori in quel di Daytona.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy